SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIONE

Testimonianze e discussione a proposito di questo dilemma

SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIONE

Messaggioda Cles » ven feb 08, 2013 7:18 pm

Raccolgo qui alcuni interventi di Rosanna fatti nel forum in modo da avere un quadro completo di sintesi sul perchè dell'alcalinizzazione o acidificazione e come e quando siano necessarie. Riporto inoltre alcune nozioni interessanti riguardo all'influenza dell'alimentazione.

L'ambiente vaginale deve essere acido (3,5 / 4,5 di ph) affinchè la normale flora batterica possa agevolmente sopravvivere e riprodursi. La vescica invece deve avere un ph molto più alto (tra i 5,5 ed i 7,5). Acidificare le urine non serve, mentre acidificare l'ambiente vaginale serve moltissimo (a meno che la in vagina non ci sia un'infiammazione in corso. In quel caso, come nel caso della vescica, l'acidità può provocare bruciore, quindi è meglio finchè non si risolve, alcalinizzare con bds, ma ritornando all'acidificazione appena possibile). Il ph cambia non solo di giorno in giorno, ma di ora in ora perchè soggetto all'influenza di cibo/digiuno, attività fisica, stress, ecc.
L'e. coli è resistentissimo: sopravvive sia a ph acido, che alcalino. Per questo è inutile acidificare (lui vive cmq), vive d'altra parte anche in ambiente alcalino, tuttavia l'acidità irrita ulteriormente le mucose vescicali rendendole ancora più suscettibili alle infezioni ed ancora più doloranti. L'alcalinizzazione insomma non viene fatta per ammazzare i coli, ma per proteggere le pareti vescicali.

Il ph a causa dello stress e dell'alimentazione tende ad essere mediamente troppo basso (non solo per la cistite, ma per la buona funzionalità di tutto l'organismo), quindi una dieta alcalinizzante o l'assunzione di alcalinizzanti non può che far bene. Inoltre l'efficacia del mannosio è potenziata in ambiente alcalino. Tendenzialmente l'organismo deve avere un metabolismo alcalino, ma se mangi solo cibi alcalini, rischi appunto l'alcalosi. Bisogna quindi mangiare entrambi: 60 % cibi alcalinizzanti e 40% cibi acidificanti.

Qui i dati raccolti da un questionario eseguito tempo fa: viewtopic.php?f=95&t=45&start=0

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda Cles » ven feb 08, 2013 7:20 pm

La dieta non ha mai guarito nessuna dalla cistite, nè è mai stata la causa.
Tutti questi limiti ci conducono a sentirci costantemente malate anche quando non lo siamo. E' giusto eliminare ciò che ci provoca l'aumento dei sintomi, ma essendo questi alimenti molto soggettivi, ognuna deve valutare correttamente ciò che le fa male ed eliminare solo questi. Anche per la cistite interstiziale, dove la dieta è fondamentale, viene consigliato di eliminare solo ciò che SOGGETTIVAMENTE acuisce i sintomi e non viene data una dieta particolare
evitare i cibi acidificanti, ma solo nella fase acuta, quando i dolori sono forti per evitare che l'acido irriti ulteriormente le pareti infiammate. Quindi solo con lo scopo sintomatico in fase acuta e non preventivo dell'attacco successivo.
Non privatevi di nulla: se volete mangiare un cibo acidif. compensatelo con uno alcalinizzante (perchè anche la troppa alcalinizzazione porta a scompensi).
Inoltre un cibo che a qualcuna scatena il dolore, a qualcun'altra non fa nulla.

Chi fa una dieta vegetariana non ha alcun problema se compensa bene gli alimenti acidi con quelli alcalini e predilige cibi senza ossalati. Gli ossalati non fanno nulla a chi non soffre di problemi urinari. Per quello ritengo che ogni dieta deve essere personalizzata in base alla propria storia ed alle proprie patologie.

Qui un paio di link interessanti:
viewtopic.php?f=63&t=49&start=40#p63775
viewtopic.php?f=63&t=49&start=0

Alcuni batteri sono ureasi positivi, cioè in grado di trasformare l'urea contenuta nell'urina in ammoniaca. L'ammoniaca è fortemente basica, quindi l'urina avrà un ph elevato.
Sono ureasi postivi: Pseudomonas, proteus, morganella, providencia.
Negli altri casi (la maggioranza), i batteri fermentano lattosio o altri zuccheri producendo acido lattico,quindi acidificando l'urina ed il loro ambiente ideale è quindi acido.

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda frizzina » ven feb 08, 2013 7:24 pm

Cles, il link inserito nel primo post non funziona..non è diventato blu, per intenderci.. puoi modificarlo? :smile:

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda Cles » ven feb 08, 2013 8:41 pm

:humm: ho provato a reinserirlo ma non va...se lo metto su world però si...non so che fare :-::::

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda Cles » ven feb 08, 2013 8:50 pm

ok ce l'ho fatta!!! 8-)

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda frizzina » ven feb 08, 2013 9:25 pm

:coool: :cup:

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda msbaux » gio mar 14, 2013 3:46 pm

Mi e' piaciuto molto questo schema :io sono una fan delle sintesi ! :thanks:

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda Natina » gio mar 14, 2013 3:58 pm

:clap:

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda frizzina » gio mar 14, 2013 3:59 pm

Cles, un pezzo nel post iniziale, è ripetuto o sbaglio?

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda SofiaF » ven mar 15, 2013 10:23 am

Grazie frizz, l'ho corretto io.

Re: SINTESI SU ALCALINIZZAZIONE/ACIDIFICAZIONE E ALIMENTAZIO

Messaggioda Rosanna » sab apr 20, 2013 5:16 pm

Cles: :thanks: :t



Torna a Acidificare o alcalinizzare?

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214