stick

Cosa sono gli stick per rilevare il ph vaginale

Questi stick sono strisce reattive che variano colore al contatto con le secrezioni vaginali rilevandone il ph, ossia l'acidità. Più il ph è basso e più sarà acido (tendente all'arancione/rosso), più è alto e più sarà basico/alcalino (tendente al verde/blu).
Il ph vaginale in condizioni di salute è compreso tra 3,5 e 4,5 (giallo/arancione).

Il ph vaginale è un parametro che ci indica quanto la nostra flora vaginale sia in equilibrio.

La fora vaginale è composta da diversi microrganismi, tra i quali i più importanti sono i lattobacilli.
I lattobacilli sono batteri buoni, presenti nelle secrezioni vaginali, che competono con i microrganismi patogeni (candida, virus e batteri) tenedoli a bada e difendoci dalle infezioni.
Questi batteri prediligono un ambiente acido e proprio a questo scopo sono in grado di produrre acido lattico, che abbassa il ph rendendo l'ambiente maggiormente ospitale. 

L'aumento del ph al di sopra dei 4,5 o al di sotto dei 3,5 indica una compromissione della flora batterica vaginale e quindi un aumentato rischio di sviluppare infezioni genitali.

 

Come si usano

Effettua un bidet con sola acqua (i detergenti possono interferire coi reagenti dando un risultato falso).

Preleva il tampone rilevatore facendo attenzione a non toccare con le mani la striscia reattiva o il tampone di cotone presente sulla parte terminale.

Inserisci delicatamente il tamponcino in vagina tenendo bene aperte le grandi labbra in modo da non toccare altre zone genitali prima di essere nel canale vaginale.

Una volta in vagina ruota il tamponcino lungo la parete vaginale in modo che si impregni di secrezioni. L'acidità delle secrezioni prelevate farà cambiare il colore della cartina tornasole presente sulla punta del dispositivo.

Estrai il tampone e confronta il colore ottenuto con la scala di riferimento riportata sulla confezione.

Leggi le esperienze di chi sta utilizzando gli stick per la valutazione del ph vaginale.

 

Come si leggono

Se i lattobacilli sono quantitativamente normali il ph sarà compreso tra 3,5 e 4,5.
Se i lattobacilli sono scarsi il ph si alza e supera il 5.

Nelle vaginosi il ph di solito non supera il 6.
Nelle vaginiti il ph è più elevato del 6.
Nelle citolisi il ph può essere anche più basso del 3,5.
Nelle infezioni da candida il ph non è significativo perché può variare da 3,5 a 7.

In caso di ph elevato bisognerà ricostruire l'equilibrio perso sia per favorire la sopravvivenza e la colonizzazione dei lattobacilli, sia per prevenire l'insorgenza di infezioni vaginali. Per ripristinare l'equilibrio vaginale puoi seguire il nostro Protocollo Miriam.

 Nota bene

Se la striscia reattiva non cambia colore dopo il contatto con le secrezioni potrebbe voler dire che il muco vaginale era troppo scarso per impregnare sufficientemente il tamponcino. Un'altra possibilità è che il tuo ph vaginale corrisponda a quello di default della cartina tornasole, che equivale a 5.

 

Conservazione

Gli stick reattivi temono l'aria, il caldo, la luce e l'umidità, pertanto vanno conservati sempre ben chiusi nel loro contenitore e riposti in un luogo fresco (inferiore ai 30°), asciutto e lontano dai raggi del sole.

Se dovessero apparire scoloriti o se dovessero virare spontaneamente dal colore base, non utilizzarle perchè potrebbero essere scadute o essere state mal conservate e aver perso quindi la loro capacità reattiva.

 

Dove acquistare gli stick vaginali

Dopo aver provato diversi stick vaginali di varie aziende produttrici riteniamo che i migliori in quanto a praticità di rilevazione, rapporto costo/qualità, effidabilità del risultato, precisione della misurazione e atraumaticità del tampone, siano gli Eco care confort tedeschi. 

Per i soci di Cistite.info APS onlus è previsto uno sconto del 10% per l'acquisto presso NaturaDiretta di questi stick per la rilevazione del ph vaginale.

Guarda tutte le agevolazioni per i nostri soci.