Col termine “batteriuria asintomatica” si intende la presenza di batteri nelle urine in assenza di sintomi. Le urine si presenteranno torbide, maleodoranti e cariche di batteri e nitriti (indice di infezione). Saranno assenti i leucociti (indice di infiammazione). Senza infiammazione non ci sarà danno vescicale, quindi non ci saranno sintomi.

L'assenza di sintomi può essere dovuta sia alle difese del tuo organismo che sono in grado di tenere a bada questi batteri, sia alla scarsa virulenza di questi batteri (alcuni batteri non hanno capacità adesive; non riuscendo ad attaccarsi alle pareti vescicali vengono espulsi col flusso urinario senza avere il tempo e la possibilità per provocare infiammazione).

Moltissime persone asintomatiche vengono trattate con antibiotici nel vano (e dannoso) tentativo di eliminare i batteri.

Diversi studi mettono in evidenza che il nostro corpo è in grado di difendersi dai batteri presenti, che è difficile la trasformazione di una batteriuria sintomatica in cistite sintomatica, che è ancor più rara la trasformazione in pielonefrite, che la terapia antibiotica è sconsigliata non solo in quanto inutile, ma soprattutto perché dannosa: può creare resistenze, alterare la flora batterica vaginale ed intestinale (che ci protegge dagli attacchi batterici) aumentando il rischio di contaminazione vescicale da parte di batteri realmente patogeni.

Di conseguenza la batteriuria asintomatica non va trattata (pena l'insorgenza di una reale cistite sintomatica) se non in casi particolari come il trapianto renale. Si può essere portatori di batteriuria asintomatica per mesi, per anni o per tutta la vita, senza mai sviluppare infiammazione, sintomi e danni.

Nel manuale Merck per medici  si legge:
“Nella batteriuria asintomatica non trattata, i microrganismi (specialmente l’E. coli) perdono la loro virulenza e diventano estremamente sensibili all’effetto battericida del plasma umano normale. La presenza di grandi quantità di batteri nelle urine, pertanto, può esercitare un’azione protettiva contro la batteriuria sintomatica causata da ceppi microbici più virulenti.”

Articoli correlati