Così Rosanna ha vinto la cistite. Il mannosio per uscire dal tunnel

 

Afflitta da continue infezioni urinarie, l'infermiera di Como è guarita definitivamente dal fastidioso disturbo grazie ad un forum su internet e ad una cura alternativa agli antibiotici

 

Rimini, 21 dicembre 2009 - "Benedetto internet e benedetta Rosanna".Questo devono aver pensato sempre più donne che hanno trovato proprio su internet la 'liberazione' da un male subdolo e doloroso come la cistite.

Scopri cos'è il D-mannosio e come agisce.

Un nome che per tantissime donne evoca non solo dolori insopportabili ma persino una vita sociale e di coppia completamente distrutta fino a giungere, nella peggiore delle ipotesi, ad una quasi invalidità. Si calcola che il 30% delle donne italiane ed il 12% degli uomini abbia accusato, almeno una volta nella loro esistenza, un'infezione delle vie urinarie, in particolar modo cistite.

Lo stesso che ha vissuto sulla sua stessa pelle (o vescica, in questo caso) Rosanna Piancone, 39 anni, infemiera professionale originaria di Como, da 7 residente a Bolzano. "Ho iniziato a star male nel 2002 -racconta al telefono Rosanna - avevo un episodio di cistite al mese che i medici mi curavano con un antibiotico. Stavo male anche fra un episodio e l'altro ed inizio a fare tutti gli esami del caso, cistoscopia, cistografia, decine e decine di urinocolture, dilatazioni uretrali.
In più come infermiera mi vedono tanti di quei medici che non ho più un'idea. Provo di tutto e di più, omeopatia, ginnastica vescicale oltre a fitoterapia.
Tra una crisi e l'altro ed ennesimi cambi di antibiotici finisco al pronto soccorso".

Rosanna è un fiume in piena quando racconta: "Non ho più voglia di vivere, la mia vita è distrutta da questa cistite che non mi dà tregua. In più in quel periodo ho una gravidanza extrauterina e finisco dallo psicoterapeuta. Mi metto allora a cercare su internet nei vari forum di donne che hanno la mia stessa patologia"

La svolta.

E via Internet arriva la grande svolta. "Su forum salute trovo altre donne che stanno vivendo il mio stesso calvario con la cistite, recidive su recidive. Tra di noi nasce l'idea di creare dei gruppi e testare sulla nostra pelle alternative agli antibiotici. C'è il gruppo che prova i vaccini anti battere escherichia coli, c'è il gruppo che prova l'omeopatia, il mio gli psicofarmaci ed un che prova il D- mannosio che facciamo arrivare dall'Inghilterra o dall'America perchè da noi, in Italia, non si trova. L'unico gruppo che ha dei giovamenti reali al 90% è quello che assume D-mannosio. Era il lontano 2005 ed eravamo le prime in Italia ad utilizzare mannosio. Non avevamo testimonianze precedenti a cui far riferimento; dovevamo sperimentarlo sulla nostra pelle e cercare i modi in cui riuscire a renderlo più efficace confrontando le nostre esperienze. Non avevamo nessun medico a favore (perché totalmente sconosciuto), nessuno che ci potesse dare un consiglio, nessuna certezza sull'innocuità del prodotto (tra l'altro preso all'estero tramite internet). Lo stesso forum ci bloccava le discussioni che aprivamo sul mannosio (giustamente, perchè non poteva permettere la divulgazione di qualcosa di sconosciuto, di cui non si sapevano gli effetti collaterali e l'efficacia)".

Ma era la strada giusta. "Ho continuato a stare meglio, tanto che ho avuto la mia ultima cistite il 21 gennaio 2006, al mio secondo mese di gravidanza e mi sono curata prendendo sempre mannosio. Da allora non ho più avuto nulla, sono tornata una donna normale", spiega Rosanna. Ma la battaglia di Rosanna non si è fermata e, memore della sua esperienza, ha voluto aiutare le altre donne.

Internet. "Una donna, quando si libera dalla cistite, non vuole più sentirne parlare, vuol solo dimenticare. Io ho pensato a quelle nella mia situazione e mi sono data da fare. Ho contattato, sempre più Internet, le varie aziende farmaceutiche perchè producessero questo D-mannosio anche qui in Italia. Noi avevamo avuto problemi di importazione e molte donne sarebbero rimaste sprovviste di D-mannosio. Così mi ha risposto una piccola ditta di un farmacista che ha preso talmente a cuore la vicenda che ha creato un prodotto a base di D-mannosio che combatte con grande efficacia la cistite, commercializzato in Italia da luglio 2008".

Rosanna, che ora è madre di una bimba di 3 anni e mezzo, Morgana, però non si è fermata e, grazie all'aiuto del suo compagno, ha creato un sito www.cistite.info con il quale sta aiutando le donne disperate come era lei a uscire dal tunnel della cistite. Un sito che in 9 mesi ha già totalizzato quasi 400 iscritte, destinate ad aumentare di giorno in giorno. E Rosanna risponde sempre a tutte le donne, disperate e non, che le scrivono, che le chiedono consigli. Un punto di riferimento per chi si trova nel tunnel nerissimo della cistite.

Ma Rosanna non si ferma mai, anche se il sito e la figlia la tengono molto occupata: sta scrivendo un libro e sta continuando a studiare tutte le patologie urologiche che affliggono le donne. Il suo sogno? Laurearsi in medicina quando Morgana sarà più grande. Sicuramente ce la farà. Una che ha sconfitto la cistite non può conoscere ostacoli.

di Grazia Buscaglia

 

Questo è l'articolo integrale pubblicato su www.quotidiano.net il 21/12/2009 (per gentile concessione).

Per scaricare il file in formato PDF dell'articolo originale cliccare qui.