la mia "storiella"

L'archivio delle storie personali

la mia "storiella"

Messaggioda Claire » mer mag 05, 2010 10:02 pm

Cara Rosanna e care amiche,
non mi sono mai iscritta a un forum, ma quando qualche notte fa, per l’ennesima volta seduta in bagno tra una fitta e l’altra, cercavo su internet e ho trovato questo forum, ho ritrovato finalmente un po’ di speranza. Ho realizzato che le donne ad avere il mio problema ricorrente sono molte e questo mi fa sentire meno sola. Anche perché i medici-per lo più uomini- sanno solo riempire di antibiotici e la gente sa dirti “eh sì, anch’io l’ho avuta una volta, è un po’ fastidiosa”, e si prodigano a dare consigli inutili senza sapere dove questo “male”può arrivare. Ma cominciamo dall’inizio della mia storia di cistite.
Ho 28 anni e ho avuto le prime cistiti con i miei primi rapporti sessuali. Poco prima di avere i rapporti avevo iniziato a prendere la pillola e il mio medico allora disse che era stata la pillola a indebolire il mio sistema uro genitale, a stravolgerlo. Cominciarono mesi di antibiotici, ovuli e ovletti che la mia ginecologa mi dava a ripetizione. Allora ho collezionato una sfilza di tamponi e urinocolture che partivano dall’escherichia coli per arrivare a tanti altri batteri e funghi, a ogni giro sempre diversi e sempre più forti, non in ultimo la candida. Disperata, alla fine mi affidai all’omeopatia e l’omeopata mi diede cantharis alla 9 ch secondo la frequenza che stabiliva lei in base all’attacco di cistite. Poi per combatterla preventivamente mi diede fitocranberry della solgar, 3 capsule al giorno. Per combattere la candida e tutti i funghi, anche per i problemi vaginali, mi diede Fungikan 3 capsule al dì, albicansan d5 gocce, se non sbaglio 10 gocce prima dei pasti e albicansan d3 pomata da mattere mattina e sera sui genitali e prima e dopo i rapporti. La situazione cambiò drasticamente in meglio. Col mio secondo ragazzo non ebbi mai problemi di cistite per ben due anni. Nei periodi in cui avvertivo un lieve bruciore usavo subito fitocranberry, fungikan e albicansan pomata e subito stavo bene. Ora sto con un altro ragazzo, sto con lui non più come una ragazzina alle prime esperienze, lo amo come non ho mai amato. Con lui mi sento adulta e donna. E anche a letto c’è sempre stata una meravigliosa e più profonda intesa. E tuttavia in seguito ai rapporti con lui sono ricominciati i problemi di cistite. Anzi, la prima cistite dopo anni appunto di calma, è stata in un periodo in cui ero distante da lui ed ero molto sotto stress e mi è venuta così, dall’uno al due. Poi da allora tutte le successive cistiti mi sono venute dopo i rapporti sessuali. Mai subito dopo, sempre a distanza di un giorno circa. Parliamo di circa un anno e mezzo fa. Avevo cistiti continue, dolorose, emorragiche, violente. La cura passata questa volta non mi faceva niente. Inoltre faccio l’attrice e mi trovavo a fare una turnè in giro per l’Italia che durava un anno, in condizioni mai stabili, anche a livello di esami sanitari, medici, ricette… Vari medici mi prescrissero via via ciproxin, monuril ..coi risultati che potete ben immaginare. Nel frattempo ho interrotto la pillola che avevo cambiato perché i miei ormoni impazziti mi avevano causato un’acne spaventosa e col lavoro che faccio dovevo tenerla a bada. L’ho fatto con Diane e alcuni farmaci tremendi come roaccutan, che mi hanno causato danni tremendi: oltre a una ritenzione idrica nelle gambe spaventosa, calcoli renali, emicrania con aura (un disturbo neurologico che sto tenendo sotto controllo con un neurogo che mi segue, per fortuna). A questo punto interruppi Diane e gli altri medicinali, che sentivo mi indebolivano anche sul fronte cistite. Cercando per conto mio scoprii un altro rimedio omeopatico staphysagria. Inoltre, ormai esasperata cominciai a cercare su internet e lessi da qualche parte dell’D-Mannosio e del bicarbonato di sodio. Così cominciai la cura con questi ultimi due, usando lubrygin, ovuli filmegyno e staphysagria alla 9 ch prima e dopo i rapporti e nel resto della giornata. Le cose migliorarono leggermente ma non abbastanza. La cistite non mi veniva sempre ma comunque ogni tre rapporti sì. Troppo spesso, considerando che dopo ogni cistite prima di avere un rapporto, prima di riprendermi passavano minimo 20 giorni. Un trauma ogni volta. Interruppi tutto, anche l’D-Mannosio(dopo 2 mesi che lo prendevo)scoraggiata. Finalmente mi fermo nella mia città per un po’ e mi rivolgo a quello che viene considerato uno dei migliori omeopati e lui mi riempie di una serie di cure che ora non ricordo nel dettaglio anche perché sono mescolate ad altri rimedi per curare emicrania, disturbi ormonali ecc.(l’omeopata mi dice che la 9 ch è una diluizione troppo bassa:le diluizioni basse hanno un effetto più immediato ma anche meno duratuto, bisogna prendere diluizioni mlto alte ad ampio spettro temporale, ma è solo lui che può stabilire quali!) Nello stesso periodo faccio una serie di sedute di agopuntura. Per qualche mese non ho cistiti, ma ho perennemente la sensazione di bruciore vescicale, vescica che tira ecc. Per quanto riguarda l’agopuntura ho la sensazione che non abbia fatto chissà che cosa. Poi un altro trasloco. Mi avvicino a dove abita il mio ragazzo e dove io possa lavorare più facilmente. Trovo una mia dimensione eppure ho ancora qualche cistite. Come rimedi di fondo l’omeopata mi dà r18 3 pastigliete al giorno…ma non mi fa praticamente effetto. Ma nel frattempo ho altri problemi più “incombenti”da curare: diarree ricorrenti, una nevralgia che dalla spalla mi arriva al viso ecc. Problemi sfortunati che mi perseguitano ancora e così evito rapporti ed evito anche di fare sport ecc. E poi finalmente guarisco da tutto, mi riprendo, mi sento piena di vita e…ricado nella cistite! Stiamo ormai parlando della settimana scorsa. Disperata. Dolorante. Non mi succedeva ormai da molto, perché avevo tutte le precauzioni: crema e lubrificante, svuota vescica prima e dopo, lava prima e dopo, bevi molto dopo e prendevo pure staphysagria e cantharis prima e dopo. Ma l’ultima volta non è stato sufficiente. Non so se dipenda dal fatto che qualche giorno prima avevo avuto diarrea, se il rapporto è durato molto(e il mio ragazzo ha un pene non piccolo) se ho aspettato un minuto di più prima di correre in bagno…eppure la maledetta è tornata (questa volta come tutte quelle dell’ultimo anno l’ urinocoltura era negativa). Mi sono depressa. Ma poi ho chiamato voi e ho telefonato al mio omeopata che però per telefono può fare poco. Presto tornerò da lui (nela mia città d’origine) e mi farà un piano d’attacco spero buono. Nel frattempo mi ha dato homeos 17 gocce, cantharis e staphysagria alla 30 ch 5 granuli per una lontano pasti, rexidine dopo i pasti, fermenti lattici. Io ho deciso di ricorrere nuovamente anche a fitocranberry e fungikan oltre ai semi di pompelmo e a tisana di uva ursina. Inoltre in base ai vostri consigli sto prendendo BDS due cucchiani al giorno(matt e sera) e ho riordinao l’D-Mannosio…riproviamo! Voglio anche prendere gli stick per capire il mio ph, tante nozioni del forum sono state davvero utili a ricrearmi questo piano d’attacco!Peccato che tutte queste medicine costino davvero troppo e sto dando fondo ai miei pochi risparmi! Purtroppo questo problema mi sta logorando, anche perché si va a sommare con altri problemi di salute che ho avuto, mai gravi, come vi ho detto prima, ma d’altronde neanche la cistite è considerata tale! E tra questi anche un problema agli occhi in seguito a unn incidente….insomma ho tante piccole magagne e la cistite proprio non ci voleva anche perché va a intaccare la cosa più bella che ho, il mio rapporto d’amore! Ma nonostante tutto credo di essere una persona comunque fortunata e cerco di mettercela tutta per non lasciare che simili cose rovinino la mia esistenza! Ma non sempre è facile. Un abbraccio e grazie a tutte. A presto Claire

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Genny » mer mag 05, 2010 10:52 pm

ciao claire!innanzitutto benvenuta..io non sono una veterana ma posso assicurarti ke qui troverai persone molto competenti e tutte pronte a tirarti su!proprio xkè sappiamo tutte come ci si sente!non ho capito una cosa della tua storia..scrivi di urinocolture negative nell'ultimo anno..mentre prima?quali erano i batteri responsabili?magari mi è sfuggito qualcosa ma mi pare ke ci siano buchi neri nella tua storia..è importante anke il dettaglio a volte..cmq aspettiamo Rosanna che sapra' sicuramente dirti qualcosa..stai tranquilla..sei nel posto giusto! :potpot:

Re: la mia "storiella"

Messaggioda StregaNoite » mer mag 05, 2010 11:15 pm

Ciao Claire .. Benvenuta! Che pasticcio. Stai mischiando terapie e terapie, presa dalla disperazione :( ci credo che stai spendendo tutti i risparmi. Premetto che dovrai sentire il parere di Rosanna, perchè la tua storia è lunga e complicata e credo terrà conto anche delle cistiti con urinocoltura negativa, ma intanto posso darti delle linee di condotta:
Intanto smetti di usare tutto ciò che è a base di mirtillo (cranberry) e uva ursina, altrimenti il bicarbonato non serve a nulla! Per favore, fidati di noi.
Riprendi D-Mannosio, dose d'attacco 4-5 dosi al giorno, a scalare pian piano se ti senti bene.
Controlla il ph e prendi il bicarbonato solo se è sotto il 7, non superare l'8.
Usa Lubrigyn ad ogni rapporto e anche se hai fastidi durante la giornata.
Lavati esclusivamente con acqua, detergente solo sull'ano dopo la popo'.
Prendi delle tisane di malva ed equiseto, ti faranno stare meglio.
Per la candida, utilizza Elleffe100 e Candidep.
Ricostituisci la flora intestinale con un buon integratore come Nutriflor.

Per ogni cosa che ti ho nominato troverai molte informazioni effettuando una ricerca sul forum, riguardo a cosa sono e come vanno presi :): Un grosso in bocca al lupo e tienici aggiornate!

P.S. Che bel lavoro!! Il mio papà faceva il regista.

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Claire » mer mag 05, 2010 11:33 pm

Grazie, grazie mille dell'accoglienza!!!E anche del bel riassuntino!!! questo sito raccoglie tutte le info, ma a volte per chi ha poco tempo risultano un po' sparse-seppur ben ordinate- e avere comunque dei piccoli riassunti è molto utile!!!
buonanotte!

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Viv. » gio mag 06, 2010 5:19 am

Ciao Claire e benvenuta! :welcome: :welcome:
Come Genny prima di me, ti chiedo di specificare un po' meglio gli esami che hai fatto.
hai fatto sempre l'urinocoltura?
Quante volte le urinocolture erano positive e quante negative?

Dato che sei appena arrivata ti metto qualche link utile ma tieni presente che se vuoi venirne fuori devi muoverti tu: solo tu senti i sintomi che il tuo corpo ti manda, studialo, leggi e impara a riconoscerli e a saper reagire.

viewtopic.php?f=9&t=1442
http://cistite.info/joomla/index.php/mcosaelacistite

La strada della guarigione passa attraverso il ripristino delle difese: quindi cura l'inestino e l'ambiente vaginale. Nel frattempo hai un elevata probabilità di avere ricadute. L'importante è non mescolare approcci e terapie diverse, non cedere all'antibioco e sapere come comportarsi: lo stato di sicurezza mentale in te stessa e in quello che fai ti aiuteranno a venirne fuori. L'ansia e la paura, lo sai, fanno solo male.

Ho letto che hai avuto numerose cistiti post rapporto. In questo, se si tratta di cistiti batteriche, D-Mannosio ti sarà di grande aiuto quindi ti invito a leggere molto bene la sezione ad esso dedicata in terapie farmacologiche, facendo molta attenzione ai dosaggi post rapporto.
Se le tue cistiti sono esclusivamente batteriche e se sarai costante noterai un notevole abbassamento della frequenza delle cistiti associate al sesso!

Re: la mia "storiella"

Messaggioda TANIA » gio mag 06, 2010 7:29 am

Ciao.... sono Tania, benvenuta!

mamma mia che storia anche la tua.

Le ragazze ti hanno già dato dei buoni consigli.... come ti ha detto Strega gli integratori (fermenti vaginali e orali) sono molto molto importanti, come le tisane di malva ed equiseto.. Inoltre volevo dirti di fidarti delil mannosio più che mai perchè è ottimo per i batteri che risalgono le vie urinarie. Più leggerai e più ti accorgerai che c'è una via d'uscita!

Un abbraccio.

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Stefania 69 » gio mag 06, 2010 9:29 am

Ciao Claire, benvenuta :welcome:

Ti hanno gia' detto abbastanza le altre per cominciare.
Ribadisco il consiglio, non mischiare tutti i possibili rimedi che trovi in giro, mi rendo conto che possa essere una reazione istintiva, ma e' meglio cercare di fermarsi un attimo , tirare un bel respirone e riorganizzarsi.

E' fondamentale capire il meccanismo (o i meccanismi) che ti portano alle crisi, diversamente sarai sempre li' a curare il sintomo senza eliminare la causa e non sei la sola, e' capitato a tantissime di noi.

Questo e' il significato delle domande che ti hanno fatto e di quelle che probabilmente aggiungera' Rosanna.

Aggiungo due cosine :):

Durante i rapporti hai dolore o difficolta' alla penetrazione?
Se provi a contrarre e decontrarre i muscoli vaginali, ci riesci? (leggi qui come: http://cistite.info/forum/viewtopic.php?f=166&t=1392)

Per riequilibrare la flora vaginale, consigliamo di inserire yogurt naturale o compresse di ovuli vaginali, ti posto qualche link:

http://cistite.info/forum/viewtopic.php?f=169&t=735&start=0#p13745
http://cistite.info/forum/viewtopic.php?f=31&t=569#p8252




Fai l'attrice, bello!... mia madre lavorava al Teatro Stabile. Non come attrice, pero'.

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Claire » gio mag 06, 2010 11:22 am

Grazie ancora a tutte! Certo, cercherò di seguire i vostri consigli e soprattutto i segnali del mio corpo!
Rispondendo a Viv, ho fatto urinocolture tra i 19e i 22 anni, quando avevo le prime cistiti. al momento non riesco a ritrovarle, ma ricordo che a ogni esame spariva un batterio e ne ricompariva un altro. Quelli più importanti erano ovviamente candida ed escherichia coli. Poi per fortuna sono stata quasi quattro anni senza avere cistiti.
In seguito, quando mi sono tornate ho fatto delle urinocolture sempre negative (non avevo preso antibiotici) e anche qualche ecografia all'addome, sempre negativa! Ho l'impressione che le mie cistiti non siano batteriche , ma più che altro "meccaniche". Tuttavia può essere che io abbia i batteri appena sotto la soglia del range per cui i batteri vengono esaminati e che quindi l'urinocoltura risulti negativa ma le mie urine hanno comunque qualche milioncino di batteri... spero che il mannosio possa COMUNQUE aiutarmi....
Per Stefania 69: Per fortuna non ho dolori di penetrazione nè difficoltà. Non ho MAI problemi durante il rapporto, nè vaginali nè vescicali... Riesco a contrarre e decontrarre i muscoli, sì!!!Inoltre per fortuna nonostante le cistiti, non ho vaginiti nè bruciori nè pruriti...chissà perchè-in fondo è tutto collegato-ma il mio ambiente vaginale sembra più forte di quello vescicale!... Grazie ancora, seguirò i vostri preziosi consigli.

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Frens » gio mag 06, 2010 12:06 pm

ciao e benvenuta Claire..non sei sola, ci siamo qui noi pronte ad aiutarti e consigliarti come hai già visto.
io ti consiglio di riprovare con D-Mannosio, come ti han detto giustamente le altre, e ti dico anche che come integratore nn basta prendere una dose ogni tanto, ma bisogna iniziare con 3 dosi dopo l'attacco acuto, e a scalare pian piano, possono volerci mesi. poi prendevi il cranberry che inibisce in maniera discreta l'azione del mannosio.. l'omeopatia a quanto so nel nostro caso nn ha portato a particolari risultati, e nemmeno la fitoterapia, se per questa intendi uva ursina, mirtillo e altro, a me ha funzionato x un periodo, poi son tornata peggio di prima.
io ti consiglierei anche di rivolgerti ad un urologo di quelli consigliati in lista nella sezione apposita.

Re: la mia "storiella"

Messaggioda sere24 » gio mag 06, 2010 12:24 pm

ciao cara,ti hanno già detto molte cose anche se è bene sentire rosanna perchè hai un bel trascorso articolato!mamma quanta roba hai preso.... :)
convengo con le altre nel consigliarti di seguire un solo protocollo coerente di modo che puoi anche capire se da questo trai benefici o meno e cosi ti regoli per trovare la cura per te piu consona.Adesso sei qui e prova a seguire quello che noi stesse abbiamo fatto prima di guarire....potresti uscirne anche tu in questo modo!Anche se le tue cistiti dovessero essere prive di batteri e quindi legate al rapporto sessuale ti dico che il mannosio è cmq un ottimo rimedio se consideri che il mio ultimo attacco era abatterico e ne sono uscita alla grande proprio perchè oltre al mannosio nelle dosi è contenuto bds e noni che ha effetto antinfiammatorio.Come ti hanno detto le altre è bene ricostruire una forte flora vaginale di modo che sarà lei stessa a proteggerti da ogni cosa per far ciò segui quanto ti è stato detto e fanne tesoro.
ciao e aggiornaci.

:P :P

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Rosanna » gio mag 06, 2010 4:11 pm

Benvenuta anche da parte mia.
Scusami se non ho risposto prima, ma ho per l'ennesima volta Morgana a casa malata e tutta la mattina ho dovuto giocare coi "cuccioli cerca amici" che salivano sull'arca di Noè!!
:muro:
Ed ora veniamo a noi.

Claire ha scritto:Poco prima di avere i rapporti avevo iniziato a prendere la pillola e il mio medico allora disse che era stata la pillola a indebolire il mio sistema uro genitale, a stravolgerlo.

Concordo! Questo è l'incipit di tutto ciò che poi è seguito.
Claire ha scritto:Allora ho collezionato una sfilza di tamponi e urinocolture che partivano dall’escherichia coli per arrivare a tanti altri batteri e funghi, a ogni giro sempre diversi e sempre più forti, non in ultimo la candida.

Questo non ha fatto altro che destabilizzare ulteriormente ogni tuo equilibrio introducendoti nel circolo vizioso classico (cistite-antibiotico-candida-cistite) degenerante.
Claire ha scritto:Col mio secondo ragazzo non ebbi mai problemi di cistite per ben due anni.

Cosa c'era di diverso tra il primo rapporto ed il secondo (anche a livello sessuale e a livello di dimensioni o modalità di rapporto)? Cosa c'è/c'è stato in comune tra il primo e quello attuale? E' importante che tu riesca a
decifrarne le somiglianze e le differenze. Da ciò si potrebbero capire molte cose.
Claire ha scritto:da allora tutte le successive cistiti mi sono venute dopo i rapporti sessuali. Mai subito dopo, sempre a distanza di un giorno circa.

Non viene mai subito dopo, ma a distanza di 24/48 ore.
Claire ha scritto:Inoltre faccio l’attrice

Ma sai che spesso mi chiedo: "Chissà se fra tutte le utenti di questo forum magari c'è anche qualche famoso personaggio?" Che so: un'attrice, una cantante, una politica. Che ne sappiamo se dietro al nick "Claire", magari si nasconde Elena Sofia Ricci?
Claire ha scritto:Interruppi tutto, anche l’D-Mannosio(dopo 2 mesi che lo prendevo)scoraggiata.

Quanto e come lo prendevi?
Claire ha scritto:Ma l’ultima volta non è stato sufficiente. Non so se dipenda dal fatto che qualche giorno prima avevo avuto diarrea, se il rapporto è durato molto(e il mio ragazzo ha un pene non piccolo) se ho aspettato un minuto di più prima di correre in bagno…eppure la maledetta è tornata

Probabilmente è stato l'insieme di tutto ciò. La cistite non viene mai per un unico fattore scatenante.
Claire ha scritto:(questa volta come tutte quelle dell’ultimo anno l’ urinocoltura era negativa)

Probabilmente perchè non sono i batteri i responsabili di questa tua infiammazione. Mi spieghi bene quali sono i tuoi sintomi?
Claire ha scritto:Io ho deciso di ricorrere nuovamente anche a fitocranberry

:n
Claire ha scritto:sto prendendo BDS due cucchiani al giorno(matt e sera)

E come ti sembra stia andando col bds? Hai notato miglioramenti?
Claire ha scritto:si va a sommare con altri problemi di salute che ho avuto

Cioè?

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Isis » gio mag 06, 2010 4:45 pm

Ciao Claire!!! Benvenuta! Siamo tutte quì per aiutarti nel miglior modo possibile! Io sono iscritta solo da qualche mese, ma ci tenevo a darti anche il mio appoggio! Ed in particolar modo volevo consigliarti di non prendere i semi di pompelmo, a me sono anche stati sconsigliati dal Dott. De Angelis. Prima di iniziare questo cammino, li avevo presi per un anno, e non avevo trovato alcun giovamento, almeno per ciò che concerne le cistiti da e.coli. Nel mio piccolo, ti vorrei consigliare di fare molti cicli di fermenti lattici e, soprattutto, una buona terapia d'attacco con il mannosio, perchè, credimi, è un vero toccasana! Da quando ho iniziato a prenderlo (quasi 3 mesi fà), sento le urine più "pulite" e "leggere", e non ho avuto attacchi di cistite, tranne ovviamente i piccoli fastidi dovuti allo squilibrio della flora che impiegano più tempo ad andare via. Ma stò decisamente meglio, ed ho fiducia in questo percorso!!! In bocca al lupo cara! :baci:

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Viv. » gio mag 06, 2010 10:01 pm

Claire, ma quanto materiale, eh?
Io non aggiungo altro: c'è tutto!
Ora aspetto paziente tutte i tuoi commenti! Ciao

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Claire » ven mag 07, 2010 11:37 pm

Cara Rosanna, che piacere sentirti finalmente personalmente! Cercherò di essere precisa ed esaustiva nelle risposte alle tue domande…ma prima di tutto ti ricordo che ho 28 anni quindi è impossibile che io io Elena Sofia Ricci! Eheh!..
Allora, mi chiedi di fare un elenco di similitudini e differenze tra il primo ragazzo che chiamerò M, il secondo, E, con cui non avevo problemi, e il mio attuale, V. Dunque…
-Con M usavo la pillola, anche con E; con V il preservativo
-con M ed E non usavo il lubrificante, con V sì
-Con V- e con gli altri no- mi è capitato di fare l’amore durante le mestruazioni
-Le posizioni predilette erano varie e diverse in tutti e tre i casi
-M aveva un pene medio-corto ma massiccio; E medio e sottile; V lungo e grosso (ma devo dire che, dato che sono alta e con fianchi larghi e anche le parti intime sono proporzionate, è con quest’ultimo che raggiungo una piena soddisfazione sessuale..) E infatti con V il rapporto dura più che con gli altri.

Prendevo l’D-Mannosio 2 volte al giorno come mi aveva prescritto il dr De Angelis dato che voleva evitare un peggioramento delle mie diarree già molto frequenti. Ma vedo che voi ne prendete-e mi consigliate-molto di più… Ora vedremo, aspetto che mi arrivi a casa!

Allora…i miei sintomi…
Dipende dalle volte…Diciamo che quando l’attacco di cistite mi viene post rapporto, è sempre molte ore dopo. Durante il rapporto –raramente- ho una sensazione di tensione vescicale, ma vaginale mai. Subito dopo sto benissimo, anzi, sento la zona più rilassata e “morbida”. Poi il giorno dopo ho un’improvviso bruciore crescente in modo esponenziale alla vescica che mi sembra esploda. Non riesco a trattenere lo stimolo come me la facessi addosso e poi escono poche gocce, con dolore lancinante che si irradia al ventre, alle gambe, in un tremore, un brivido. Cerco di bere molto e l’urina aumenta di quantità, ma non diminuisce il dolore. Tendo a fare un goccino ogni 30 secondi ma vorrei tenermi stretto tutto…talvolta tengo pigiato con un po’ di carta igienica mentre urino, non so, mi dà una sensazione di maggior controllo…in quei momenti sento l’uretra che brucia moltissimo ed p come una valvola fuori controllo. A volte perdo sangue, a volte no (a proposito, spesso le cistiti erano in concomitanza delle mestruazioni).
Il dolore dura circa 6 ore, qualunque cosa io prenda, monuril o rimedi omeo. Una tortura. Non so se è per lo sconquasso nervoso, ma in questi momenti mi vengono anche attacchi di diarrea, provo brividi di freddo, a volte ho la febbre.
Nei giorni subito dopo l’attacco ho come l’impressione di avere l’uretra “lassa” ma non mi sembra di essere incontinente. Ho sensazione di vescica che tira…che è come sempre presente. A volte brucia tenere le urine e non più quando mi libero, altre volte mi brucia l’uretra subito dopo avere urinato e ho come la sensazione di vescica che tira, raggrinzita, che ha bisogno di essere riempita d’acqua… Prima di riavere un altro rapporto passerà almeno un mese…
Col bds devo dire che va un po’ meglio, nel senso che sento minore il bruciore. Ma voglio provare a usare il basenpulver di cui parli in un tuo post, dato che soffro di ritenzione idrica… Inoltre ho mandato la mail alla ladurner per gli stick, voglio proprio capire com’è il mio ph…ma ancora non mi hanno risposto.

Purtroppo ho avuto qualche “guaio”, qualche problemino…l’elenco:
-Distacco di retina in seguito a incidente(sono operata e fuori pericolo, ma devo stare attenta tutta la vita a non prendere colpi, fare caprioli, salti, correre…meno male che non ho più 7 anni…però sono cmq limiti…!!)
-emicrania con aura (sono seguita da un centro cefalee… Non si sanno i motivi precisi per cui viene-a me è comparsa un anno fa a 27 anni-ma secondo me è stata la pillola)
-Problemi di sbalzi ormonali (mestruazioni dolorose, acne, cellulite e ritenzione idrica, irsutismo…)
-continue diarree

Come potrai intuire alcuni problemi non sono correlati con la cistite, altri sì (e a questo proposito devo dire che l’omeopatia sta facendo molto per gli ormoni e le diarree)…


Ecco, spero di essere stata chiara ed esaustiva!! Ti ringrazio per i consigli, ringrazio tutte, cercherò di seguirli!
Un bacione e alla prossima! C.

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Rosanna » sab mag 08, 2010 10:38 am

Dunque. Riorganizziamo i fattori di rischio coi vari partner.
- Fattori di rischio con V: pene lungo e grosso, preservativo, rapporti lunghi.
- Fattori di rischio con M: pillola, no lubrificante, pene corto, ma grosso.
- Fattori di rischio con E: pillola, no lubrificante, pene medio e sottile.
Valutando che hai un certo squilibrio ormonale (acne, irsutismo, ecc) direi che la pillola possiamo escluderla dai fattori scatenanti perchè nel tuo caso potrebbe addirittura aiutare l'equilibrio ormonale ed inoltre con E non avevi avuto problemi di cistite nonostante prendessi la pillola. Dunque ciò che resta è indubbiamente la dimensione del pene che durante il rapporto va probabilmente a sollecitare nervi e muscoli ed a schiacciare l'uretra provocando ristagno urinario e difficoltà alla minzione. La lunga durata del rapporto aumenta questo trauma sull'uretra e la stimolazione delle terminazioni nervose. Il preservativo aumenta l'attrito sulle mucose.
Di solito non consiglio la pillola anticoncezionale, ma forse nel tuo caso potrebbe essere d'aiuto, stando attenta però a prevenirne gli effetti collaterali quali la secchezza vaginale utilizzando un buon lubrificante (quale usi?) e l'abbassamento della flora vaginale inserendo fermenti lattici.

Claire ha scritto:talvolta tengo pigiato con un po’ di carta igienica mentre urino, non so, mi dà una sensazione di maggior controllo

Esattamente come fa Astrid!

Dai sintomi che descrivi mi sembra di intuire che il problema non sia assolutamente di origine batterica (col cavolo che passa dopo 6 se c'è una bella infezione batterica!). Piuttosto valuterei il lato neuro-urologico facendo un'urodinamica e rivolgendomi appunto ad un neuro-urologo.
Claire ha scritto:Col bds devo dire che va un po’ meglio, nel senso che sento minore il bruciore.

Dunque evita assolutamente il mirtillo!
Claire ha scritto:Prendevo l’D-Mannosio 2 volte al giorno come mi aveva prescritto il dr De Angelis dato che voleva evitare un peggioramento delle mie diarree già molto frequenti. Ma vedo che voi ne prendete-e mi consigliate-molto di più…

Alla luce di queste ultime informazioni io direi che non è necessario aumentare il mannosio, proprio perchè a mio parere non sono i batteri i responsabili del tuo problema. Non saranno quindi ne' il mannosio, ne' gli antibiotici a risolvertelo. Tuttavia il mannosio ai dosaggi che già applichi può preservarti da possibili infezioni (che talvolta hai avuto), visto che un organo sofferente ha minori capacità di difendersi dagli attacchi batterici.
Claire ha scritto:-emicrania con aura (sono seguita da un centro cefalee… Non si sanno i motivi precisi per cui viene-a me è comparsa un anno fa a 27 anni-ma secondo me è stata la pillola)

Oh! La conosco bene! Ne soffriamo io, Sandro e mia sorella! E nessuno di noi prende la pillola (Sandro in primis!)

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Claire » sab mag 22, 2010 3:08 pm

Sono molto giù... Purtroppo è ricapitato.... Lubrygin alla grande, fermenti latici vaginali e via bocca, tisana di equiseto-malva, bds mantenendo il ph a 7 (effettivamente avevo bruciorini quando era più basso)... In tutto questo il mannosio ancora non mi è arrivato dopo 3 sett dall'ordine epagamento (telefonando sono stati gentilissimi e mi hanno detto che sarà un problema poste...però ancora niente). Ho fatto l'amore, scappando poi in bacio, facendolo con dolcezza, brevemente... eppure ecco nuovamente la cistite, esplosiva e dolorosissima. Non sapevo che fare e ho preso neofuradantin (tra l'altro è la prima volta che lo prendo, ultimam mi era capitato solo di prend Monuril). Insomma mi sento uno schifo. Sono triste che la mia vita sessuale sia così problematica. Ora aspetterò D-Mannosio. Cara Rosanna, al momento mi è materialmente impossibile fare una urodinamica dato che sono troppo spesso in giro, devo organizzarmi. ma nel frattempo speravo di poter arginare il problema. Parlando con un'anima ho scoperto che vive la mia stessa situazione (la indirizzerò a questo splendido forum) e pure lei ha il testosterone altissimo. La cistite può essere causata da questo squilibrio ormonale? Io non ho mai fatto i dosaggi ormonali ma deduco di avere il testosterone alto e soprattutto drasticamente aumentato non so perchè in questo periodo in cui mi è riesplosa acne, irsutismo ecc. Tuttavia non me la sento di riprendere la pillola: nella mia famiglia c'è un'alta ereditarietà di tumori a seno e ovaie, problemi alle vene ecc.inoltre io stessa ho vene gonfie e moltissima cellulite e ritenzione idrica nelle gambe, aumentata in modo esponenziale quando prendevo la pillola. Per cui dal punto di vista ormonale spero di poter fare qualcosa con l'omeopatia...Ma ovviamente è lunga! Un bacio a tutte!
C.

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Frens » sab mag 22, 2010 8:33 pm

ciao cara, mi spiace per questa ricaduta, capisco che alla fine ti sei arresa all'antibiotico, l'importante è che ci dai sotto di fermenti lattici sia per bocca che in vagina come stai facendo. neofuradantin tra l'altro tra tutti gli antibiotici è uno dei "migliori", o sarebbe meglio dire, uno dei meno peggio.
ad ogni modo visto che ci son stati problemi nella spedizione, tieni presente che puoi ordinarlo in farmacia e ti arriva in giornata, al max entro 2 gg, così nn rimani sensa in situazioni "disperate"
l'equilibrio (o squlibrio) ormonale ha grande influenza sulla cistite e in genere sull'apparato urogenitale.
in effetti per questo problema si usa dare la diane o il visofid, che non sono estrogeni, ma antiandrogeni, che cmq possono darti lo stesso problemi a livello vascolare, tuttavia, io valuterei la cosa se i livelli sono molto alti, anche perchè eventualmente puoi riuscire a ridurre i rischi con l'attività fisica, una alimentazione corretta anche con uso di integratori efficaci per prevenire tumori, e aumentare la frequenza dei controlli.

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Claire » sab mag 22, 2010 8:56 pm

Grazie Frens!!! Mi consigli di fare i dosaggi ormonali? In realtà la mia è una supposizione di testosterone alto...non ho mai fatto i dosaggi ormonali e non so se effettivamente servono... hai qualche info maggiore su eventuali cure contro il testosterone? Purtroppo Diane &co ho promesso di non usarle più. Sono convinta che i miei mal di testa siano di origine ormonale e durante Diane mi è venuta l'emicrania co aura(le cui cause sono disparate e ancora sconosciute in parte) e inoltre Diane mi ha rovinato le gambe in due masse spugnose che non riesco a sgonfiare(ormai da oltre un anno ho interrotto la pillola...) D'altra parte i problemi ormonali sono riesplosi...e con essi la cistite! (che cmq avevo anche durante la pillola!) Grazie grazi egrazie!Buona serata!

Re: la mia "storiella"

Messaggioda clio77 » sab mag 22, 2010 9:41 pm

intanto facciamo questi dosaggi così ci togliamo il dubbio ;)

Re: la mia "storiella"

Messaggioda Frens » sab mag 22, 2010 9:55 pm

concordo con Clio, intanto falli, poi vediamo. info sulla terapia antiandrogeni oltre a quelle che ti ho detto non ne ho, o meglio, ci sono tanti farmaci antiandrogeni usati, ma non sulle donne.
in caso io tenterei una cura omeopatica da un bravo medico


Prossimo

Torna a Archivio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: 1PIMPI1, petalina75 e 5 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214