cure naturali

Per sconfiggere definitivamente la cistite devi prima capire di che tipo di cistite soffri. Non esiste infatti una sola cistite, ma ne esistono diversi tipi ed ognuna di esse è dovute a cause diverse. Solo individuando la reale causa potrai sconfiggere questa malattia con la cura più appropriata, altrimenti continuerai a trattare solo i sintomi e il problema si ripresenterà.

 

Individua la tua cistite e scopri come curarla.

 

Cistite batterica

La cistite batterica è caratterizzata dalla presenza di batteri nelle urine (urinocoltura positiva con una carica maggiore di 100000 UFC – Unità Formanti Colonie). Nello stick delle urine o nell'esame urine saranno presenti nitriti e leucociti. Molto dolorosi saranno sintomi vescicali: urgenza, frequenza, dolore alla minzione (stranguria), peso vescicale (tenesmo).

Approfondimento: come curare la cistite batterica

 

Cistite post coitale/da luna di miele

La cistite da luna di miele è un'infezione delle vie urinarie dovuta al trauma meccanico a cui vulva, uretra e vagina sono sottoposte durante i rapporti sessuali e al quale segue quello che comunemente viene chiamato "bruciore intimo".

La muscolatura contratta infatti restringe l'introito vaginale causando attrito durante la penetrazione, che provoca microtraumi alla mucosa vulvo-vaginale in cui si rifugeranno i batteri colonizzando la vagina. Da qui andranno ad invadere le vie urinarie risalendo in 24/72 ore lungo la vulva e l'uretra, fino alla vescica. Per questo motivo i sintomi vescicali che non insorgono subito dopo il rapporto sessuale, ma dopo uno o due giorni.

La cistite da luna di miele è caratterizzata dalla presenza di leucociti nello stick delle urine e da sintomi uguali alla cistite batterica: urgenza, frequenza, dolore alla minzione (stranguria), peso vescicale (tenesmo). Batteri  e nitriti non necessariamente sono presenti.

Approfondimento: come curare la cistite da luna di miele

 

Cistite interstiziale

La cistite interstiziale è una sindrome cronica non dovuta a batteri, caratterizzata dalla distruzione progressiva della parete vescicale, che può presentare punti sanguinanti (glomerulations) o vere e proprie lesioni (ulcere di Hunner). L'assottigliamento della parete vescicale è dovuta all'infiammazione cronica e alla compromissione dello strato protettivo di GAG, che ricopre la vescica rendendola ipersensibile ad ogni stimolo (doloroso, acido, tattile, termico, alimentare, ecc). I sintomi caratteristici della PBS/CI sono: capacità vescicale minore di 350cc, urgenza urinaria (già a 100ml di riempimento vescicale), frequenza superiore alle 7 minzioni in 12 ore diurne e superiore alle 2 minzioni notturne, dolore vescicale al riempimento, che migliora con lo svuotamento. Nelle urine sono assenti sia batteri che nitriti. Possono essere presenti leucociti  e sangue.

Approfondimento: come curare la cistite interstiziale

 

Cistite senza cistite (batteriuria asintomatica)

Col termine “batteriuria asintomatica” si intende la presenza di batteri nelle urine in assenza di sintomi. Le urine si presenteranno torbide, maleodoranti e cariche di batteri e nitriti (indice di infezione). Saranno assenti i leucociti (indice di infiammazione). Senza infiammazione non ci sarà danno vescicale, quindi non ci saranno sintomi.

Approfondimento: come curare la batteriuria asintomatica

 

Cistite senza batteri/a urine sterili/abatterica

La cistite abatterica è una cistite non provocata da batteri, ma da altre cause. I sintomi sono identici a quelli della cistite batterica (urgenza, frequenza, dolore alla minzione, peso vescicale), ma nelle urine sono assenti i nitriti. L'urinocoltura è negativa. Possono essere presenti molti leucociti. Se non ci sono leucociti la causa del dolore non è urologica, ma va ricercata in altri apparati.

Approfondimento: come curare la cistite abatterica

Articoli correlati