Uscire dal tunnel con il d-mannosio, uno zucchero semplice estratto dal larice, e una lenta ricerca delle cause più profonde. L’esperienza di Rosanna ha aiutato moltissime donne.

 La cistiteè un’infiammazione della vescica che si stima colpisca tre donne su dieci all’anno. I sintomi associati sono bruciore nella minzione, urgenza, possibili perdite di sangue. La medicina ufficiale, tendenzialmente allopatica – che identifica cioè i sintomi con la malattia stessa – prescrive antibiotici per eliminare il batterio responsabile della crisi cistitica - di solito escherichia coli - innescando un circolo vizioso caratterizzato dal ripresentarsi dei sintomi a distanze sempre più brevi e da un malessere diffuso anche durante gli intervalli. Chi ne soffre racconta che diventa difficile persino viaggiare, prendere mezzi pubblici, per non parlare dei rapporti sessuali. Ne sa qualcosa Rosanna, l’infermiera di Bolzano che dopo quattro anni di cistite ricorrente, grazie al d-mannosio e ad un profondo ascolto del proprio corpo, ha sconfitto il problema e adesso si dedica a divulgare sul web la sua esperienza mettendo in contatto migliaia di cisty-girls.

Leggi tutto: Intervista: "Cistite ricorrente: guarire si può"