Storia di un mese che non finisce più

Racconta qui il tuo percorso con la cistite

Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Kaisa » mer dic 11, 2013 3:30 pm

Ciao a tutte, sono Alice e ho 18 anni. Non ho mai avuto problemi di cistite, se non qualche sporadico caso di fastidio alle vie urinarie, di cui però neanche mi accorgevo e che passava nel giro di un giorno con una tisana alla malva. Roba che non consideravo neanche, insomma...

La mia storia, quindi, è breve: sto soffrendo della mia prima cistite acuta da 25 giorni, duranti i quali la situazione non è migliorata minimamente. Il sintomo principale è l'urgenza persistente di andare in bagno, sento continuamente la vescica pienissima, anche quando mi sono appena alzata dal water, e questa cosa mi crea seri problemi a dormire, studiare ed uscire di casa. Non ho dolori particolari, se non un senso di bruciore e di forte fastidio alla vescica (specialmente dopo che ho urinato) e ho spesso mezza linea di febbre. Niente perdite bianche, prurito, ecc. Non so che cosa abbia causato questo problema, sentivo già un'infiammazione "nell'aria", che probabilmente un rapporto un po' spinto con il mio ragazzo ha peggiorato.

Che cosa ho fatto per cercare di curarmi? Dopo i primi tre giorni ho fatto visita al medico di famiglia, che mi ha prescritto degli antibiotici (ciprofloxacina) senza successo. Mentre ero sotto antibiotici ho fatto le analisi per le urine, che sono risultate negative. Dopodiché sono andata da un urologo, che mi ha prescritto altri antibiotici "per sicurezza" (chinoplus), che ovviamente non hanno fatto effetto. Smessa la cura antibiotica, mi sono indirizzata verso l'omeopatia, in particolare ho iniziato a bere tisane alla malva, succo di aloe (e in generale molta più acqua) e globuli di berberis/apis. Nessun miglioramento. Ho fatto un'ecografia, dalla quale è risultato che non ho problemi a reni e vescica. Passati 8 giorni dall'ultimo antibiotico ho fatto un'altra analisi alle urine, dato che mi era stato detto che forse gli antibiotici avevano alterato le analisi precedenti. Anche questa volta, analisi delle urine e urinocultura negative. Qualche giorno fa mi sono fatta visitare dal mio ginecologo, che mi ha prescritto Monuril, ma pure questo non ha risolto il mio problema.

Tutti i i medici che ho visitato fin'ora mi hanno parlato di infiammazione e mi hanno detto che questo problema è risolvibile, ma la conclusione è che da 25 giorni sto soffrendo come un cane e la situazione non sembra migliorare minimamente. Davvero, è una tortura, non riesco più ad avere una vita normale e delle volte scoppio in lacrime! :oops: Non ce la faccio più, questo problema non mi dà tregua un secondo.

Secondo voi è davvero una cistite acuta? Sapreste consigliarmi qualcosa? Un antifiammatorio potrebbe essermi utile (mi dicono che coprirebbe il sintomo senza curarmi)? Vi prego, aiutatemi...


P.S: non so se possa essere un'informazione utile, ma da due mesi sono passata dalla pillola contraccettiva al cerotto. Magari è stata quella la causa scatenante? Il ginecologo dice di no :| Ah, non ho più avuto rapporti da quando ho questo problema.

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Vln » mer dic 11, 2013 6:20 pm

Ciao Kaisa! Benvenuta nel forum!
Aspettando che arrivino le moderatrici a consigliarti gli accorgimenti più giusti, ti volevo intanto dire di stare tranquilla, e che si risolverà tutto!
Hai questo problema da pochissimo, e anche se hai preso degli antibiotici (che hanno sicuramente falsato il risultato della analisi, non FORSE) ne uscirai sicuramente.


Quello che posso consigliarti io è di fare un bel respiro (ovviamente di pancia) e iniziare a leggere bene il forum, che è come uno scrigno inesauribile di verità e virtù.
Ti capisco, comunque, per il problema che hai, perchè anche io avverto uno stimolo molto molesto che non mi fa mai essere tranquilla e rilassata come ero prima. Vivere la vita in questo modo è terribile, lo so bene. Ma sei arrivata nel posto giusto, e inizierai a stare bene.

Un'ultima cosa: la pillola. Non credo che il passaggio da pillola a cerotto possa aver influito, sono gli ormoni in generale che non vanno bene.

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Flami » gio dic 12, 2013 12:33 am

Ciao Kaisa, benvenuta!
Noto che ti hanno letteralmente riempita di antibiotici!!
Ma hai provato a prendere D-Mannosio? Quali accorgimenti del forum stai adottando? Quando hai rapporti hai dolore alla penetrazione? E durante? Usate un lubrificante?
Intanto ti direi di smettere di prendere antibiotici e provare a sferrare l'attacco con una bella dose di D-Mannosio e vediamo come va. se si presenta febbre alta e dolore al fianco, e altri disturbi come nausea e debolezza, la via dell'antibiotico è inevitabile. Ma al momento non mi sembra il tuo caso.
Intanto farei anche un tampone vaginale perché anche se non hai perdite o prurito, l'equilibrio potrebbe essere stato alterato. Ricordati di farti riportare ph e flora lattobacillare.
Per quanto riguarda la contraccezione, come ti ha detto Vln, non credo proprio sia stato il cambiamento da pillola a cerotto a far precipitare la situazione. Tieni presente che l'assunzione della pillola o comunque il cerotto, possono essere una delle cause che portano a cistite.
Aspettiamo le tue risposte. :ciao:

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Kaisa » mer dic 18, 2013 10:38 pm

Innanzitutto ringrazio entrambe per avermi risposto :)

Novità di questa settimana: dopo un mese, il sintomo non è sparito né migliorato... Stesso stimolo continuo di andare in bagno, senza dolore, al massimo leggero bruciore/fastidio. Però dalle ultime analisi è emerso che ho 500 leucociti, ma nessun tipo di batterio o microrganismo! Sul forum ho letto che i leucociti sono sintomo di infiammazione, e l'urologo me l'ha confermato. Ho fatto anche il tampone vaginale, ma non hanno trovato nulla di strano. Inoltre il medico ha aggiunto che gli antinfiammatori non risolverebbero definitivamente l'infiammazione, al massimo toglierebbero temporaneamente i sintomi, senza però grandi risultati. In poche parole devo aspettare che mi passi da sola, ma nemmeno lui sa quanto ci vorrà :-:::: mi ha detto soltanto che passerà sicuramente. E io intanto sto impazzendo!
Ho iniziato l'agopuntura, speriamo :hurted:

Ora rispondo a Flami: ho guardato il forum, ma purtroppo non ho trovato molto riguardo alle infiammazioni abatteriche! Per quanto riguarda i rapporti, non ho mai avuto dolori e non ho mai usato lubrificanti, ma dato che da quando ho questa cistite sono in 'astinenza' non so se in questo momento proverei dolore con la lubrificazione... D-Mannosio non l'ho provato perché ho letto che è indicato più che altro per le cistite batteriche :(

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Flami » gio dic 19, 2013 3:12 pm

Kaisa innanzitutto ti consiglio di leggere molto le nozioni base del forum..fondamentale! Perché ho proprio la sensazione che tu le abbia lette in maniera un po' sbrigativa. C'è tutta una parte e molte storie personali dove si parla proprio delle cistiti abatteriche.
Per quanto riguarda il tampone, a noi non dà nessuna informazione il fatto che non ci sia nulla di strano, a noi interessa la presenza della flora lattobacillare ed il valore del ph. L'approccio del forum è quello di ripristinare le nostre difese e non di distruggere i batteri o i funghi o chicchessia che ci infastidiscono.
Inoltre D-Mannosio può essere di aiuto anche nelle cistiti abatteriche, per la proprietà antiinfiammatoria della morinda citrifolia e l'effetto del mannosio nel ricostruire lo strato dei gag presenti in vescica. Inoltre il bicarbonato (presente in D-Mannosio normale) aiuta con il bruciore. Io ti consiglio di provarlo se non vuoi cadere in un circolo vizioso!
Per i rapporti, se non te la senti non averne, ma quando li avrai di nuovo, ti consiglio l'uso di uno dei lubrificanti proposti qui (studiati appunto per la nostra situazione), proprio per evitare di incappare in cistiti post-coitali.
Leggi tanto mi raccomando!
:ciao:

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Natina » gio dic 19, 2013 3:52 pm

Ciao Kaisa, ti do il mio benvenuto in ritardissimo!!
Comunque ti consiglio di prendere in erboristeria Malva equiseto e gramigna e iniziare a bere la tisana, è antinfiammatoria e fa molto bene.

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Kaisa » mer gen 01, 2014 4:47 am

Grazie ad entrambe! In queste due settimane ho avuto modo di esplorare meglio il forum, ma ancora il problema non si è risolto... Stessi sintomi, vescica piena. Ho provato la malva come hai detto tu, Naty, ma nulla... l'agopuntura non ha ancora dato grandi risultati! Ora ho ordinato il cistiquer (tra l'altro non mi è arrivata nessuna email di conferma per l'ordine, mi fa strano).

sto entrando nella fase "ho la CI" :-gulp so che è stupido, ma non posso non pensare al peggio...

P.s x Flami: purtroppo nel tampone il medico non mi aveva indicato la Flora lattobacillare e il ph, per cui per ora non lo so :(

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Rosanna » ven gen 03, 2014 2:35 pm

Kaisa ha scritto:sto entrando nella fase "ho la CI"

Kaisa ha scritto:Non ho dolori particolari, se non un senso di bruciore e di forte fastidio alla vescica (specialmente dopo che ho urinato)

Questi non sono sintomi di una CI, tranquilla, non ce l'hai. :):
Kaisa ha scritto:ho spesso mezza linea di febbre.

Cosa intendi per "mezza linea"?
37,05?

Il tuo problema, è evidente, non sono i batteri quindi è assolyutamente inutile, oltre che dannoso, continuare ad assumere antibiotici.
Dobbiamo solo capire da dove proviene quel dolore. Scartiamo l'ipotesi della CI che non hai. Ci sono molte altre cause, oltre alla CI ed ai batteri, che provocano infiammazione e dolore. Vedrai che le troveremo e che questo periodo sarà solo un ricordo.
Per far ciò però ora servirebbe un'esame urine completo con analisi del sedimento, un diario minzionale ed un tampone con valutazione di ph e lattobacilli.
La sospensione del cerotto ritengo che sia il primo passo indispensabile per ottenere la guarigione.
Hai eliminato i detergenti intimi?
Hai provato a prendere un antinfiammatorio per vedere se il fastidio passa?
Kaisa ha scritto:ho guardato il forum, ma purtroppo non ho trovato molto riguardo alle infiammazioni abatteriche!

Non hai cercato bene!
http://cistite.info/joomla/index.php/mcosaelacistite
http://cistite.info/joomla/index.php/mi ... toecronico
viewtopic.php?f=26&t=1784#p54952

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Kaisa » mer gen 08, 2014 9:31 pm

Rosanna ha scritto:Questi non sono sintomi di una CI, tranquilla, non ce l'hai.

Lo spero! Purtroppo però, proprio oggi ho fatto visita al dr. Talarico (so che non è tra i medici consigliati, ma io abito in Valle d'Aosta e mi era stato detto che è uno dei pochi urologi qui che conosce l'interstiziale), il quale mi ha detto che non può escludere la CI: questo perché secondo lui la cistite interstiziale "ha sintomi sfumati", soggettivi, per cui non può affermare che io non ce l'abbia. E lì mi è crollato il mondo addosso. Dopodiché mi ha prescritto Pelvilen e Nervaxon, due farmaci che in genere prescrive a donne che soffrono di CI: ha aggiunto che se con questi farmaci noterò dei miglioramenti, allora probabilmente soffro di CI e mi farà fare una cistoscopia, se invece la situazione rimane uguale è probabile che io abbia un altro problema. Boh, ci sono rimasta malissimo, non so cosa pensare... Ancora mi fa strano pensare di avere l'interstiziale, quando praticamente il mio unico sintomo è il tenesmo e una sensazione di fastidio/disagio alla vescica dopo aver urinato :cry: il bruciore, che già all'inizio era leggero, non ce l'ho più!
Comunque per ora non prendo nessuno di questi medicinali, aspetto una vostra opinione :cry:

Ora rispondo alle tue domande, Rosanna: sì, per 'mezza linea' intendo 37,05°, che però non ho più avuto problemi di febbre! E da poco non sto nemmeno più utilizzando detergenti intimi. Per quanto riguarda gli antinfiammatori, ho preso 5 compresse di Feldene (piroxicam), senza grandi risultati :| ora mi è arrivato il cistiquer, proverò anche quello!

Volevo aggiungere un'altra cosa: col fatto che poco dopo aver urinato sento uno stimolo "irritativo", ovvero sento proprio che c'è un'irritazione, un fastidio/disagio alla vescica (è così difficile da spiegare!), molto spesso trattengo l'urina anche per ore per non andare in bagno. Quando infatti lo stimolo è vero e proprio, cioè ho davvero bisogno di urinare, diventa più sopportabile e meno fastidioso, sono anche più tranquilla psicologicamente! Il problema è che questa cosa sta diventando un po' una fissazione, infatti ci sono giornate in cui vado in bagno solo 2/3 volte a forza di trattenere (quando prima di avere questi problemi andavo anche 6 volte) :oops: immagino che questo potrebbe aggravare ulteriormente la situazione, vero?

Rosanna ha scritto:Per far ciò però ora servirebbe un'esame urine completo con analisi del sedimento, un diario minzionale ed un tampone con valutazione di ph e lattobacilli.

Dalle ultime analisi (fatte un mese fa, il 05/12), il sedimento presenta: rari batteri, numerose cellule epiteliali squamose, numerosi leucociti.
A breve rifarò sia analisi urine che tampone, e vi farò sapere :smile: grazie a tutte quante!

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda frizzina » mer gen 08, 2014 9:44 pm

ciao!
:ciao:
Kaisa ha scritto:spesso trattengo l'urina anche per ore per non andare in bagno.

Mai trattenere Kaisa!! Mai!! questo porta a ristagno di batteri, e possibilità di andare incontro a contrattura!!
Kaisa ha scritto:mi ha prescritto Pelvilen e Nervaxon

non conosco il secondo, ma se leggi sul forum riguardo al pelvilen, la sua efficacia è soggettiva. A me per esempio, non ha fatto niente.
Kaisa ha scritto:immagino che questo potrebbe aggravare ulteriormente la situazione, vero?

si. dovrai lavorare su di te, a livello psicologico. Fai pace col tuo corpo e dagli la possibilità di agire per il meglio.
Fare la pipì come la cacca è un attimo di benessere. Coglilo. Non vederli come nemici!

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Aliruna » mer gen 08, 2014 10:03 pm

Ciao Kaisa! Frizzina ti ha già detto tutto, ma volevo dirti che a me il Pelvilen fu prescritto per contrattura e vestibolite. Non fu per nulla risolutivo, ma qualche minimo effetto positivo sull'infiammazione lo avevo notato. Eppure, non soffro di CI, assolutamente! Quindi se anche dovesse darti giovamento, credo che non sarebbe affatto una prova del fatto che tu abbia la CI! Se guardi la sezione sul Pelvilen, dove c'è anche il PDF del foglietto illustrativo, vedi che non serve solo per CI, ma anche per tante altre cose! E poi scusa, quel medico dicendoti così ha innescato un meccanismo un po' strano: io al posto tuo starei lì a sperare di non stare meglio con i farmaci che mi ha prescritto, solo per non avere una malattia che temo! Bah. Sii fiduciosa! Stai intraprendendo il tuo cammino di guarigione. Io sentirei anche uno dei medici consigliati, comunque. In bocca al lupo!

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Natina » gio gen 09, 2014 3:38 pm

Aliruna ha ragione. Il Pelvilen viene dato anche per altre patologie che probabilmente il medico che ti ha visitato non conosce.
Infatti voglio chiederti se durante la visita lui ti ha accennato di patologie quali contrattura pelvica, vestibolite, neuropatia (che poi comprende un po' tutto), vulvodinia?
Ti chiedo questo perchè se un medico non ha suffucenti conoscenze è ovvio che la sua diagnosi si orienterà esclusivamente sulla sua specializzazione e quindi CI.
Discorso trattenere la pipì. Se ne è parlato in questi giorni mi pare nella storia di Ondina ( :humm: ). Se fai pipì in assenza di stimolo è normale avvertire maggior fastidio, quasi tutte l'abbiamo riscontrato, ma non è neanche corretto trattenere ore per paura. Bisogna cercare di sbloccare questo meccanismo. Questo problema riguardava anche me e quando mi sento particolarmente contratta torna ad affacciarsi di nuovo. La chiave è cercare di essere più rilassate possibili. Lo stimolo si avverte in maniera normale e dopo aver fatto pipì sul water continua a fare esercizi di rilassamento. magari quella sensazione fastidiosa si attenua.

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Rosanna » lun gen 13, 2014 11:08 pm

Kaisa ha scritto:Purtroppo però, proprio oggi ho fatto visita al dr. Talarico (so che non è tra i medici consigliati, ma io abito in Valle d'Aosta e mi era stato detto che è uno dei pochi urologi qui che conosce l'interstiziale), il quale mi ha detto che non può escludere la CI: questo perché secondo lui la cistite interstiziale "ha sintomi sfumati", soggettivi, per cui non può affermare che io non ce l'abbia.

Già solo per quanto hai scritto in questa frase non sarà mai tra i consigliati di questo forum. Conoscerà pure la CI, ma da quel che scrivi temo che conosca solo quella e non sia in grado di porre diagnosi differenziale con malattie simili, ma altre; malattie che ritiene "CI dalla sintomatologia sfumata". Ma la CI ha sintomi ben precisi che la caratterizzano e le sfumature non sono altro che patologie diverse, purtroppo poco conosciute. Sono tantissimi gli urologi che pensano di essere superaggiornati solo perché conoscono la CI; il problema è che la vedono ovunque, anche dove non vi è alcuna evidenza, forse prprio perché riempirsi la bocca di questa parola li fa sentire più validi dei colleghi. Qui però non funziona.
Pelvilen e Nervaxon (o similari) li assumono quasi tutte in questo forum, ma in pochissime hanno ci. Quel che vorrei farti capire è che non ti sto dicendo che non hai la ci per ranquillizzarti (la vulvodinia e la neuropatia, che potresti avere, sono altrettanto invalidanti e temibili, se non di più), ma te lo dico affinché tu arrivi al più presto a una diagnosi, perché prima si intraprende il cammino giusto e prima si guarisce evitando di peggiorare.
Ora valuta tu.
Kaisa ha scritto:per 'mezza linea' intendo 37,05°, che però non ho più avuto problemi di febbre!

Ma mica puoi chiamarla "febbre"! Se ti provi la temperatura corporea tutti i giorni di un ciclo mestruale completo probabilmente vedrai che tutti i mesi raggiungi quella soglia.
Kaisa ha scritto:ho preso 5 compresse di Feldene (piroxicam), senza grandi risultati :| ora mi è arrivato il cistiquer, proverò anche quello!

Il Cistiquer non agisce in fase acuta. Il principio attivo impiega qualche settimana per accumularsi e riparare la vescica e solo dopo si cominciano a sentire i benefici.

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Vln » mer gen 22, 2014 1:31 pm

Ciao Kaisa, come stai?
Sintomi?
Esami?
Novità?

Facci sapere!
Baci

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Kaisa » mer gen 29, 2014 10:29 am

Eccomi! Avrei voluto aggiornarvi la settimana scorsa, ma ho avuto alcuni problemi con internet e non ci sono riuscita... La settimana scorsa, infatti, sono arrivati i risultati delle ultime analisi:

URINCULTURA: negativa
E nelle analisi...
PH: 5 (un bel po' bassino! Ma in questi giorni sono riuscita ad alzarlo un po')
LEUCOCITI: 0 (perché sono spariti?)
NITRITI: 0
ANALISI DEL SEDIMENTO: niente da rilevare.

Praticamente, a parte il ph basso, non c'è niente di interessante. La cosa che mi turba è che anche i 500 leucociti sono scomparsi... Ma i sintomi no! Quelli sono sempre uguali :-::::

Volevo anche aggiornarvi su alcune cose "curiose" che non ho pensato di dirvi le scorse volte...
Per esempio, di notte non ho problemi: non mi sveglio mai per fare pipì, e di notte non ho quello stimolo continuo che ho durante il giorno, anzi molto spesso non lo sento nemmeno nei primi attimi appena sveglia! Poi appena mi alzo e mi muovo un po', è tutto di nuovo daccapo, per almeno di notte sono tranquilla.

E un'altra cosa è che a volte mi sembra di non riuscire a finire di urinare: mi sembra di dover spingere (so che non dovrei! :( ) per far uscire il resto, come se non riuscissi a svuotarmi in un colpo solo. Ci sono volte in cui ogni volta che spingo escono gocce (e questo penso sia abbastanza normale), altre in cui mi sembra di fare pipì all'infinito, diciamo che non sono solo goccine ma una quantità più consistente. Questo non mi succede sempre, ma abbastanza frequentemente... E subito mi ha fatto pensare ad una contrattura, solo che sarebbe il solo sintomo di contrattura! Infatti il getto di urina è sempre a cascata, mai sottile e difficoltoso, e per esempio non soffro nemmeno di stipsi o di dolore... Non so quanto questa informazione possa essere utile, ma dato che da sana non avevo questa "pipì infinita", mi sembrava giusto farlo notare :roll:
l'urologo (non quello che mi ha parlato della CI, è un altro per fortuna :lol: ) mi ha detto che questo sintomo è abbastanza normale in caso di infiammazione/irritazione. E mi ha anche detto che è sicurissimo che non ho la CI o altre cose gravi, per fortuna :P ero un po' in paranoia nelle scorse settimane... Comunque non mi ha più prescritto nulla, mi ha solo consigliato di fare esercizi di rilassamento e di provare alcuni rimedi naturali.


Ringrazio Frizzina, Ariluna, Naty e Rosanna per avermi rassicurata riguardo al Pelvilen: sono arrivata alla conclusione che quell'urologo di cui ho parlato l'ultima volta non ne sapesse molto al riguardo :roll: avete ragione, non mi ha parlato di nessun'altra patologia, ma anzi mi ha solo preoccupata ulteriormente senza sapere realmente che cosa avessi! E alla fine non l'ho nemmeno provato il Pelvilen...

Rosanna ha scritto:la vulvodinia e la neuropatia, che potresti avere, sono altrettanto invalidanti e temibili

Mi sono informata riguardo ai sintomi della vulvodinia, ma non mi ci ritrovo molto! Potrebbe comunque essere quella? Scusa l'ignoranza... :oops:

Comunque al momento non sto più prendendo niente a parte alcuni fermenti (femelle e enterelle) che prendevo già da qualche settimana... Non so più che pesci pigliare! La cosa che più mi preoccupa è che non è un problema che va e viene, no, come mi è venuto due mesi e mezzo fa non mi è più passato neanche per un momento...
Cosa mi consigliate a questo punto?
Seguendo il consiglio del medico, sono in astinenza da rapporti da quando ho questo problema... Secondo voi ha senso? Avere rapporti peggiorerebbe la situazione?

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Natina » mer gen 29, 2014 11:04 am

Kaisa ha scritto: i 500 leucociti sono scomparsi... Ma i sintomi no!

Vuol dire che la tua vescica è sanissima e la causa dei tuoi disturbi non dipende da essa.
Kaisa ha scritto: di notte non ho problemi

Hai letto l'articolo nell Home page sul "dolore cronico"?
Kaisa ha scritto:Cosa mi consigliate a questo punto?

Di andare da uno dei medici consigliati per avere finalmente una diagnosi è iniziare una cura mirata.
Kaisa ha scritto:sono in astinenza da rapporti da quando ho questo problema... Secondo voi ha senso?

Scusami non ricordo, hai dolore ai rapporti?
Ti va di averne nonostante i fastidi?

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Rosanna » gio gen 30, 2014 6:26 pm

I tuoi sintomi fanno propendere sempre più per un problema neurologico vescicale.
In questi casi i farmaci neuromodulatori fanno miracoli, ma c'è bisogno di una visita di uno specialista. Un neurourologo sarebbe l'ideale.
Hai notato se c'è qualcosa che ti fa stare meglio o che ti fa passare i sintomi anche solo per pochi secondi?

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Kaisa » mer feb 05, 2014 1:49 am

naty ha scritto:Vuol dire che la tua vescica è sanissima e la causa dei tuoi disturbi non dipende da essa.

Lo credo anche io, questo spiegherebbe perché tutto ciò che ho preso per guarire la vescica non abbia fatto effetto. Però il fastidio/peso e il seguente stimolo che sento, li sento proprio a livello vescicale...

naty ha scritto:Scusami non ricordo, hai dolore ai rapporti? Ti va di averne nonostante i fastidi?

Non ho mai avuto dolori, no. Comunque per ora preferisco non averne, più che altro per paura di peggiorare le cose! Però spero che questo problema passi al più presto possibile... :-::::

Rosanna ha scritto:I tuoi sintomi fanno propendere sempre più per un problema neurologico vescicale.

Quando parli di "problema neurologico vescicale", intendi la neuropatia al pudendo? Perché ho letto l'articolo sul dolore cronico della home e sono anche andata su pudendo.it, però a quanto ho capito si tratta di un problema molto doloroso... Io dolore non ne ho! Se cerco "neuropatia vescicale" su internet trovo principalmente informazioni sulla neuropatia diabetica o sul dolore pelvico neuropatico, ma niente che penso possa ricondursi al mio problema...
Scusatemi, spero di non aver saltato una parte delle nozioni fondamentali del forum :oops:
Mi sembra comunque di aver capito che le neuropatie sono particolarmente rognose da guarire, è così?

Rosanna ha scritto:Hai notato se c'è qualcosa che ti fa stare meglio o che ti fa passare i sintomi anche solo per pochi secondi?

In genere sto meglio quando sono sdraiata e tranquilla, diciamo che in questa posizione sento meno i fastidi. Anche seduta e ferma sto un po' meglio... Invece mi dà più fastidio muovermi, camminare, correre, o anche stare ferma in piedi è parecchio fastidioso. Diciamo che spesso quando sono più rilassata e tranquilla mi sembra di stare meglio, più mi muovo peggio è!
(Mi riferisco sempre al momento in cui, dopo aver fatto pipì, senso quella sensazione di fastidio e mancato svuotamento; quando invece sento lo stimolo vero e proprio non ho più fastidi, resta solo lo stimolo. Per questo motivo a volte commetto l'errore di trattenere, per non dover andare in bagno e risentire quei fastidi...)

Comunque pensavo di fare presto una visita da Porru :smile: nel caso poi mi diagnosticasse davvero una neuropatia, mi potrò rivolgere ad un neurourolgo!

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Rosanna » gio feb 06, 2014 11:30 am

Leggi qui:
http://cistite.info/joomla/index.php/mi ... toecronico
Kaisa ha scritto:Comunque pensavo di fare presto una visita da Porru :smile: nel caso poi mi diagnosticasse davvero una neuropatia, mi potrò rivolgere ad un neurourolgo!

Porru riesce comunque a trattare anche l'aspetto neurologico vescicale.

Re: Storia di un mese che non finisce più

Messaggioda Kaisa » mer mar 05, 2014 4:59 pm

Ciao a tutte, è da un po' che non scrivo!
La situazione è rimasta sempre uguale, ma sono finalmente riuscita ad avere un appuntamento con Porru per il 4 aprile (è dura aspettare!).
In attesa della visita, però, sono riuscita a contattarlo online per parlargli dei miei sintomi: ovviamente un consulto su internet non sarà mai come una visita faccia a faccia, però dai sintomi che ho descritto Porru pensa che possa trattarsi di una contrattura. A questo punto spero sia così, così avrei finalmente una diagnosi! Mi ha consigliato di fare l'uroflussometria per verificare la presenza di contrattura.
Per ora aspetto aprile con pazienza :-gulp

Volevo però chiedervi una cosa: ho provato ad avere un rapporto con il mio ragazzo (ahimè senza lubrificante), ma dopo poco ho avvertito un po' di bruciore vaginale, e anche se era assolutamente sopportabile ho smesso subito per evitare di peggiorare la situazione... E questo bruciore è rimasto anche un po' dopo il breve rapporto. Se si trattasse davvero di contrattura, avere questo tipo di bruciori è normale?


Prossimo

Torna a Storie di Cistite

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Clasara, Google [Bot] e 4 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214