fbpx

Le novità dei prossimi mesi!

 Abbiamo in programma novità entusiasmanti

SCOPRI QUALI


Studi e ricerche

Cistite.info APS è costantemente impegnata nella ricerca per migliorare la diagnosi e la terapia delle patologie urologiche e genitali femminili. A tale scopo collabora con università, aziende ospedaliere, cliniche universitarie, aziende farmaceutiche, professionisti socio-sanitari, scuole e studenti.

Incontinenza

Lo studio "L'esperienza dei dispositivi invasivi endocavitari nella riabilitazione del pavimento pelvico per l'incontinenza urinaria: uno studio qualitativo", è condotto dal dott. Benedetto Giardulli fisioterapista Dottorando di Ricerca in Neuroscienze presso l'Università di Genova. 

Il suo progetto di ricerca è focalizzato sul "Pelvic Floor Muscle Training", l'esperienza di chi ne fa uso e le strategie per responsabilizzare i pazienti.

Si tratta di uno studio qualitativo che ha come obiettivo quello di intervistare (in anonimato) pazienti (sia uomini che donne) con incontinenza urinaria che durante il loro percorso di riabilitazione pelvica hanno fatto uso di un qualsiasi device endocavitario (biofeedback, coni, elettrostimolatori, etc.).

Il progetto di ricerca “Centratura sul paziente e qualità di vita nell’endometriosi”,  ha l’obiettivo di indagare se e come la centratura sul paziente, intesa come un approccio sanitario partecipativo che mette il paziente al centro delle decisioni relative alla sua salute, possa contribuire ad una migliore qualità di vita delle donne con endometriosi.

Lo scopo di questo studio dal titolo: "Le donne post-intervento Isterectomia: l’osteopatia, un valido supporto", mira ad indagare il vissuto legato al post-intervento chirurgico e le modalità intraprese (in autonomia, o che le sono state suggerite/consigliate) per la gestione della sintomatologia dolorosa addomino-pelvica.

Lo scopo di questo studio, dal titolo: "L'esperienza del dolore nella vulvodinia: un'indagine nelle pazienti italiane", è quello di indagare la relazione esistente tra alcune caratteristiche personali in donne affette da vulvodinia.

Lo scopo di questo studio è valutare l'efficacia dell'osteopatia nel trattamento dei sintomi della cistite interstiziale. Alle partecipanti verranno somministrati quattro trattamenti osteopatici gratuiti.

Lo studio "L'impatto della vulvodinia sulla qualità della vita e partecipazione al lavoro: uno studio trasversale", è stato svolto dalla dott.ssa Vincenza Granata laureanda alla magistrale in Psicologia del lavoro e delle organizzazioni (LM51) all'università Mercatorum

.

 

Lo studio "Raccontare il dolore: Emozioni e vissuti di donne affette da dolore pelvico cronico" si propone di esplorare gli eventuali effetti benefici della narrazione della propria esperienza di dolore sul benessere e sull’esperienza di dolore stessa delle donne che soffrono di dolore pelvico cronico.

Lo studio osservazionale “Management socio-sanitario della vulvodinia e neuropatia del pudendo” è stato condotto dalla dott.ssa Adriana Cesarotti per la stesura dell’elaborato di tesi magistrale in "Scienze riabilitative delle professioni sanitarie" presso l’Università di Catania. La dott.ssa Adriana Cesarotti è fisioterapista specializzata nella riabilitazione del pavimento pelvico femminile.

Lo studio osservazionale “Il ruolo dell'alimentazione nella pazienti con endometriosi"  è stato condotto dalla dott.ssa Irene Tassinari (biologa nutrizionista), in collaborazione con il Master in Alimentazione ed Educazione alla Salute dell’Università di Bologna ed è stato supervisionato dalla prof.ssa Francesca de Filippis.

tesi vulvodinia

Con la tesi "Vulvodinia: etnografia della lotta per il riconoscimento di un dolore cronico ignorato", Margherita Sozzi si è laureata a pieni voti presso l'Università degli Studi di Torino, Corso di Laurea di Scienze internazionali, dello sviluppo e della cooperazione.

ATTENZIONE! Cistite.info propone contenuti a solo scopo informativo e divulgativo. Spiegando le patologie uro-genitali in modo comprensibile a tutti, con attenzione e rigore, in accordo con le conoscenze attuali, validate e riconosciute ufficialmente.
Le informazioni riportate in questo sito in nessun caso vogliono e possono costituire la formulazione di una diagnosi medica o sostituire una visita specialistica. I consigli riportati sono il frutto di un costante confronto tra donne affette da patologie urogenitali, che in nessun caso vogliono e possono sostituire la prescrizione di un trattamento o il rapporto diretto con il proprio medico curante. Si raccomanda pertanto di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.