La storia di camillablu

L'archivio delle storie personali

La storia di camillablu

Messaggioda camillablu » sab set 08, 2012 5:37 pm

Comincio col salutarvi tutte, perchè vi leggo da un pò ed è come se vi conoscessi.
La mia storia è solo marginalmente di cistite, perchè ne ho avute alcune, ma quando avevo 20-25 anni, curate neanche a dirlo con antibiotici.
Poi otto anni fà inizia il lungo calvario di vaginiti da escherichia coli curate da più ginecologi, ma ognuno col proprio antibiotico miracoloso,
che poi era solo un disastro, ed io mi ritrovavo ogni mese con più problemi e sempre più dolori che non smettevano mai. Per tre anni ho vagato
da un medico all'altro, ma a parte un sacco di medicine, non ho risolto nulla.
Però da un paio di mesi ho iniziato il protocollo di Miriam, che credo a causa del mio intestino incasinatissimo e
probabilmente anche perchè sono un bel pò conciata, non ha avuto gli esiti sperati. Per ora, ma io non demordo.
Scusate se mi sono dilungata un pò troppo.
Un salutone a tutte!!

Re: La storia di camillablu

Messaggioda Cles » sab set 08, 2012 5:45 pm

Ciao e benvenuta!

Regolarizzare l'intestino è fondamentale, quindi devi agire anche da quel punto di vista. Se stai seguendo il protocollo miriam immagino tu stia assumendo anche fermenti X-flor per bocca, quindi potresti provare con prugne secche, frutta cotta. Anche il succo di noni e il vitabat hanno effetti positivi sull'intestino. Io personalmente mi trovo bene assumendo benefibra, prova e vedi come ti trovi meglio.

Inoltre è molto importante che oltre al protocollo Miriam tu segua anche gli altri accorgimenti che trovi nelle nozioni base (no detergenti intimi, biancheria intima di cotone, dormire senza mutande, assorbenti di cotone e solo al bisogno ecc...)

Hai un tampone vaginale recente che indichi la tua situazione attuale?

Non mollare, vedrai che ne uscirai vincitrice!

Re: La storia di camillablu

Messaggioda Natina » sab set 08, 2012 5:54 pm

Benvenuta anche da parte mia Camillablu! :welcome:
Tutti gli antibiotici che hai preso non hanno fatto altro che distruggere le tue difese immunitarie che così non hanno saputo difenderti dall'attacco di questi batteri..
Vedrai che appena le tue difese saranno ripristinate anche la tua situazione vaginale tornerà nella norma..
Volevo chiederti quali sono i tuoi sintomi attuali?
camillablu ha scritto:Scusate se mi sono dilungata un pò troppo

Cara non ti sei dilungata affatto!! Forse nn hai ancora letto le nostre storie :mrgreen:

Re: La storia di camillablu

Messaggioda camillablu » sab set 08, 2012 7:55 pm

Grazie per la super velocità!
Per quanto riguarda i tamponi, non ne ho uno recente, ma tutti quelli che ho fatto sono praticamente fotocopie: escherichia coli >1.000.000
Purtroppo non c'è l'indicazione del PH e della flora batterica che però ho trovato nelle urinocoluture. Ph 6 flora 3+ che non sò proprio
cosa significhi.
I miei sintomi per fortuna adesso sono diminuiti, nel senso che ho ancora gli spilli, i bruciori e i dolori uretrali, ma per fortuna raramente e sempre in fase premestruale, mentre i dolori durante i rapporti li ho migliorati parecchio con la crema D-Mannosio.
Ho letto che questi sintomi che fino ad un paio di anni fà erano molto più pesanti, potrebbero essere vestibolite. E con tutte le schifezze che ho preso chissà quali altri danni. Però è strano che siano diminuiti da soli, beh per fortuna!
Per quanto riguarda il mio intestino è un vero problema perchè ho dei periodi di stitichezza allucinante, come da qualche mese a questa parte e poi invece dei
periodi di dissenteria. Le stò provondo un pò tutte. Purtroppo però non ho preso il X-flor perchè avevo già comprato il nutriflor e la lattoglobina (per la mancanza di ferro) e così ho pensato per ora di usare questi. Però col prossimo ordine vorrei prendere anche le pastiglie di noni.
Un salutone a tutte e grazie ancora a Naty e Cles
:thanks:

Re: La storia di camillablu

Messaggioda Cles » sab set 08, 2012 8:51 pm

per i dolori uretrali puoi provare a fare la manovra del dito e vedere se ti dà sollievo, all'inizio può spaventare un po' ma non è difficile.
Effettivamente potrebbe trattarsi di una leggera vestibolite, ma potrebbe anche essere dovuto alla continua irrtiazione delle mucose a causa delle infezioni consecutive, che sono quindi più sensibili. Se i dolori sono rari e si presentano soprattutto in fase premestruale prova ad applicare calore nella zona in quesi giorni e a fare gli esercizi di kegel reverse (li trovi usando il tasto cerca o nella sezione dedicata alla ginnastica vescicale). Ottimo comnque che tu sia riuscita a risolvere la maggior parte dei fastidi con il lubrificante, mi raccomando non abbandonarlo!

Regolarizzare l'intestino a volte è un'impresa davvero ardua. Io sono riuscita a stare meglio eliminando latte e latticini (oltre a mangiare molta frutta, non troppa verdura e prendere fermenti e fibre), ma è molto soggettivo. Dal momento che il tuo non è solo un problema di stitichezza ti consiglierei di rivolgerti ad un nutrizionista che possa aiutarti a risolvere questo problema dandoti delle indicazioni personalizzate.
Il nostro corpo è tutto collegato, se una parte perde il suo equilibrio anche le altre ne risentono.

Re: La storia di camillablu

Messaggioda Cles » sab set 08, 2012 8:56 pm

Dimenticavo: prima per l'intestino puoi appunto provare con il noni, la cosa migliore sarebbe il succo puro, i primi effetti si vedono dopo due mesi di assunzione ma ha dato beneficio a molte.

Re: La storia di camillablu

Messaggioda antonietta57 » sab set 08, 2012 9:07 pm

:welcome: benvenuta anche da parte mia Camillablu, segui le indicazioni delle nostre moderatrici e vedrai che ti troverai bene.
Cles ha perfettamente ragione, il nostro corpo è una macchina unica meravigliosa e non bisogna scollegarla a pezzi , mantenerne l'equilibrio è difficile però basta saperlo ascoltare sopratutto quando ci manda dei segnali.
In bocca al lupo!

Re: La storia di camillablu

Messaggioda camillablu » dom set 09, 2012 5:14 pm

Innanzittutto un grazie anche ad Antonietta57 e crepi il lupo!
Per quanto riguarda gli esercizi di Kegel in teoria li stò già facendo, ma sinceramente in maniera molto
discontinua e soprattutto non riesco a farli correttamente. Infatti ho letto che non bisogna coinvolgere
la pancia quando ci si contrae, ma io non ci riesco proprio! Per quanto riguarda la respirazione diaframmatica forse stò
migliorando un pò, ma assolutamente non riesco a respirare normalmente così. Mi accorgo che si abbassa il petto e non l'addome
quando respiro. Sono una frana! Il problema è che dovrei farli bene, anche perchè credo di avre una bella contrattura..... ad esempio
quando devo urinare devo sempre spingere, sò che non dovrei farlo, ma non c'è altro modo. Ho provato a seguire il consiglio che avete dato
di smettere e riprovare dopo 10 minuti, ma dopo mi ritrovo sempre nella stessa situazione. E' vero che potrebbe anche essere una questione
di stress, visto che sono sempre tesa come una corda di violino, ma non ci riesco proprio.
Eh già avete proprio ragione, bisognerebbe saper ascoltare il proprio corpo, ma a quanto pare io non sono molto brava ......
Comunque speriamo pian piano di migliorare, anzi effettivamente dopo le prime due settimane di protocollo di Miriam avevo fatto una striscia
per le urine e i leucociti erano spariti, mentre i nitriti erano comunque migliorati. Ma poi un blocco intestinale di un sacco di giorni e tutto è
tornato come prima!
Ora ho ricominciato tutto da capo e stasera ho la lavanda D-Mannosio, con la quale mi sono trovata davvero bene. L'unico è il miphil che mi dà un pochino di bruciore all'inizio, ma poi passa subito.
Un salutone a un enorme grazie a voi. Sinceramente mi sono resa conto che sia davvero una gran sollievo anche solo poter condividere questi problemi con qualcuno, perchè in questi anni non ho mai potuto parlarne con nessuno, anche se mio marito per fortuna è molto comprensivo.

Re: La storia di camillablu

Messaggioda frizzina » dom set 09, 2012 5:30 pm

ciao anche da me.
camillablu ha scritto:ma sinceramente in maniera molto
discontinua e soprattutto non riesco a farli correttamente.

finchè li fai in maniera discontinua non riuscirai mai a farli bene. prenditi del tempo ogni giorno. Io facevo un esercizio per localizzare bene il Pav.P. : distesa, posizione ginecologica. Mano sulla pancia. Inspiri (la pancia si deve gonfiare), espiri. nel mentre che espiri segui la pancia con la mano. Automaticamente il Pav P. inizierà a contrarsi ad un certo punto. ecco. appena percepisci che sta iniziando a contrarsi, ti fermi, lo molli e torni a respirare normale. Questo all'inizio lo facevo anche 10 volte.
camillablu ha scritto: Il problema è che dovrei farli bene
allora impegnati! ma quale frana! la volontà su tutto!forza!
camillablu ha scritto: ma assolutamente non riesco a respirare normalmente così.

è questione di riabituare il cervello..mica è una cosa che fai in 3 gg...se hai notato che stai migliorando, continua...pian piano ti verrà naturale.
camillablu ha scritto:quando devo urinare devo sempre spingere

ovvio che se sei contratta e non fai nulla per sciogliere la muscolatura, dovrai continuare a spingere...non ci riesco io a farla sempre senza spingere che mi curo da anni!
Hai provato ad usare il calore? viewtopic.php?f=73&t=2689
camillablu ha scritto:una questione
di stress, visto che sono sempre tesa come una corda di violino, ma non ci riesco proprio.

prendi il magnesio? è un miorilassante..
camillablu ha scritto:bisognerebbe saper ascoltare il proprio corpo, ma a quanto pare io non sono molto brava

lo diventerai. :strega:
camillablu ha scritto: Ma poi un blocco intestinale di un sacco di giorni e tutto è
tornato come prima!
certo..è tutto collegato purtroppo...basta poco a rompere l'equilibrio. Forza che si ricomincia!
camillablu ha scritto:Ora ho ricominciato tutto da capo
con il protocollo miriam? ma hai valutato prima la situazione lattobacillare col tampone? potresti essere già a posto e fare il protocollo sarebbe inutile. i tuoi bruciori potrebbero benissimo derivare dalla contrattura!!!

Re: La storia di camillablu

Messaggioda Rosanna » lun set 10, 2012 1:52 pm

camillablu ha scritto:Purtroppo però non ho preso il X-flor perchè avevo già comprato il nutriflor e la lattoglobina (per la mancanza di ferro)

Quando li finisci passa al X-flor che contiene i due prodotti in un'unica compressa.
camillablu ha scritto:ho letto che non bisogna coinvolgere
la pancia quando ci si contrae, ma io non ci riesco proprio! Per quanto riguarda la respirazione diaframmatica forse stò
migliorando un pò, ma assolutamente non riesco a respirare normalmente così.

camillablu ha scritto:quando devo urinare devo sempre spingere
camillablu ha scritto:Ma poi un blocco intestinale di un sacco di giorni e tutto è
tornato come prima!

Urge valutazione della contrattura. Il più vicino a te credo sia Croci. Perchè non vai a fare una visita da lui così valuta il problema e ti insegna a decontrarre?
Urge anche valutazione della situazione lattobacillare vaginale e del ph prima di continuare col protocollo Miriam.

Re: La storia di camillablu

Messaggioda Stefania 69 » mar set 11, 2012 3:56 pm

:ciao:

Ciao e benvenuta anche da parte mia.
Ai consigli che ti hanno dato aggiungo anche quello del buon vecchio clistere, se gia' non fa parte delle tua abitudini. Non aspettare piu' di due giorni senza andare di corpo.

Re: La storia di camillablu

Messaggioda camillablu » mar set 11, 2012 8:42 pm

Ciao a tutte e grazie anche a frizzina, Rosanna e Stefania69 e scusatemi se vi stò rispondendo solo ora, ma questo è un periodo un pò incasinato per me.
Per Frizzina: hai ragione non posso pretendere di riuscirci in poco termpo, ma mi impegnerò e farò l'esercizio che mi hai consigliato
Il magnesio l'ho preso fino a 6 mesi fà, e a questo punto ricomincerò a prenderlo.
Effettivamente il tampone è da un pò che non lo faccio, ma ho paura che non sia cambiato molto.
Per Rosanna: ho preso appuntamento con Pesce perchè ho letto che tutte le ragazze che ci vanno si trovano molto bene e cmq purtroppo solo per fine novembre, ma effettivamente sarebbe poi difficile seguire una terapia dovendo andare avanti e indietro fino a Bologna. Ho guardato la sezione medici e la Spano sarebbe la più vicina.
Stamattina ho fatto una striscia per le urine ed ho il Ph a 6.5, e sia i leucociti che i nitriti al massimo, quindi mi sà che il mio caro escherichia coli non ha proprio intenzione di abbandonarmi! Però come dicevo a Cles stranamente nei tamponi che ho fatto non c'era mai l'indicazione del Ph e della flora, cosa che invece trovavo nell'urinocoltura.
Cmq vi farò sapere al più presto qual'è la situazione.
Per Stefania69: si purtroppo uso già il clistere, anche perchè spesso è l'unico metodo.
Grazie mille ragazze siete davvero molto gentili!!

Re: La storia di camillablu

Messaggioda Rosanna » mer set 12, 2012 12:59 pm

camillablu ha scritto:Effettivamente il tampone è da un pò che non lo faccio, ma ho paura che non sia cambiato molto.

Finchè non lo fai non puoi saperlo. E cmq dato che non è mai stato valutato ne' il ph, ne' i lattobacilli, è indispensabile che tu lo faccia per capire quali sono le cause dei tuoi disturbi.

Re: La storia di camillablu

Messaggioda camillablu » gio set 13, 2012 7:06 pm

Ho preso l'appuntamento per il tampone il 18 e chiederò specificamente il ph e la flora batterica. Il tampone mi serve anche per controllare che non mi sia tornato l'ureaplasma che ho avuto per fortuna una sola volta, ma mi ha fatto prendere antibiotici in dose da cavallo.
Rileggendo i messaggi mi sono accorta che Cles mi aveva consigliato, fra le altre cose, anche il vitabat, che ho già preso per la malattia da reflusso gastrico, che mi dà anch'essa parecchi dolori, ma purtroppo non mi ha aiutato l'intestino. Ho comprato il benefibra e speriamo che funzioni.
Da un paio di giorni ho interrotto il protocollo di Miriam perchè sono in ovulazione ed avevo letto che è meglio non usare il miphil e gli ovuli in questo periodo, se si cerca una gravidanza.
Scusate se stò passando da un argomento all'altro, ma purtroppo ho sempre poco tempo per scrivere e mi sono accorta di non aver risposto o non aver scritto varie cose.
Stò facendo gli esercizi di kegel tutti i giorni, anche se devo cercare di ripeterli durante la giornata. Sono un pò pigra, ma ce la farò.
Vi farò sapere il risultato del tampone appena lo ritiro
Grazie e a presto!

Re: La storia di camillablu

Messaggioda camillablu » sab set 15, 2012 8:37 pm

Ciao ragazze, da ieri ho iniziato ad avere dolori al clitoride e bruciori durante la minzione che non avevo da un sacco di tempo. Non me li ricordavo così brutti, mannaggia. E come se non bastasse mi stanno durando anche un bel pò e ritornano ogni volta dopo aver urinato.
Mi sono messa a leggere il più possibile sulla vestibolite dopo la mail di Cles ed effettivamente ci sono un sacco di cose che coincidono.
A questo punto lunedì voglio prenotare una visita perchè non posso aspettare il 30 novembre per la visita di Pesce.
Scusatemi lo sfogo, ma avevo solo bisogno di dirlo a qualcuno, perchè quando ho dei dolori mi sembra di essere arrabbiata col mondo.
A presto

Re: La storia di camillablu

Messaggioda frizzina » dom set 16, 2012 11:15 am

camillablu ha scritto:voglio prenotare una visita

una visita da chi?
Non so se hai già risposto, ma stai usando lo scaldino per dar un pò di sollievo ai sintomi(io ci vivo praticamente attaccata)? il dolore al clitoride credo sia più legato ad una neuropatia e contrattura..anche io ne ho avuti (rari,per fortuna,perchè son davvero terribili).
Magnesio,hai iniziato a riprenderlo?
E gli automassaggi..hai provato a farli?

Re: La storia di camillablu

Messaggioda camillablu » dom set 16, 2012 12:41 pm

Ciao Frizzina,
ho pensato di andare da Croci, perchè oltre a Varese ho visto che visita anche a Legnano, speriamo non abbia una lista d' attesa troppo lunga.
No, lo scaldino non lo stò usando, ma io vivo perennemente con qualcosa di molto caldo sul ventre, tipo una coperta o un maglione, ormai da anni perchè ho visto che mi dà benefici. Ho ricominciato a prendere il magnesio e da brava pigra non ho ancora cominciato a fare l'esercizio che mi hai consigliato, ma oggi prometto che mi impegnerò. In compenso almeno ho fatto qualche esercizio di kegel in più.
Hai ragione quei dolori sono davvero terribili e sembra che non finiscano mai.
Ho pensato di prendere una dose di mannoro al giorno, penso che comunque potrebbe aiutarmi e martedì sera, dopo il tampone, ricomincio col protocollo di Miriam. Tutto sommato quei dolori terribili sono almeno serviti a farmi decidere ad impegnarmi davvero. E' che sinceramente è difficile credere ancora di poter guarire, dopo tutti questi anni. Pensa che uno dei dottori da cui sono stata mi ha detto che non avrei mai potuto guarire e che dovevo solo rassegnarmi e, a giudicare dagli anni che sono passati, ormai ero convinta avesse ragione lui....Già sono pessimista di mio, ci mancava anche lui ad aiutarmi....
Ciao a presto e posting.php?mode=reply&f=26&t=3230#

Re: La storia di camillablu

Messaggioda frizzina » dom set 16, 2012 1:21 pm

Lo scaldino ha un efficacia ben più forte di una coperta! Se poi il tuo è davvero un dolore neuropatico, a maggior ragione dovresti usarlo! A me è l'unica cosa che ha fatto davvero effetto e lo fa perchè aumenta la circolazione del sangue nella zona e apporta quindi ossigeno ai nervi! E uno scaldino che può raggiungere ben più dei 36° corporei da applicare direttamente sulla zona non ha confronti con una coperta (che mantiene il calore,ma non scalda!).Ed io non sto parlando di metterlo sul ventre (che è uno dei posti in cui va messo, oltre che sulla zona lombare) ma direttamente sulla vulva (clitoride compreso) ovviamente con un panno sopra per evitare di scottarsi. Insomma,piazzato tra le gambe.
Lo so che la pigrizia è una palla. Anch'io lo sono ed è una lotta interiore continua tra "faccio" e "non faccio", ma se vai avanti così, finirà che userai questo forum solo per lamentarti del dolore, e non per trarne insegnamento e scrivere dei piccoli passi verso la guarigione! avanti! :pugile:

Re: La storia di camillablu

Messaggioda Cles » dom set 16, 2012 2:00 pm

La cosa più importante p la costanza nel fare da sole tutto ciò che può aiutare il nostro corpo: esercizi di rilassamento, calore, ecc.. Il supporto di uno specialista è fondamentale ma lo è allo stesso modo l'impegno quotidiano che nel nostro piccolo dobbiamo dedicare alla nostra guarigione.
E soprattutto bisogna crederci. Non sarà veloce, non sarà facile, ma stare meglio è possibile. Chi ti disse il contrario evidentemente non conosceva queste patologie. Ma devi prima di tutto avere fiducia, nel medico a cui ti affiderai e soprattutto in te stessa e nella possibilità di stare meglio.

Re: La storia di camillablu

Messaggioda camillablu » dom set 16, 2012 5:07 pm

Già avete proprio ragione! Devo mettermi d'impegno e smetterla di lamentarmi. Cercherò tutto sullo scaldino e faccio immediatamente gli esercizi.
E finalmente venir fuori da questa pigrizia che mi attanaglia da 45 anni!
camillablu ha scritto:ma se vai avanti così, finirà che userai questo forum solo per lamentarti del dolore, e non per trarne insegnamento e scrivere dei piccoli passi verso la guarigione! avanti! :pugile:


Caspita che botta questa frase! Ci ripenserò ogni volta che mi sentirò pigra.posting.php?mode=reply&f=26&t=3230# Grazie davvero!!!


Prossimo

Torna a Archivio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214