La storia di Fittina70

L'archivio delle storie personali

La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » mer ago 05, 2009 8:34 pm

rorry63 ha scritto:Ciao Rosanna trovare questo forum è stata una gioia incredibile. La tua storia (oltre il nome) è molto simile alla mia, anch'io infermiera in balia di medici poco interessati a cistiti e vaginiti ricorrenti.
Dopo averle provate tutte..........avevo ed ho ancora sia pur con meno frequenza cictiti post rapporto.
Il mio problema si è fatto molto serio dopo una epididimite di mio marito, secondo me mal curata e dopo 9 mesi dal mio secondo parto. E'cominciato allora il circolo di antibiotici e antimicotici. Ho fatto diversi tamponi , urinocolture, girato medici e specialisti di tutto di più ero arrivata ad avere una cistite a settimana sempre dopo rapporto e la fase acuta si riduceva di tempo, prima dopo 48 ore, poi 24 fino ad arrivare a cistiti emorragiche anche dopo 12 ore.
Il monutil non mi faceva più effetto e vi lascio immaginare la vita matrimoniale cos'era.

Per farla breve dopo varie terapie datemi dai medici per prova ho deciso un pò come te di fare di testa mia. Tanto il mio fegato dava già segni di non farcela più.
Intanto per la candida ho anch'io optato per un rimedio naturale che ho trovato il modo di farmi recapitare dall'America, Goldensil con il quale la candida è sprita e piano piano solo con lavande di bicarbonato anche le cistiti si sono presentate con meno frequenza.

Riuscendo a mettrmi di nuovo in senso con le mie difese immunitarie sono riuscita poi a ridurre le cistiti con il levoxacin. A distanza di tempo non sempre ho bruciori a volte solo peso vescicale e cattivo odore nelle urine.
Sono passati nel frattempo 11 anni. Domani finalmente riuscirò a fare un'urinocoltura (non riuscivo mai a farla a causa dei bruciori insistenti per cui dovevo prendere subito gli antibiotici per non stare malissimo), ho letto con piacere delil mannosio, vedrò di procurarmelo quanto prima. I miei episodi di cistite sono sempre dopo rapporto ora nella ferquenza circa di uno al mese.

Lascio un'indicazione che può servire, un'episodio di bruciore vulvare che non regrediva con antibiotico mi ha portato dal ginecolo, fortunatamente una persona che non ha riso dei miei disturbi e che non mi ha dato della visionaria, mi ha consigliato il saginil gel, non molto conosciuto ma credetemi da ottimi risultati in caso di infiammazioni che possono sembrare inizi di cistite.

Mi scuso se sono stata sintetica ma ti ringrazio ancora e spero di dare il mio piccolo contributo perchè il sorriso possa tornare su tutte quelle che soffrono di questo fastidiosissimo problema.

Rossana


Ciao ci sono anch'io, sono Valentina.
Quando ho visto per la prima volta sui vari forum la testimoninza di Rosanna ero molto disperata per gli effetti che queste continue recidive hanno sulla mia vita coniugale e soprttutto a livello emotivo.
Ormai sono alla depressione...comunque è da venerdì che prendo D-Mannosio in dosi di 3 dosi al giorno. Fino al giovedì avevo preso Monuril senza avere nessun beneficio.
Ora va molto meglio, anche se mi sento molto gonfia, sono diventata più stitica e a volte dopo aver preso la dose mi viene la nausea.
Chiedo a chi ha più esperienza... è perchè mi devo abituare? Tenete presente che soffro di esofagite ed ho un'ileite cronica.

P.S: per quanto tempo devo fare tre busitne e poi scendere a due ? Vorrei comprare gli stick ma come si fa a leggerli?
Grazie ancora Valentina
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda Rosanna » mer ago 05, 2009 10:05 pm

Ciao e benvenuta!
Di solito il mannosio non dà nausea. Potresti magari provare ad ordinare il mannosio senza aromi la prossima volta (si chiama D-Mannosio SA). Il problema di esofagite non credo che possa crearti nausea,anche perchè di solito è l'acidità che aumenta i sintomi, mentre nelil mannosio c'è bicarbonato che alcalinizza.
Per gli stick, trovi tutte le info in Diagnosi/esami clinici.
Per la durata della terapia con D-Mannosio ti posso solo dire che è molto soggettiva e che varia in base ai sintomi. Lo vedremo strada facendo...
Se ci racconti nei dettagli la tua storia riusciremo a darti maggiori consigli più mirati.
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda barbarina » gio ago 06, 2009 9:28 am

:welcome:
Barbarina "se il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare""

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » gio ago 06, 2009 10:37 am

Rosanna ha scritto:Ciao e benvenuta!
Di solito il mannosio non dà nausea. Potresti magari provare ad ordinare il mannosio senza aromi la prossima volta (si chiama D-Mannosio SA). Il problema di esofagite non credo che possa crearti nausea,anche perchè di solito è l'acidità che aumenta i sintomi, mentre nelil mannosio c'è bicarbonato che alcalinizza.
Per gli stick, trovi tutte le info in Diagnosi/esami clinici.
Per la durata della terapia con D-Mannosio ti posso solo dire che è molto soggettiva e che varia in base ai sintomi. Lo vedremo strada facendo...
Se ci racconti nei dettagli la tua storia riusciremo a darti maggiori consigli più mirati.


Ciao Rosanna,il più in breve possibile ti racconto la mia storia.
Nel 2003 ho subito una laparoscopia esplorativa poichè si sospettava un'endometriosi. Doveva essere, a detta dei medici, un intervento semplice e di lì ad una settimana avrei potuto riprendere il lavoro.
Prima dell'intervento avevo dolori forti e sindrome premestruale importante. Dalla laparascopia è emersa una piccola traccia di endometriosi a livello uretrale e un importante varicocele pelvico bilaterale.
Il problema è che dopo l'intervento sono stata malissimo: dolori continui, crampi e spasmi, finchè ho deciso per l'embolizzazione del varicocele. Il dolore tuttavia è rimasto e la mia vita sessuale ha iniziato a crollare. Proprio in quel periodo sono iniziate le cistiti. Da ragazzina mi era già successo qualche volta ma i medici hanno sempre incolpato la mia stitichezza cronica e l'ileite di cui soffro.
NIente, per anni ad ogni rapporto seguiva un tremendo attacco di cistite che curavo con antibiotici, mirtillo rosso (macrocarpon, cistiflux, acidif ...Come conseguenza i rapporti hanno cominciato a diradarsi e a me è venuta una bella depressione. Ho eseguito una cistografia risultata negativa e un'urografia ( lieve aptosi del rene destro).
Da due anni sono in cura da una ginecologa di Milano che considera tutto il benessere psicofisico e che per certi problemi (esofagite, tiroidite- ah perchè dimenticavo pure quella!!-) mi ha molto aiutato.
Sto prendendo delle supposte costosissime che fanno parte di una terapia detta SAT ( si chiamano MUQUR) e che avrebbero il compito di ripristinare la mucosa vescicale. l'anno scorso da giugno a dicembre è stato un inferno: cisiti continue alcune con tampone vaginale positivo all'enterococco e urocoltura negativa. In febbraio ho preso (sempre della stessa ditta) il Sanum coli che è un vaccino contro il coli appunto. Il problema è che da giugno si sono presentate tre cistiti forti(sempre dopo i rapporti) con urocolture negative e tampone vaginale sensibile all'enterococco fecale.
Come vi dicevo da venerdì prendo D-Mannosio in dose di tre dosi al giorno e le cose vanno meglio; ancora al mattino ho la sensazione di bruciore ma molto meno intensa.
Sto cercando una gravidanza e per tutti i problemi di cui soffro e ho sofferto sono molto in ansia...
A settembre dovrò fare un eco per controllare se vi sono tracce di endometriosi a livello addominale(e anche vescicale), anche se nessun ginecologo ha mai fatto una diagnosi di questa malattia.
Sono molto sconfortata soprattutto perchè queste cistiti dopo il rapporto nn mi permettono di provare a concepire in modo sereno.
Rosanna mi chiedevo..ma il mannosio è efficace anche contro l'enterococco? Quando ho parlato con il Dott. De Angelis mi ha detto che la morinda citrifolia è anche un antibatterico e dunque potrebbe essere efficace. Mi ha anche detto che,desiderando concepire, è maglio non prendere D-Mannosio nei giorni fertili..ma il mio problema è che la cistite mi viene proprio dopo i rapporti!
Ti ringrazio di avermi risposto così sollecitatamente e devo dire che il fatto che in tante siete rimaste incinte nonostante il mannosio, mi ha molto confortato!!
Un abbraccio grande Valentina
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda barbarina » gio ago 06, 2009 10:59 am

Ciao Valentina, ti rispondo io in primis, poi arriverà anche la Rosy.

Io posso dirti per certo alcune cose.

- per trovare le info sull'enterocco e la sua efficacia con il mannosio puoi leggere il post
viewtopic.php?f=88&t=92&start=0&hilit=enterococco e qui trovi tante info.

- molte ragazze, anche qui nel forum, sono rimaste incinte assumendo mannosio, io non mi preoccuperei e lo assumerei sempre, poi magari quando la tua situazione va meglio riduerri le dosi e mi gestirei di conseguenza.

-se ho ben capito l'enterocco è a livello vaginale e non nelle urine.... vero? Se è così forse ti aiuterebbe fare lavande con il mannosio... (ma servirebeb quallo puro) e mi riservo che la Rosy confermi o smentisca quanto scrivo...

- per la flora vaginale stai già prendendo ovuli (queste supposte di cui parli...????) se no penso sia utile inziare con i fermenti vaginali.

- dall'altra ti consolo, anch'io sto cercando il secondo figlio, ma tutti questi problemi (cistiti, vagini, ecc...) non mi rendono facile la cosa, e anch'io come te soffro di problemi di tiroide!!! quindi....

..... Benvenuta... sei dei nostri!!!! :welcome:
Barbarina "se il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare""

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda Rosanna » gio ago 06, 2009 3:52 pm

Ti ha dato risultati la satterapia?
Come ti trovi con la ginecologa che ti sta seguendo? Quali miglioramenti hai avuto con lei?
Dalla tua storia emergono tantissimi fattori scatenanti della cistite: endometriosi uretrale, stipsi, cicatrici da interventi pelvici, aptosi renale, tiroidite.
Sembra che il tuo problema sia diventato ormai neuropatico, più che locale/vescicale, cioè che si sia spostato verso i nervi che collegano la tua vescica al sistema nervoso centrale. Se leggi nel sito l'articolo "dolore acuto e cronico" capirai meglio cosa intendo. Quindi penso che nel tuo caso più che di una ginecologa, tu abbia bisogno di un neuro-urologo. Ce ne sono di molto bravi e se mi dici dove abiti te ne posso consigliare uno vicino.
Come dice Barbara il mannosio sembra efficace anche contro l'enterococco e tra breve dovrebbe uscire in commercio una crema vaginale a base di mannosio.
Come hai letto dalle testimonianze il mannosio non interferisce con il concepimento, è l'infiammazione pelvica cronica che non ti permette la gravidanza, ma una volta risolta questa non dovresti avere problemi (endometriosi permettendo).
Visto che l'attacco ti viene soprattutto dopo i rapporti, ti consiglio un lubrificante vaginale (Lubrygin) e una dose di D-Mannosio ad ogni rapporto, Fermenti lattici vaginali (Normogin o Acidif CV) durante la settimana prima delle mestruazioni, astinenza sessuale in quella settimana (si riducono gli estrogeni, i lattobacilli buoni vaginali e la lubrificazione).
Sospendi assolutamente mirtillo, acidif orale, cistiflux ed altri prodotti acidificanti che stai eventualmente ancora prendendo.
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » gio ago 06, 2009 10:28 pm

Ciao ragazze, allora provo a dirvi anche le cose che mi sono dimenticata... Per quel che concerne la sat terapia devo dire che mi ha dato risultati soprattutto a livello tiroideo(sono riuscita a abbassare il dosaggio di eutirox) e a livello intestinale. Dimenticavo di dirvi che un paio d'anni fa anche mio marito ha fatto gli esami ed era risultato positivo al coli, poi allo streptococco fecale, poi all'enterococco. Ci diamo così diretti da un infettivologo che gli ha prescritto ciproxin 750( e sottolineo 750) per 10 giorni al mese per tre mesi..
Risultato di tutto ciò è stato che alla spermiocoltura era sempre positivo. L'infettivologo inoltre consigliava me di prendere ciproxin per tre giorni ad ogni rapporto...vi rendete conto???!!! Quindi sono approdata da un urologo che mi ha prescritto cistografia e urografia e che mi ha liquidata dicendomi che il problema era il mio a livello neurovegetativo e quindi ciao.
Giunti infine dalla mia dott.ssa di Milano eravamo disperati. Mio marito ha iniziato la sat terapia e nel giro di qualche mese è risultato negativo a tutti i batteri! Per cui Rosanna posso dire che con lui ha funzionato mentre con me è un altro paio di maniche..Sono in cura da un bravissimo osteopata della mia città(Piacenza) che mi dice le stesse cose che mi hai scritto tu, cara Rosanna..Sostiene infatti che il mio è un problema neurovegetativo e che il mio corpo nn riesce ad adattarsi alle situazioni d'emergenza (es. cistite) in cui incappo.
Se hai qualche neuro urologo da consigliarmi in zona sarei molto felice. Per quel poco che ho capito delle mie storie è che non sono mai riuscita a trovare un medico che abbia guardato i miei problemi in un'ottica complessiva.
Vi ringrazio ancora per esserci..ho scoperto troppo tardi il forum e con lui, l'importanza di condividere le sofferenze!
Un saluto a tutte
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » gio ago 06, 2009 10:38 pm

fittina70 ha scritto:Ciao ragazze, allora provo a dirvi anche le cose che mi sono dimenticata... Per quel che concerne la sat terapia devo dire che mi ha dato risultati soprattutto a livello tiroideo(sono riuscita a abbassare il dosaggio di eutirox) e a livello intestinale. Dimenticavo di dirvi che un paio d'anni fa anche mio marito ha fatto gli esami ed era risultato positivo al coli, poi allo streptococco fecale, poi all'enterococco. Ci diamo così diretti da un infettivologo che gli ha prescritto ciproxin 750( e sottolineo 750) per 10 giorni al mese per tre mesi..
Risultato di tutto ciò è stato che alla spermiocoltura era sempre positivo. L'infettivologo inoltre consigliava me di prendere ciproxin per tre giorni ad ogni rapporto...vi rendete conto???!!! Quindi sono approdata da un urologo che mi ha prescritto cistografia e urografia e che mi ha liquidata dicendomi che il problema era il mio a livello neurovegetativo e quindi ciao.
Giunti infine dalla mia dott.ssa di Milano eravamo disperati. Mio marito ha iniziato la sat terapia e nel giro di qualche mese è risultato negativo a tutti i batteri! Per cui Rosanna posso dire che con lui ha funzionato mentre con me è un altro paio di maniche..Sono in cura da un bravissimo osteopata della mia città(Piacenza) che mi dice le stesse cose che mi hai scritto tu, cara Rosanna..Sostiene infatti che il mio è un problema neurovegetativo e che il mio corpo nn riesce ad adattarsi alle situazioni d'emergenza (es. cistite) in cui incappo.
Se hai qualche neuro urologo da consigliarmi in zona sarei molto felice. Per quel poco che ho capito delle mie storie è che non sono mai riuscita a trovare un medico che abbia guardato i miei problemi in un'ottica complessiva.
Vi ringrazio ancora per esserci..ho scoperto troppo tardi il forum e con lui, l'importanza di condividere le sofferenze!
Un saluto a tutte


P.s. dimenticavo.. per l'enterococco in vagina ho messo la crema antibiotica macmirror e lavande di betadine..
Domani devo rifare il tampone vaginale e l'urocoltura ma non ho mai fatto un tampone uretrale.
Lunedì parto per le vacanze ma al ritorno lo farò sicuramente.
Come compresse vaginali la dott.ssa mi aveva prescritto il Kramegin. Ora però sono prossime le mestruazioni per cui dovrò posticipare al mese prossimo.
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda Rosanna » gio ago 06, 2009 11:22 pm

Io gli ovuli di fermenti li metterei anche prima delle mestruazioni perchè è il momento in cui le nostre difese si abbassano ed in cui i lattobacilli diminuiscono, quindi la fase premestruale in cui ti trovi sarebbe l'ideale.
Il tuo caso diventa sempre più complesso, accidenti!
Urge visita da uno specialista nel settore.
Ecco i nominativi:

Dott. Claudio Torresani (ne parlano molto bene nei vari forum che trattano cistite interstiziale, vulvodinia e fibromialgia)
Dermatologo
Clinica Dermatologica dell´Ospedale di Parma
Tel. 0521 290353 - 0521 290354
Studio: Via Mazzini Giuseppe 6, Parma
Tel. 06-328331

DOTT.PESCE (Specializzato in: Urologia Neurologia. Perfezionato in:Andrologia e Sessuologia Clinica)
Aree di interesse: Urologia, Incontinenza urinaria, ipertrofia prostatica benigna, vescica neurologica, dolore pelvico cronico/vulvodinia/prostatite cronica, cistite interstiziale, infertilità maschile, disfunzione erettile.
Esercita la professione presso:
U.O.C. DI NEURO-UROLOGIA CPO (Ospedale - Pubblico), Viale Vega 3 - ROMA (RM) con la qualifica di Responsabile dell''U.O.C. di Neuro-Urologia nel reparto/U.O. di Urologia- OSTIA ROMA
E PER VISITE IN LIBERA PROFESSIONE: INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI email e tel. 340 4570685 oppure Per contatti o appuntamento telefonare allo 0656483578. E-mail struttura: pesce.f@alice.it
STUDIO DI GINECOLOGIA ED UROLOGIA (Studio Professionale - Privato), Via Tolmino 12 - ROMA (RM) - 170 circa €privato -Per contatti o appuntamento telefonare allo 068553795.
E-mail struttura: pesce.f@alice.it

Il Dr Pesce è lontano, lo so, ma è uno dei migliori in Italia per questo tipo di problemi.
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda kohrel » ven ago 07, 2009 9:13 am

Ciao Fittina!Anche io ho tirodite, la mia è di Hashimoto.Tranquilla, che con l guida di Rosy ne verremo fuori tutte :baci:

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » ven ago 07, 2009 12:23 pm

Grazie Rosanna, per i fermenti vaginali intendevo dire che dovrebbero venirmi lunedì per cui pensavo che per pochi giorni non era il caso di iniziare..
Secondo te devo lo stesso provare?
Per ciò che concerne i nominativi degli specialisti che mi hai dato ...quello di Roma è un po' lontano.. e quello di Parma non ho capito..è un dermatologo?
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » ven ago 07, 2009 12:24 pm

Anch'io ho l'hasimoto...e dire che il mio medico mi diceva che tra tutte le malattie croniche è la migliore...da quando ce l'ho nn sono più stata bene..
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda kohrel » ven ago 07, 2009 12:50 pm

Vuoi sapere un'assurdità?Quando me l'hanno diagnosticata era un pò che avevo attacchi di panico, crisi respiratorie e vomito. Avevo i valori degli anticorpi alle stelle, ma la tiroide funzionava ancora. All'inizio stavo attenta, perchè avevo notato che riposando molto riuscivo a tenere sotto controllo questi sintomi. Poi per un periodo mi sono detta "ma vaff alla tiroide" e ho fatto per due mesi una vitacciA A BASE DI ALCOL E rientri alle cinque di mattina. Dopo questo periodo ho pensato di andare a controllare i valori, immaginando di essermi distrutta completamente la tiroide e...Sorpresa!Tutti gli anticorpi tranne uno erano tornati a valori normali!Il medico mi ha consigliato di andare a farmi studiare all'area 51, ma informandomi ho scoperto che spesso guarisce spontaneamente. Con questo non voglio dire che ti devi ubriacare, ma che se provi a non pensarci più troppo tutti i sintomi migliorano e comunque sicuramente aiuta. :baci:Poi ricorda, perchè sicuramente il medico te l'avra detto che ci sono un sacco di donne che tranquillamente vivono con questa patologia senza sapere di averla, perchè è vero che non dà problemi più di tanto.

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda Rosanna » ven ago 07, 2009 3:16 pm

Potresti usare i fermenti finchè non ti arrivano, poco è meglio di niente!
Il Dr Torresani è un dermatologo che conosce molto bene il nostro problema. Non dimentichiamo che la dermatologia non si occupa solo di pelle, ma di tutti i tessuti, mucose vulvari, vaginali, uretrali, ecc. Infatti il tampone uretrale viene generalmente effettuato dal dermatologo perchè lui sa bene su quale tessuto andare a prelevare.
In alternativa c'è anche il Dr Cappellano a Milano.
il costo della visita in libera professione è di 100 EURO e mi visita C/o MULTIMEDICA S.S.Giovanni (MI)
I numeri sono questi :
C.U.P Telefonico
Orario di apertura e strutture di erogazione
IRCCS di Sesto San Giovanni
Presidio Ospedaliero di Limbiate
Centro Ambulatoriale Multispecialistico S.Barnaba
Centro Ambulatoriale Multispecialistico Repubblica
tel. 02/2420920
il servizio è attivo con i seguenti orari:
dal lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle ore 19.00
il sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00
per prenotazioni con: il Sistema Sanitario Nazionale
Fondi professionali, enti o assicurazioni private
Libera Professione
Presidio Ospedaliero di Castellanza
tel. 0331/393238
dal lunedì al venerdì 07:30 alle 19:00
il sabato dalle 08:00 alle 12:00
Il sito è http://www.multimedica.it/
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » ven ago 07, 2009 7:06 pm

Grazie Rosanna per il chiarimento. Certamente Milano è più alla mia portata rispetto Roma.
Ho comprato il normogyn stasera inizio...Domani arrivano gli esiti di di urocoltura e tampone poi vi dico!
Stamattina ho avuto ancora qualche spasmo dopo aver urinato, sto prendendo ancora tre dosi di D-Mannosio.
Cosa dici Rosanna da domani posso passare a due?
Questi spasmi mi accompagnano spesso anche quando nn ho attacchi di cistite acuti.
Nel forum ho letto tante persone che parlano di manovra del dito...come si fa e in cosa consiste?
Per la tiroidite che dire... a me è andata così! Tieni presente che io l'ho scoperta nel 2000 e per 8 anni ho preso eutirox 75. Negli ultimi due anni ho scalato fino al 25 ma ad un certo punto gli esami si sono sballati e ho ricominciato col 50. Da ciò è emerso che il mio nn è un caso da regressione spontanea purtroppo.
Comunque non sottovalutarla perchè anche ad una mia amica è successa la stessa cosa che è capitata a te ma a distanza di anni ha dovuto prendere l'eutirox. Tieniti controllata.
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda Rosanna » ven ago 07, 2009 8:39 pm

Io direi di continuare ancora con 3 almeno per il primo mese.
La manovra del dito la trovi in TERAPIE FARMACOLOGICHE/D-Mannosio/MANOVRA DEL DITO.
Allora prova direttamente con Cappellano, visto che Milano non ti è scomodo.
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » sab ago 08, 2009 10:49 am

Ciao Rosanna ho i risultati degli esami: ph 6 negativo per nitriti ecc. rari leucociti niente batteriuria, peso specifico 1015. Tampone vaginale positivo all'enterococco spp(cosa vuol dire?).
Ora come ora il mannosio nn mi da più così fastidio, mi sa che mi ci sto abituando, ma cosa faccio x sto benedetto enterococco?
Il dott. De Angelis mi aveva detto di fare lavande col mannosio ma come? E' il caso che faccia qualche ovulo?
A proposito degli specialisti..dal momento che sono nauseata dal continuo girare dai medici ho tanti dubbi...Mi fido ciecamente dei tuoi consigli ma mi chiedevo se nn potevo, secondo te, aspettare a vedere se il mannosio funziona anche con me! Ho letto degli interventi in cui si diceva che l'urocoltura neg a volte nasconde batteri più resistenti sulle pareti vescicali.
Ne ho parlato comunque con mio marito è secondo lui, se è il caso,si potrebbe anche andare a Roma dal Dott. Pesce. Scusa i miei altalenanti pensieri ma sono in confusione: ho il terrore di fare giri a vuoto perciò mi piacerebbe rivolgermi al medico giusto per il mio caso.
Non sai quanti ne ho incontrati che mi davano mille speranze e poi quando capivano che i risultati nn si vedevano, mi liquidavano velocemente.

Un abbraccio :oops:
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda Rosanna » sab ago 08, 2009 11:15 am

E' la storia di tutte noi: decine di visite e di speranze deluse ad ognuna di esse. Ma questo era dovuto al fatto che, da ignoranti (io compresa all'epoca), ci siamo affidati al sentito dire, al titolo "primario" di fianco al nome del medico, ma in realtà, pur essendo dei bravissimi urologi, della nostra patologia non conoscevano che i superati protocolli terapeutici (antibiotici, mirtillo, acidificazione). Avessi saputo prima dell'esistenza di questi medici esperti proprio nel campo delle cistiti croniche e del dolore pelvico, avrei evitato anch'io tutte le visite che ho fatto, le profilassi di antibiotico, le dilatazioni uretrali con barre di acciaio sempre più grosse, ...
Quindi se ti consiglio questi urologi è perchè so per certo che possono aiutarti. Non permetterei mai a nessuna di voi di girare ancora a vuoto come ho fatto io per anni! Potresti provare a scrivere o a sentire sia Cappellano, che Pesce e sentire cosa ti rispondono, poi decidi chi ti ispira più fiducia in base a quanto ti dicono. Sentirli o scrivergli non ti vincola in nessun modo. Ma almeno ti fai un'idea di chi sono e cosa ne pensano del tuo caso. Poi con calma decidi se fare o no la visita. Intanto provi a vedere come va con D-Mannosio.
Enterococco spp (sapropfhiticus) lo trovi in microrganismi patogeni.
Il mannosio sembra efficace anche contro di lui. Le lavande vanno fatte con mannosio puro. De Angelis consiglia di farle anche con D-Mannosio, ma io non mi fiderei per gli eccipienti che contiene (un conto è introdurli nello stomaco, un conto in una vagina sofferente. Tra poco dovrebbero essere però in commercio le lavande e la crema a base di mannosio, sempre prodotte dalla ditta. Se vieni al raduno cistitico del 22/23 agosto a Desenzano ti potrei dare io un po' di mannosio puro (rimasto dalle scorte che mi ero fatta negli anni scorsi).
Intanto ti posso consigliare di provare a combattere questo enterococco applicando yogurt in vagina tutte le sere per una o 2 settimane e qualche goccia di tea tree oil (ma pochissime testando prima se non ti danno fastidio vaginale).
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » sab ago 08, 2009 4:33 pm

Grazie Rosanna per il conforto. E' proprio un momento confuso.. Oggi gli spasmi e il fastidio dopo la minzione vanno decisamente meglio e vorrei provare la manovra del dito. L'avessi saputo prima! Sono mesi che vado avanti con questi fastidi anche se l'urocoltura era sempre negativa. Comunque il mannosio ha funzionato perchè dopo l'antibiotico avevo ancora una lierve batteriuria che oggi non c'è più( c'erano numerose cellule di sfaldamento però).
Sai la mia paura più grande sono i rapporti; nn vivo più serenamente il sesso.Lunedì farà la spermio anche mio marito per controllare se è ancora negativo. Spero almeno per lui!
Mi piacerebbe venire al raduno ma martedì parto per le vacanze e torno il 24; non avrò con me il pc ma cercherò il primo internet point per tenermi in contatto. Mi sa che ho già sviluppato dipendenza da voi e da questo meraviglioso forum che davvero mi sta cambiando la vita.
NN avrei ami pensato che fossimo in tante...ci credi che la cosa che mi faceva essere più depressa era il fatto che tutte le mie amiche mi guardano come una poveretta. Mi sentivo proprio sola e quandosto così, tendo a isolarmi. Proprio per questo cercherò di nn mancare i prossimo raduno.
Volevo chiederti delle applicazioni di yogurth. Si uilizza yogurth magro puro? Come lo si introduce? Continuo lo stesso il Normogyn?

Grazie :P
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: La storia di Fittina70

Messaggioda fittina70 » sab ago 08, 2009 4:59 pm

fittina70 ha scritto:Grazie Rosanna per il conforto. E' proprio un momento confuso.. Oggi gli spasmi e il fastidio dopo la minzione vanno decisamente meglio e vorrei provare la manovra del dito. L'avessi saputo prima! Sono mesi che vado avanti con questi fastidi anche se l'urocoltura era sempre negativa. Comunque il mannosio ha funzionato perchè dopo l'antibiotico avevo ancora una lierve batteriuria che oggi non c'è più( c'erano numerose cellule di sfaldamento però).
Sai la mia paura più grande sono i rapporti; nn vivo più serenamente il sesso.Lunedì farà la spermio anche mio marito per controllare se è ancora negativo. Spero almeno per lui!
Mi piacerebbe venire al raduno ma martedì parto per le vacanze e torno il 24; non avrò con me il pc ma cercherò il primo internet point per tenermi in contatto. Mi sa che ho già sviluppato dipendenza da voi e da questo meraviglioso forum che davvero mi sta cambiando la vita.
NN avrei ami pensato che fossimo in tante...ci credi che la cosa che mi faceva essere più depressa era il fatto che tutte le mie amiche mi guardano come una poveretta. Mi sentivo proprio sola e quandosto così, tendo a isolarmi. Proprio per questo cercherò di nn mancare i prossimo raduno.
Volevo chiederti delle applicazioni di yogurth. Si uilizza yogurth magro puro? Come lo si introduce? Continuo lo stesso il Normogyn?

P.s. dimenticavo perchè nell'altro tampone era indicato solo enterococco ed ora enterococco spp? C'entra qualcosa con quello fecale o no?

Grazie :P
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)


Prossimo

Torna a Archivio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti


ATTENZIONE! Cistite.info propone contenuti a solo scopo informativo e divulgativo. Spiegando le patologie uro-genitali in modo comprensibile a tutti, con attenzione e rigore, in accordo con le conoscenze attuali, validate e riconosciute ufficialmente.
Le informazioni riportate in questo sito in nessun caso vogliono e possono costituire la formulazione di una diagnosi medica o sostituire una visita specialistica. I consigli riportati sono il frutto di un costante confronto tra donne affette da patologie urogenitali, che in nessun caso vogliono e possono sostituire la prescrizione di un trattamento o il rapporto diretto con il proprio medico curante. Si raccomanda pertanto di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata


CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214