Con il termine "pelvi" si intende quella regione compresa tra le ossa che compongono il bacino.

Nella cavità pelvica femminile si trovano: il retto, gli organi genitali (l'utero, le ovaie, le tube), quelli urinari (la vescica, l'uretra, gli ureteri) e i relativi muscoli, legamenti, nervi e vasi sanguigni.

Sopra alla vescica, anteriormente poggia l'intestino. L'intestino è avvolto dal peritoneo, una doppia membrana che delimita superiormente la cavità pelvica separando di fatto gli organi uro-genitali dall'intestino.

Posteriormente alla vescica femminile vi è l'utero (che fa piegare leggermente in avanti la vescica) e più in basso la vagina, che scende parallela all'uretra. In caso di utero retroverso l'utero non seguirà la normale direzione verso avanti (come nell'illustrazione), ma sarà ribaltato indietro.

Gli organi pelvici, ad eccezione delle ovaie, sono cavità virtuali: in assenza di contenuto appaiono come palloncini sgonfi. La loro forma pertanto varia in base al loro riempimento e a quello degli organi vicini, che più saranno voluminosi (a causa di stipsi, gravidanza, fase premestruale, infiammazioni, ecc) e meno spazio lasceranno agli altri per espandersi.

Articoli correlati