Mannosio posologia bambini

La cistite nei bambini è un evento piuttosto frequente a causa del maggior rischio di contatto coi batteri e dell'immaturità delle vie urinarie.

I sintomi della cistite nei bambini non sono sempre così tipici come nell'adulto (soprattutto nei bambini più piccoli).

In base all'esperienza decennale col D-mannosio somministrato ai nostri bambini possiamo confermare che l'efficacia è notevole anche in età pediatrica.

Il D-mannosio è uno zucchero naturale estratto da alberi come la betulla, che si è dimostrato un valido rimedio contro le cistiti batteriche anche dei bambini.

Il mannosio infatti si lega alle zampe dei batteri impedendogli di aderire alle pareti vescicali e di scatenare infezione.

Gli effetti collaterali in età pediatrica si sono rivelati nulli. Sembra infatti che gli effetti collaterali intestinali che si manifestano negli adulti siano assenti nei bambini, probabilmente perchè loro hanno ancora molti enzimi che digeriscono gli zuccheri presenti anche nel latte materno (è solo con l'avanzare dell'età che questi vengono gradualmente persi) e quindi riescono ad assorbirli meglio, in maggiori quantità, evitando la fermentazione intestinale, la formazione di aria, il dolore addominale o la diarrea.

 

Dosaggio

Abbiamo provato vari dosaggi e li abbiamo confrontati con quelli utilizzati nei Paesi dove il D-mannosio è conosciuto da maggior tempo (gli Stati Uniti per esempio).
La dose minima efficace varia in base al peso del bambino.

  • Se il bambino pesa più di 25Kg deve assumere 500mg di D-mannosio 4/6 volte al giorno.
  • Se il bambino pesa meno di 25 kg bisognerà dimezzare la dose: 250mg 4/6 volte al giorno.

Nella tabella seguente troverai pratiche indicazioni sui tempi di assunzione.
Schema cura pediatricaScarica lo schema di assunzione

Consigliamo di utilizzare un D-mannosio puro, privo di altri componenti aggiuntivi, per evitare di somministrare a vostro figlio sostanze che non sono ancora state testate in età pediatrica.

Il sapore del mannosio puro è dolce e gradevole, pertanto vostro figlio lo accetterà senza problemi.

Importante far bere molti liquidi al bambino, sia dopo l'assunzione di questo zucchero, sia durante tutta la giornata. Se si riuscisse sarebbe meglio fare assumere il D-mannosio a stomaco vuoto per far sì che ne venga assorbito il maggior quantitativo possibile, ma non è un fattore determinante per la riuscita della cura.

Nelle bambine spesso viene confusa la cistite con una banale irritazione degli organi genitali esterni. In questi casi basterebbe proteggere la vulva con uno strato di crema oleosa lenitiva ed emolliente (olio Vea, Dimann Candida, Vea zinco, Xanagel o del semplice olio di mandorle).

 

Testimonianze

Di seguito potete leggere le testimonianze delle prime mamme del forum (io compresa), che hanno affrontato la cistite dei loro bambini solo con D-mannosio, convinte che uno zucchero non potesse fare più danni dell'antibiotico.
Per confrontarti con altri genitori accedi alla sezione del Forum dedicata ai bambini con cistite (per tutelare i nostri figli l'accesso a questa sezione è consentito solo agli utenti iscritti al forum).

StregaNoite

"Ingrid poco fa si è messa a piangere nel lettino ... Mi ha detto di essere andata in bagno più volte (è autonoma), le sue parole sono state "ogni volta mi scappa la pipì ma non esce niente, quando esce mi fa male la patatina", detto fra le lacrime oddio, avrei preferito succedesse a me ma non a lei
le ho dato mannosio e le ho messo la suppostina di tachipirina nella speranza che faccia da antidolorifico, perchè diceva di avere "mal di pancia" e continuava a piangere.... povera stella speriamo che domattina stia meglio ... sono 10 minuti che è tranquilla .....Lei pesa 16/17 chili circa, quindi 4 mezze dosi al giorno come dose d'attacco, giusto?Il mio pediatra si ostina a dire che la cistite nei bambini si manifesta solo con inappetenza e mal di pancia .. io non sono proprio d'accordo anche due anni fa era successa la stessa cosa con Ingrid (e in ospedale alle 4 del mattino le avevano dato l'antibiotico senza urinocoltura), non riusciva a trattenere la pipì, la faceva addosso a goccini e piangeva dal dolore... "
08 ottobre 2009 (Cistite.info)

"Oggi Ingrid sta bene, nemmeno un lamento!
sono scesa a tre mezze dosi!"
StregaNoite 13 ottobre 2009 (Cistite.info)

 

Robylu

"Ciao sono Roberta e vi scivo perchè mio figlio Luca di 20 mesi da settembre ( 12 kg) ha continue recidive di infezioni alle vie urinarie da E.coli, il medico pediatra sospetta un reflusso vescico uretale ma è ancora tutto da diagnosticare, ho fatto un eco renale è ed tutto nella norma.
Sono quindi piu di tre mesi che ogni 15 giorni sono costretta a dare l'antibiotico, ad inizio gennaio stufa e disperata cerco sul web notizie su come affrontare queste infezioni e giungo alle tante sagnalazioni del vantaggio di usare il D Mannosio, scrivo al Dott. Porru che mi conferma che non sono folle (e questo è importante) e che posso dare il mannosio a mio figlio 4/5 volte al giorno 1/3 di cucchiaino da caffè con urinocoltura posivita e continuare per altri 15 giorni 3 volte al giorno come procedura di profilassi.
(...) Inizio cosi darglielo 3 volte al giorno, fino ad oggi quando mi accorgo che mio figlio ha la febbre, lo stick rivela leucociti (viola, il massimo), nitriti e ph acido, chiamo il medico e mi dice che non potendo fare le analisi delle urine visto che oggi è sabato mi consiglia di iniziare un antibiotico a base di acido clavulanico e fare le analisi lunedi.
Per bene che mi vada questo antibioico dovrò farlo per una settimana per poi passere ad uno piu specifico per E.coli e arriviamo cosi a 7 + 10 giorni in totale di terapia.
Sono DISPERATA perche il mannosio non ha funzionato? cosa ho sbagliato? è chiaro che con un bambino cosi piccolo non riesci a capire quando fa la pipì so che il mannnosio dovrebbe restare nella vescica almeno 45 min per far in modo che il coli si leghi e vega espulso urinando, cerco di non dargli subito da bere appena preso il mannosio ma non posso controllare oltre.
Vi prego aiutatemi cosa devo fare? secondo voi ricomincio con gli antibiotici? sono mooolto scettica"
Robylu 16 gennaio 2010 (Cistite.info)

"ieri sera dietro vostro consiglio ho dato a mio figlio il mannosio che avevo comprato, oggi glielo darò per 5 volte, ho usato pochissima acqua e mi sono aiutata con una siringa dosadotrice di quelle usate per somministrare gli antibiotici (almeno a qualcosa tornano utili) sto temporeggiando con l'acido clavulanico domani mattina esami urine e urinocoltura, speriamo bene, la febbre da questa mattina non c'è l'ha piu, speriamo non torni, ho chiamato il pediatra mi ha detto di andare in farmacia ad acquistare un integratore a base di mirtillo non posso scrivere il nome, per acidificare il ph (vabbe lasciamo perdere) siamo proprio in alto mare
tenete le dita incrociate per me"
Robylu 17 gennaio 2010 (Cistite.info)

"eccomi qua che vi aggirono sulla situazione di mio figlio, questa mattina esami urine e urinocoltura sono appena tornata dall'ospedale con il risultato delle urine.
No nitriti, no batteri , ph 6 , leuco 72 (0-18) l'urinocoltura mi hanno detto non era pronta ma secondo questi risultati credo sia negativa.........
la febbre l'ha avuta fino a domenica sera che ho tenuto sotto controllo con un antipiretico.
NON HO DATO NESSUN ANTIBIOTICO!!! solo una terapia d'urto col mannosio, potevo arrivare anche a 5 somministrazioni giornaliere e cosi ho fatto da sabato sera fino ad oggi, ora come mi consigliate di continuare? e fino a quando?
non vorrei illudermi troppo ma oggi sono troooooooooppo felice non riesco ancora a credere sia tutto vero
G
razie!!!!!!!"
Robylu 19 gennaio 2010 (Cistite.info)

Articoli correlati