Il D-mannosio è la cura naturale ideale per prevenire e curare la cistite acuta e cronica.

 

Cos'è e come funziona il D-mannosio?

birch 155204 960 720 800x600Il D-mannosio è uno zucchero semplice estratto dalla corteccia di alberi a legno duro. Possiede un'elevata affinità per le "zampe" dei batteri mannosio-sensibili (Escherichia coli in particolare, ma non solo).

Il D-mannosio si attacca alle zampe dei batteri, che, una volta uniti a questo zucchero, non possono più aderire alla vescica e restano liberi nell'urina. Alla prima minzione vengono eliminati evitando così la cistite batterica.

Approfondimento: D-mannosio cos'è e come funziona

 

Come si assume?sheep 158275 180 800x600

La posologia di assunzione del D-mannosio varia in base aIlo scopo per cui lo assumi: combattere una cistite acuta o prevenire l'attacco acuto.
In fase acuta bisognerà assumere una dose da 500mg di D-mannosio puro ogni 2/3 ore per un totale di 6/7 al giorno per i primi 3 giorni, riducendo gradualmentenei giorni successivi se la sintomatologia regredisce.
In fase di mantenimento si assumeranno 3 dosi da 500mg di D-mannosio completo al giorno: mattina, pomeriggio e sera (prima di andare a dormire) per almeno un mese. In seguito si può cominciare a scalare gradualmente la dose quotidiana.
Con il D-mannosio è possibile effettuare anche lavande vaginali e lavaggi uretrali.

Approfondimento: Modalità di assunzione

Questo schema ti aiuterà ad assumere correttamente il D-mannosio sia per combattere una cistite acuta, sia per prevenirne l'insorgenza.

Assunzione Mannosio SchemaScarica lo schema riassuntivo di assunzione del D-mannosio

 

Dove si acquista?

credit card 1991284 960 720 800x600In commercio esistono svariate marche di prodotti, che puoi acquistare, contenenti D-mannosio (Dimann, Urogyn, Deakos, Melura, Delturil, Ausilium, Legnani, Waterfall, D-mannosio plus, Long life, ecc.).
Cistite.info APS onlus ha ottenuto una convenzione con NaturaDiretta, per l'acquisto a prezzo altamente agevolato di integratori a base di D-mannosio.

Approfondimento: Convenzione con NaturaDiretta

 

Effetti collaterali

emotiguy 1654860 960 720 800x600E' uno zucchero innocuo, che provoca pochissimi ed insignificanti effetti collaterali. La maggiorparte degli effetti collaterali riscontrati riguarda l'apparato intestinale: meteorismo e (più raramente) diarrea, che tendono a scomparire dopo i primi giorni di assunzione.

Approfondimento: effetti collaterali del D-mannosio

 

Chi lo può assumere?

genteEssendo uno zucchero innocuo il D-mannosio può essere assunto anche da persone affette da diabete, dai neonati, dai bambini, dalle donne in gravidanza e dalle mamme che stanno  allattando. Il D-mannosio, non avendo effetti anticoncezionali, può essere assunto anche da chi desidera una gravidanza.

Leggi nel forum le opinioni di chi assume D-mannosio.

Approfondimento:
Il D-mannosio in età pediatrica
D-mannosio e diabete
D-mannosio in gravidanza e in allattamento.

 

Bibliografia

  1. http://www.medicinaecologica.it/Nutrizione-Assorbimento%20dei%20Glucidi.htm
  2. “Factors which influence colonization by uropathogenic bacteria "4th International Symposium, Perspectives in Clinical Microbiology and Infections", Venice 2003
  3. “L’intolleranza ai disaccaridi”, Montalto, Santoro, D’Onofrio, Curigliano, Gallo, Visca, Cammarota, Gasbarrini, Gasbarrini, Istituto di Medicina interna, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma. Da “Medici oggi”, anno XI, n°4, Maggio 2007
  4. “Advances in microbial physiology", Anthony H. Rose, Volume 28, accademic press inc 1987, pag 100
  5. "Alternative medicine and spinal cord injury: beyond the banks of the mainstream", Laurance Johnston, Demos Medical Publishing, Inc. 2006, pag 167
  6. “Women's Encyclopedia of Natural Medicine", Tori Hudson, McGraw-Hill 2008, pag 70
  7. "Effect of D-mannose and D-glucose on Escherichia coli bacteriuria in rats", Michaels E, Chmiel J, Plotkin B, Schaeffer A., Urol Res. 1983;11:97-102
  8. http://www.waterfall-d-mannose.com
  9. “Carbohydrates as future anti-adhesion drugs for infectious diseases”, Nathan Sharon, Department of Biological Chemistry, The Weizmann Institute of Science, Rehovot 76100, Israel, Biochimica et Biophysica Acta 1760 (2006) 527–537, Elsevier, 2006
  10. “Synthetic Multimeric Heptyl Mannosides as Potent antiadhesives of uropathogenic escherichia coli” ChemMedChem 2009, 4, 749 – 755

Articoli correlati