La cistite interstiziale (CI) o sindrome della vescica dolente (PBS) è una sindrome caratterizzata dalla distruzione progressiva dell'urotelio (lo strato vescicale a contatto con l'urina) con coneguente dolore, frequenza, urgenza minzionale e ridotta capacità vescicale.

La diagnosi di CI/PBS si può avvalere anche del test di Parson (o test del potassio) e della ricerca nelle urine della proteina APF (fattore anti proliferativo).

 

Test di Parson (test del potassio)

Consiste nell'instillazione di potassio in vescica lasciandolo in sito per 5 minuti. Se compare dolore vuol dire che c'è un deficit di GAG (glucosaminoglicani, elementi che costituiscono l'urotelio, lo strato protettivo della vescica) ed il potassio riesce a passare nello strato interstiziale sottostante, più fragile e sensibile, provocando forte irritazione e dolore.

L'80% dei Pazienti con CI/PS sottoposti a questo test risultano positivi.

Attualmente questo test viene usato oltre che per la diagnosi, anche per valutare l'entità del danno uroteliale. Maggiore è il dolore e più avanzata sarà la patologia. Se compare o si acuisce il dolore, vuol dire che mancano i GAG ed il potassio passa negli strati vescicali più profondi, quindi la cura con somministrazione di GAG potrà essere efficace.

Nel caso opposto si procede con altre terapie.

 

Proteina APF (fattore anti proliferativo)

Ultimamente è stata rilevata nelle urine dei pazienti con CI/PBS una proteina chiamata APF, che pare impedisca alle cellule uroteliali di riprodursi bloccando la riparazione degli eventuali danni del tessuto vescicale e la normale sostituzione delle cellule vecchie/morte.

In futuro questa proteina potrebbe essere usata per porre diagnosi di CI/PBS senza necessità di ricorrere ad esami invasivi.

Le ricerche sulle possibilità diagnostiche di questa proteina sono ancora in fase di studio, così come le ricerche di altri marcatori quali il GP51, l' EGF, l'IGF, le interleuchine e l' HB-EGF(Heparin-Binding Epidermal Growth Factor ). Lo studio di questi marcatori potrà apportare importanti scoperte non solo in campo diagnostico,ma anche in quello terapeutico.

Approfondimento
La diagnosi della cistite interstiziale
La cistoscopia in idrodistensione

 

 

Articoli correlati