Le novità dei prossimi mesi!

 Abbiamo in programma novità entusiasmanti

Scopri quali


1. No alla dieta restrittiva

Una dieta molto restrittiva in molti casi fa sentire chi la segue diverso, limitato, depresso e costantemente malato anche quando sta bene. La depressione abbassa la soglia del dolore e libera sostanze che diminuiscono le difese immunitarie favorendo l'infiammazione.

 

Di conseguenza la dieta severa invece di prevenire la cistite potrebbe addirittura favorirla. E' importante quindi limitarsi ad eliminare i soli alimenti verso i quali si sia appurato il reale effetto irritante. Una dieta rigida inoltre, impedisce di apportare importanti nutrienti all'organismo già debilitato da lunghe terapie antibiotiche.

Scopri come guarire dalla cistite senza modificare la tua alimentazione.

 

2. Individuare i cibi irritanti

La seguente tabella è il risultato di un sondaggio effettuato su 70 donne affette da cistite ricorrente. E' stato chiesto loro se avessero riscontrato incremento o insorgenza della sintomatologia in concomitanza all'assunzione di determinati cibi. Come si può osservare l'influenza dell'alimentazione sulla cistite ha un'importanza relativa. Il cioccolato, per esempio (il più votato) è irritante solo per 18 persone su 70, ma per le altre 52 è assolutamente innocuo. La pizza (tanto demonizzata) in realtà pare dar problemi solo a sei donne su 70. La tabella dimostra quindi che la risposta agli alimenti “scatenanti” è individuale e meno significativa di quel che si potrebbe pensare. Grafico

 

3. Evitare gli ossalati

Ciò che degli alimenti può irritare è la presenza di ossalati ed il potenziale acidificante.

Gli ossalati tendono ad aggregarsi (soprattutto in ambiente acido) formando cristalli di acido urico (precursori dei calcoli), che possono graffiare le pareti uroteliali infiammando la vescica e provocando dolore.

L'acidità in una vescica infiammata provoca il peggioramento immediato della sintomatologia (non provoca nulla invece se la vescica è sana).

Convenzioni per i soci

4. Scoprire gli alimenti che scatenano cistite

Come scoprire se ci sono e quali sono gli alimenti scatenanti? Bisognerà partire da una dieta che preveda solo i cibi concessi per qualche settimana (vedi la lista in basso delle sostanze generalmente tollerate) e introdurre gradualmente e lentamente (uno alla settimana circa) tutti gli altri alimenti (vedi lista delle sostanze potenzialmente irritanti). Se l'introduzione di quella sostanza non incrementerà i sintomi la si potrà continuare a mangiare, viceversa se riappariranno o peggioreranno i fastidi si avrà la certezza che quel cibo è irritante.

Scopri gli altri 17 fattori che contribuiscono a scatenare la cistite.

 

5. Non eliminare totalmente gli alimenti scatenanti

Una volta individuati gli alimenti a rischio non è necessario eliminarli totalmente. Sicuramente bisognerà evitarli in fase acuta, quando cioè la vescica è infiammata e quindi molto sensibile ed irritabile. Passata questa fase, in base alla reazione individuale li si può mangiare in modo limitato. Talvolta è sufficiente diminuirne le quantità per non avere sintomi, in altri casi basta aumentare l'intervallo che passa tra un'assunzione e l'altra.

 

6. Assumere un alcalinizzante

Due semplici consigli per limitare o addirittura impedire i danni da alimento scatenante: l'assunzione di un alcalinizzante (bicarbonato di sodio o altro) e l'idratazione dopo il pasto. L'alcalinizzazione impedisce la formazione di cristalli di acido urico irritanti e toglie acidità alle urine. L'idratazione diluisce sia gli ossalati che l'acidità urinaria e le eventuali sostanze irritanti presenti nelle urine, inoltre consente una loro più rapida eliminazione dalla vescica.

 

Elenco di alimenti tollerati e da evitare

Abbiamo stilato un elenco di alimenti in base alla raccomandazioni generali più diffuse. Tuttavia è bene sapere che non abbiamo avuto un riscontro reale dal sondaggio e alle testimonianze ricevute sul nostro Forum.

Alimenti e sostanze potenzialmente irritanti:
formaggi stagionati, panna acida, yoghurt, cioccolata, fave, fagiolini, cipolle, tofu, pomodori, mele, albicocche, avocado, banane, melone cantalupo (giallo), agrumi, mirtilli neri, uva, pesche, ananas, prugne, melograno, rabarbaro, fragole, succhi derivati da questi frutti, pane di segale, carne e pesce stagionati ed in scatola, essiccati, trattati o affumicati, acciughe, caviale, fegato di pollo, carni che contengono nitrati o nitriti, frutta secca (tranne mandorle, anacardi, pinoli), bevande alcoliche, birra, bibite gassate, caffé, te, succo di mirtilli neri, vino, maionese, cibi speziati, cibi etnici (cinesi, messicani, indiani, tailandesi), cibi fritti, salsa di soia, aceto, caffeina, alcool benzolo, acido citrico, glutammato di sodio, aspartame, saccarina, conservanti, ingredienti e coloranti artificiali.

 

Alimenti e sostanze generalmente tollerati: 

cioccolata bianca, formaggi non stagionati (crescenza, mozzarella, Jocca, ecc), latte , altre verdure e pomodori di produzione propria, meloni, pere, cereali, pane (tranne quello di segale), pasta, patate, riso, carne, pesce, mandorle, anacardi, pinoli, caffé e te decaffeinati, aglio e i condimenti non riportati nella lista precedente.
(Questa lista si riduce in caso di eventuali intolleranze alimentari purché diagnosticate da seri professionisti sanitari competenti in materia)

 

Sul FORUM puoi trovare altri consigli sull'alimentazione e la dieta da seguire per prevenire ed alleviare la cistite.

Bibliografia

  1. “Comparison of Two Diets for the Prevention of Recurrent Stones in Idiopathic Hypercalciuria” Borghi et Al, da New England Journal of Medicine, Volume 346:77-84 10 gennaio 2002, Number 2
  2. “THP: una indice di calcolosi renale”, Ggismondi, Pub med

ATTENZIONE! Cistite.info propone contenuti a solo scopo informativo e divulgativo. Spiegando le patologie uro-genitali in modo comprensibile a tutti, con attenzione e rigore, in accordo con le conoscenze attuali, validate e riconosciute ufficialmente.
Le informazioni riportate in questo sito in nessun caso vogliono e possono costituire la formulazione di una diagnosi medica o sostituire una visita specialistica. I consigli riportati sono il frutto di un costante confronto tra donne affette da patologie urogenitali, che in nessun caso vogliono e possono sostituire la prescrizione di un trattamento o il rapporto diretto con il proprio medico curante. Si raccomanda pertanto di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.

Privacy

Ai sensi del d.lgs 196/2003 e del GDPR 679/2016 in merito al trattamento dei dati personali si comunica quanto segue:

Il trattamento dei dati personali sarà improntato come da normativa indicata sui principi di correttezza, liceità, trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'articolo 13 del GDPR 2016/679, pertanto, Le forniamo le seguenti informazioni.

 

Titolare, responsabili del trattamento dei dati e responsabile della protezione dei dati

Il titolare del trattamento dei dati personali è Cistite.info APS con sede legale in Bolzano Via Parma, 1/C. 

Il responsabile del Trattamento personali inseriti in fase di registrazione al forum (https:\\cistite.info\forum), di registrazione alla newsletter (https://cistite.info/list/?p=subscribe) e/o in fase di richiesta associativa è il Presidente dell'Associazione Cistite.info APS, cui è possibile rivolgersi per esercitare i diritti di cui all'Art. 12 e/o per eventuali chiarimenti in materia di tutela dati personali, è raggiungibile all’indirizzo: cistite.info@pec.it

 

Tipologia dei dati raccolti

I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, indirizzo di residenza, luogo e data di nascita, Codice Fiscale, etc), saranno forniti al momento della richiesta di adesione all'Associazione o in fase di registrazione al forum (https:\\cistite.info\forum) o in fase registrazione alla newsletter (https://cistite.info/list/?p=subscribe).

 

Finalità e modalità del trattamento

I dati personali forniti saranno oggetto:

in relazione ad obblighi legali, fiscali e statutari:

in relazione a necessità di comunicazione delle attività dell'Associazione, del forum e della newsletter:

 I dati forniti dagli interessati verranno trattati prevalentemente con strumenti informatici sotto l'autorità del titolare del trattamento, da parte di soggetti specificamente incaricati, autorizzati ed istruiti al trattamento dati ai sensi dell’art. 30 del Codice privacy e degli artt. 28 e 29 del Regolamento privacy. Verranno osservate idonee misure di sicurezza anche ai sensi degli artt. 5 e 32 del Regolamento privacy per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati. Tutto ciò per garantire la sicurezza, l'integrità e la riservatezza dei dati stessi nel rispetto delle misure organizzative, fisiche e logiche previste dalle disposizioni vigenti.

 

Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati, conseguenze di un eventuale rifiuto e base giuridica del trattamento

Si informa che, tenuto conto delle finalità del trattamento come sopra illustrate, il conferimento dei dati è obbligatorio ed il loro mancato, parziale o inesatto conferimento potrà avere, come conseguenza, l'impossibilità di svolgere l’attività dell'Associazione e di assolvere gli adempimenti previsti dallo Statuto stesso nonchè di accedere al forum o di ricevere la newsletter.

 

A chi e in che ambito il Titolare può trasmettere i dati personali degli Interessati

I dati personali degli Interessati potranno essere comunicati all’interno dell’UE, nel pieno rispetto di quanto previsto dal Codice privacy e dal Regolamento privacy, ai seguenti soggetti:

Si informa che i dati dell’associato e le informazioni relative alle loro attività vengono gestiti e archiviati, con idonee procedure, utilizzando piattaforme anche operanti al di fuori del territorio nazionale (anche extra UE), quali Google, Keliweb, etc.

 

Durata del trattamento

 I dati personali vengono conservati per tutta la durata del rapporto di associazione e/o mandato e, nel caso di revoca e/o altro tipo di cessazione del rapporto, nei termini prescrizionali indicati nell’art. 2220 del Codice Civile. Nonostante quanto precede, Cistite.info APS potrà conservare taluni dati personali degli Interessati anche dopo la richiesta di cessazione del trattamento e ciò esclusivamente per difendere o far valere un proprio diritto ovvero nei casi previsti dalla legge o per effetto dell’ordine di un’autorità giudiziale o amministrativa.

 

Diritti degli interessati

 Lei potrà, in qualsiasi momento, esercitare i diritti:

L’esercizio dei suoi diritti potrà avvenire attraverso l’invio di una richiesta mediante email all’indirizzo cistite.info@pec.it

 

Misure di sicurezza

I dati personali degli Interessati sono trattati nel rispetto della legge applicabile ed utilizzando adeguate misure di sicurezza, in ossequio alla normativa in vigore anche ai sensi degli artt. 5 e 32 del Regolamento privacy.
In merito, si conferma, tra l’altro, l’adozione di opportune misure di sicurezza volte ad impedire accessi non autorizzati, furto, divulgazione, modifica o distruzione non autorizzata dei dati degli Interessati.

 

Modifiche all'informativa privacy

La presente informativa è soggetta a modifiche da parte del Titolare del trattamento; Cistite.info APS comunicherà per email le modifiche agli Interessati, con un preavviso di almeno 15 giorni rispetto alla data in cui si applicherà la nuova informativa.

 

Regolamento e privacy forum

 Rispetto ai dati di registrazione si specifica che:

Rispetto ai contenuti immessi sul forum l'utente deve valutare con particolare attenzione:

Si specifica inoltre che:

Informativa tecnica  e di servizio

Si fanno inoltre presenti i seguenti punti.

X

Right Click

No right click