La cistite interstiziale (CI) o sindrome del dolore vescicale (PBS) è sindrome cronica caratterizzata dalla distruzione progressiva dello strato più superficiale della vescica (strato di GAG), che la rende sempre più sensibile ad ogni stimolo provocando sintomi quali: elevata frequenza minzionale, urgenza, dolore sovrapubico, capacità vescicale molto limitata, nicturia.
La cura di prima scelta nel trattamento di questa sindrome, ossia quella che apporta i maggiori benefici col minor rischio, è la modifica di alcune abitudini (alimentari, minzionali, sportive, ecc) e l'adozione di strategie comportamentali idonee.

 

Dieta

Alcuni alimenti possono peggiorare la sintomatologia, soprattutto nei casi in cui sia risultato positivo il test al potassio di Parson e quindi laddove ci sia un aumento di permeabilità dell'urotelio, ma è estremamente individuale il tipo di alimento scatenante. Quindi, partendo da alimenti consentiti (formaggi magri, pere, riso, patate, pasta, pesce fresco, pollo, verdura e frutta non acide, ecc) si potrà aggiungere un cibo alla volta per valutare con maggior sicurezza se questo può peggiorare i sintomi.

In genere gli alimenti statisticamente più irritanti sono quelli maggiormente acidificanti e quelli ricchi di ossalati: bevande acide, alcoliche e gasate, caffè e te, pomodori, spezie, cioccolato, agrumi, dolcificanti artificiali.

Una volta trovati gli alimenti incriminati a volte non è necessario escluderli totalmente dalla dieta; piccole quantità di questi alimenti assunte ogni tanto potrebbero anche non creare problemi. E' importante ricordare che una dieta varia ed equilibrata è estremamente importante.

E' stato osservato un lieve miglioramento con l’assunzione di bicarbonato di sodio dopo i pasti.

Approfondimento: cistite: l'alimentazione in 6 punti

 

Idratazione

In caso di frequenza urinaria elevata la riduzione dell’idratazione aiuterà a diminuire la quantità di minzioni giornaliere. Bere meno dal tardo pomeriggio eviterà frequenti risvegli notturni per svuotare la vescica.

Se le urine sono molto concentrate e per questo molto irritanti si troverà beneficio aumentando i liquidi introdotti, che consentiranno una maggior diluizione delle sostanze irritanti in esse contenute.

E' consigliata l'acqua naturale non gasata, preferibilmente alcalina.

Evitare bevande gasate, dolcificate e succhi di frutta confezionati.

 

Addestramento della vescica

Consiste nell'allenare la vescica ad allungare i tempi tra una minzione e l'altra usando tecniche di rilassamento e tecniche distrattive.

 

Astensione dal fumo

Il fumo carica l'organismo di sostanze tossiche che vengono eliminate anche dai reni passando quindi per la vescica. E' infatti il primo fattore di rischio di carcinoma vescicale.
Di conseguenza rappresenta un agente estremamente irritante per le pareti vescicali.

 

Attività sportive

Nonostante dolore, stanchezza, frequenza e urgenza, bisognerebbe impegnarsi nell'esercizio fisico in quanto diminuisce sia la sintomatologia fisica, che la depressione associata. Oltre a distogliere il pensiero dall'organo malato infatti lo sport libera endorfine che riducono il dolore.

Tra le attività consigliate lo yoga è la più importante.

Tra quelle sconsigliate: il ciclismo, il pilates e tutti gli sport che rinforzano la muscolatura addominale.

 

Riduzione dello stress

La CI/PBS provoca stress, ansia e depressione che a loro volta contribuiscono all'abbassamento della soglia del dolore. Lo stress inoltre libera cortisolo, che diminuisce le difese immunitarie e aumenta la percezione del dolore.
Riducendo i fattori stressanti o imparando a gestire lo stress che essi provocano, il dolore diminuisce.

Utili a tale scopo le tecniche di rilassamento di base, lo yoga, la meditazione, l'autoipnosi, i massaggi rilassanti, la musicoterapia.

 

Altre terapie

Articoli correlati