VESTIBOLITE E INFEZIONI

L'archivio delle storie personali

PARERE URINOCOLTURA

Messaggioda angelo77 » gio mar 15, 2012 12:47 pm

Ciao a tutte,
mi sono iscritta da poco su questo forum.
Dopo aver sofferto 2 anni di infezioni vaginali varie ho fatto urinocoltura e urine:

colore giallo paglierino
aspetto limpido
ph 6
ps 1005
proteine assenti
glucosio assente
acetone assente
emoglobina tracce
urobilina assente
pigmenti biliari assenti
nitriti assenti

ESAME MICROSCOPICO SEDIMENTO URINARIO

emazie 3-4 per campo
leucociti 2-3 per campo
cilindri assenti
cellule alte vie assenti
cellule basse vie alcune
flora batterica assenti
altri costituenti assenti

URINOCOLTURA per ricerca germi negativa
carica microbica inf. a 1.000/ml

ho bruciore parte esterna vulva anche in corrispondenza uretra per questo ho fatto urinocoltura visto che i tamponi vaginali sono negativi.
Con questi risultati urine posso prendere D-Mannosio?
Ho paura che mi alzi il ph
Dopo i rapporti soffro per una settimana di fastidi tipo pesantezza vescica e bruciore.

Le mie mucose sono sempre arrossate e bruciano.
Grazie.

Re: PARERE URINOCOLTURA

Messaggioda Natina » gio mar 15, 2012 9:29 pm

Non hai batteri, il ph va bene, la norma è tra 6 e 7, D-Mannosio comunque male non puo farti anzi se hai le pareti della vescica infiammate può aiutale a ripristinarsi.
il bruciore vulvare e il rispettivo rossore possono ricondurre a vulvodinia..
Hai scritto la tua storia in "storie personali"? da lì puoi essere seguita meglio durante il tuo percorso, hai letto il forum? hai messo in pratica gli accorgimenti che qui vengono consigliati?
partendo dall'igiene intima e così via.. leggendo capirai molte cose! ;) e se hai bisogno di delucidazioni chiedi pure! :):

Re: PARERE URINOCOLTURA

Messaggioda Stefania 69 » sab mar 17, 2012 12:38 am

Le tue urine sembrano stare benissimo, non sei neppure infiammata a quanto sembra per cui il pH appena appena acido non dovrebbe darti fastidio.
Se non sbaglio parli solo di sintomi vulvari, io ti consiglierei una visita da uno specialista che sappia diagnosticare una eventuale vestibolite. Ti consiglio se non l'hai gia' fatto di leggere anche l'articolo dedicato nella home page, cosi' puoi valutere se ti riconosci nei sintomi.

Che terapie hai seguito per le infezioni?
Nel tampone vaginale era riportato anche il pH e la situazione dei lattobacilli? La negativita' ai patogeni non e' sufficiente da sola a garantire che la situazione sia ok.

Se ti va puoi aprire un argomento nella sezione 'storie personali' e raccontarci il tuo percorso

Re: PARERE URINOCOLTURA

Messaggioda angelo77 » mar mar 20, 2012 10:44 pm

Grazie per le risposte.
Il mio ph vaginale a detta del ginecologo è alto.
I lattobacilli non saprei.
Comunque scrivo la mia storia in storie personali!
Grazie di nuovo.

VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda angelo77 » mar lug 31, 2012 12:09 am

Ciao a tutte,
ecco qui la mia storia.
Tutto ha inizio 3 anni fa con un infezione vaginale da stafilococco aureo.
Ho fatto solo un antibiotico ciproxin che mia ha prescritto il mio medico di base.
Ho curato questa infezione così come le successive (gardnerella e enterococco fecalis) con sedute di biofrequenze.
Nonostante tutto ho continuato ad avere disturbi finchè non trovo una ginecologa omeopata di Genova che mi aiuta a guarire un ectopia e mi ripristina un po’ la flora batterica vaginale e intestinale.
Nei tamponi ancora enterococco faecalis, faccio intolleranze alimentari ed una cura omotossicologica e la situazione migliora. Ho sempre fastidi, più che altro bruciore.
Questo bruciore è più intenso i giorni successivi al rapporto e in alcuni periodi.
A volte durante i rapporti non ho alcun fastidio altre volte ho bruciore insopportabile da non riuscire a terminarlo, sento irritazione verso alto verso la vescica.
Sembra un bruciore tipo cistite anche se quando urino non brucia e urine sono chiare.
Leggendo il vostro forum decico di mattere NORMOGIN localmente per 3 mesi, ripeto i tamponi e le urine e sono negativi.
Le mucose sono sempre arrossate per cui su vostro consiglio faccio una visita dalla Spano il 20 aprile scorso.
Ho la VESTIBOLITE valore contrattura 135.
Il 13 giugno, con grande sollievo visto che tutti gli esami prescritti sono negativi, ho iniziato le terapie dalla dott. Spano e le ho terminate il 20 luglio.
Il valore è sceso a 2.1. Sono felice !
Nonostante questo sono un po’ giù di morale perchèho ancora fastidi tipo bruciore e smania nella parte alta della vulva, per capirci inserendo un dito in vagina e premendo verso l’alto ho fastidio oppure premendo con una mano sulla pancia sento un fastidio che si irradia verso uretra, prurito alcune volte. Ho paura di prendermi delle infezioni! Premetto che è 1 mese che stò prendendo D-Mannosio la sera prima di andare a letto, praticamente da quando ho iniziato la terapia con la spano.
Stavo prendendo anche i fermenti lattici (enterolactis plus poi nutriflor) e magnesio supremo ma con poco effetto visto che evacuo a giorni alterni.
A fine luglio la dottoressa mi ha misurato il ph delle urine ed era a 7. ( Non ho mai avuto cistiti)
Sono andata dal dottor Reggiani su consiglio della Spano , il quale mi ha detto che ho la candida in un tratto di intestino e l’ helicobacter pilori nello stomaco. Mi ha prescritto dei rimedi omeopatici per pulire l’ intestino, dopodiché dovrò prendere fermenti lattici per almeno 2 anni.
La cura l’ho appena cominciata.

Ho fatto anche una visita proctologica perché ho prurito anale e arrossamento. Esito : emorroidi di primo grado che sapevo già di avere da 10 anni a questa parte,(non mi hanno mai dato grossi fastidi) e una gran infiammazione dell’intestino forse dovuta al ristagno di feci (ho anche un prolasso del cieco in sede pelvica)

La dottoressa Spano per cicatrizzare mi ha prescritto la crema al colostro che producono in una farmacia di Milano su indicazione della dottoressa. Nonostante la crema contenga ingredienti naturali mi dà bruciore. Mi stò deprimendo perché ho tutti questi disturbi che anche io non so ben spiegare ( sensazione di dover urinare, qualche prurito, quando ho la vescica piena ho uno stimolo fastidioso, durante la minzione non ho bruciore) . Mi ha poi prescritto elageno a come lubrificante per farmi i massaggi e per avere rapporti che secondo l’ ostetrica potrò riperndere dopo 10 giorni da quando metto il colostro che io non stò mettendo. Non riesco a trovarla al telefono per parlarle.
E’ possibile che tutti questi disturbi siano dovuti ai nervi a cui occorre molto tempo per guarire?
Oppure ho un uretrite?
L’ ostetrica dice di non mettere fermenti lattici prima e dopo il ciclo.
Altrimenti li avrei messi.
Guardando la mucosa con lo specchietto mi sembra bella rosa tranne la forchetta e due punti in alto tra le piccole labbra.
Ho paura di non riuscire ad avere rapporti e mi chiedo perché non stò ancora bene. Ho 35 anni e sono sposata da 4 anni e vorrei tanto riuscire ad avere un bambino!
Non so se ho scritto bene tutto!
Sono tristissima!
Comunque vi ringrazio perché grazie a questo forum qualche mese fa ho potuto guarire dalle infezioni! Ma soprattutto ho scoperto di avere la vestibolite che ho potuto curare. Un abbraccio a tutte voi!

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda Cles » mar lug 31, 2012 8:15 am

Ciao, benvenuta fra noi!

Intanto sei già stata bravissima ad iniziare il tuo percorso, curando la vestibolite (tra l'altro sei riuscita a guarire in tempi brevi, è un ottimo risultato a mio parere) e cercando di ripristinare la flora batterica. E' veramente un grande risultato già!
Mi dispiace per la tua situazione attuale un po' complicata, purtroppo tutto è collegato, intestino, vescica, vagina, per cui quando uno di quest organi è "sofferente" è molto probabile che anche gli altri ne risentano in qualche modo.

Per quanto riguarda le terapie locali (crema al colostro e elageno) io ti consiglio al posto di queste di provare xerem, se usi il tasto cerca o leggi gli argomenti dedicati vedrai quante testimonianze positive a riguardo! Lo puoi usare sia come lubrificante per i rapporti, come crema locale in caso di bruciore-pruruto-arrossamento e anche per le emorroidi. Io stessa l'ho provato in queste tre situazioni e mi sono trovata benissimo. Io ho la pelle delicatissima ma xerem non mi ha mai dato problemi di sensibilizzazione-allergia.
Tra l'altro ho scoperto ieri per puro caso che se messo prima di scaricarsi aiuta molto a sentire meno dolore durante la defecazione.
Alcune hanno provato elageno ma si sono trovate meglio con altri lubrificanti (anche io), principalmente perchè è molto lubrificante ma tende ad asciugarsi subito. Comunque il discorso è sempre soggettivo, devi provare tu e capire con quale prodotto ti trovi meglio.

Hai già fatto dei passi avanti per regolarizzare l'intestino, oltre ai fermenti lattici per bocca puoi aggiungere il benefibra, il vitabat, il succo di noni o i fermenti X-flor, che hanno aiutato molte a risolvere i problemi di stitichezza. Io sono particolarmente stitica quindi oltre a fermenti e benefibra mangio molta frutta e prugne secche e sono abbastanza regolare.

Inoltre è molto importante abolire i detergenti intimi e lavarsi con sola acqua, indossare slip e assorbenti di cotone, evitare i salvaslip, se senti bruciore togliere gli slip appena puoi (quando sei a casa e quando vai a dormire). Sono piccoli accorgimenti ma molto importanti.

Per il resto presto le moderatrici sapranno consigliarti nella maniera più appropriata. Non essere giù, hai già fatto tanta strada e sei stata brava, non arrenderti e vedrai che anche tutto il resto con un po' di pazienza si risolverà per il meglio. :flower:

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda Rosanna » mar lug 31, 2012 3:02 pm

angelo77 ha scritto:Sono andata dal dottor Reggiani su consiglio della Spano , il quale mi ha detto che ho la candida in un tratto di intestino e l’ helicobacter pilori nello stomaco.
Posso chiederti in che modo ti ha diagnosticato la presenza di questi due patogeni?
Che specializzazione ha il Dr Reggiani?
angelo77 ha scritto: (ho anche un prolasso del cieco in sede pelvica)

Forse è proprio questa la causa della tua stitichezza.
angelo77 ha scritto:E’ possibile che tutti questi disturbi siano dovuti ai nervi a cui occorre molto tempo per guarire?
Oppure ho un uretrite?

Anche l'uretrite è una conseguenza della neuropatia e questa impiega davvero molto tempo a guarire, ma guarisce,con pazienza e seguendo le terapie prescritte.

Il colostro brucia, è normale.

Quali altri consigli del forum stai seguendo?
Ti consiglio di leggere più che puoi e di fare una ricerca prima di porre domande.

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda angelo77 » lun ott 01, 2012 10:51 pm

Ciao Rosanna,
il dottor Reggiani è specializzato in cardiologia e omeopatia.
Mi ha diagnosticato questi patogeni con metodo eav, uno strumento che testa le frequenze emesse da virus e batteri che sono presenti nel nostro oreganismo. Con lo stesso strumento testa il rimedio omeopatico più opportuno per noi.
Per quanto riguarda il prolasso, non capisco come possa essere la causa della mia stitichezza visto che mi hanno detto che l'ho dalla nascita e fino a 2 anni fà non avevo problemi in tal senso.
I consigli del forum sono:
-lavaggio delle parti intime solo con acqua.
-dopo aver urinato tampono con un fazzoletto imbevuto con acqua.
-bevo 2 litri di acqua al giorno
-assumo fermenti lattici nutriflor.
Poi vi aggiorno sugli sviluppi della mia storia.
Ora vi devo salutare!
:ciao:

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda Rosanna » mar ott 02, 2012 9:02 am

angelo77 ha scritto:Mi ha diagnosticato questi patogeni con metodo eav, uno strumento che testa le frequenze emesse da virus e batteri che sono presenti nel nostro oreganismo.

Quanto mi indispongono queste apparecchiature! :-...

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda Natina » mar ott 02, 2012 10:03 am

Angelo :ciao: benvenuta anche da parte mia!..

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda angelo77 » mar ott 30, 2012 7:26 pm

Ciao, eccomi di nuovo tra voi.
Ho avuto il primo controllo con la dott. Spano dopo la fine delle terapie.
Mi ha trovato bene, ha detto che ho fatto un ottimo lavoro e che le mie mucose si stanno cicatrizzando. Il valore è 2.7, quando ho finito la terapia era a 2.1.
Mi ha detto di continuare con i massaggi utilizzando elageno a e di mettere ancora il castor equi fino a finire il tubetto. Ho da inserire gli ovuli alkagyn 3 giorni dopo il ciclo e fare 1 iniezione la settimana di dobetin 5000. Prendere i fermenti lattici a cicli 3 mesi + 1 mese di pausa. Continuare con D-Mannosio 1 la sera e il magnesio la mattina.
Mi ha chiesto poi dei rapporti.
Devo dire la verità ne ho avuto solo 1 la settimana prima della visita perchè avevo paura, tanta paura! Al contrario di ogni aspettativa è andata bene. Ho messo chili di lubrificante, ho sentito un leggero bruciorino all’inizio ma se ne è andato subito, per il resto tutto alla grande!
Ho pianto dalla felicità, e pensavo: vedrai domani.
I giorni a seguire un leggero indolenzimento, meglio di quanto speravo.
Dopo la visita ho avuto altri 2 rapporti cercando di averne almeno 1 a settimana come mi ha consigliato la Spano.
Tutti e 2 come il primo.
I giorni a seguire ho sofferto un pò di più ma niente in confronto a prima.
La mia felicità è durata poco come temevo.
Fino a inizio ciclo tutto bene, ma da ieri che ero al penultimo ultimo giorno del ciclo ho bruciore e incontinenza.
Mi spiego meglio: mi viene urgenza improvvisa ad urinare, se non vado subito non riesco a trattenere molto ed ho perdita di urina.
La quantità di urina è normale ma non tantissima da provocare quell’urgenza da non riuscire a trattenerla.
Durante la minzione non brucia ma alla fine mi rimane un pò lo stimolo come se dovesse uscirne ancora. Ho un bruciore costante durante la giornata e sempre quel leggero stimolo a urinare. Sono in ansia , ho paura delle infezioni. Non riesco a capire se è un infezione vaginale o uretrite o “semplicemente ”un sintomo della vulvodinia.
Dove ho sbagliato mi chiedo!
Forse questa settimana ho mangiato cose che potrebbero avermi dato fastidio.
Lunedi scorso la risposta alla mia domanda è stata la mia prima cistite con sangue nelle urine, martedì mattina faccio urinocoltura e risulta positiva a Klebsiella pneumoiae carica superiore a 1.000.000/ml.. Decido si assumere 4 dosi di D-Mannosio al giorno più tisana malva ed equiseto. Leggo qui che questo batterio risulta sensibile ad D-Mannosio.
Chiamo la Spano la quale mi dice che D-Mannosio da solo no ce la può fare perchè è una carica batterica troppo alta. Dice che devo prendere l'antibiotico che consilìglia l' antibiogramma che io non ho richiesto pensando che avrei risolto diversamente. Inoltre la dottoressa mi dice di inserire in vagina a sere alterne ovuli ben e fermenti orali 2 comp. dicoflor elle la mattina 20 min. prima di colazione per scampare alla candida. Le dico che ho paura che il batterio sia anche in vagina se è dunque necessario fare tampone vaginale e cervicale e lei mi risponde dicendomi che sicuramente ci sarà e che il tampone è inutile visto che tanto l'antibiotico debellerà il batterio. Pensavo che se la flora batterica vaginale è a posto non è detto che il batterio sia anche lì.
Sgomenta in attesa dell'antibiogramma decido di continuare con D-Mannosio, mando mio marito alla ditta a La Spezia ad acquistare una scorta di D-Mannosio e in più prendo anche gli stick per le urine. Mercoledì sera altro attacco più leggero con 2 urine con sangue. Arrivo a domenica abbastanza tranquilla. Ieri dopo pranzo bruciore e di nuovo urgenza a fare pipì, ieri sera però i sintomi erano più attenuati! Ho notato che dopo il primo episodio di cistite gli altri 2 erano meno intensi, questo mi fa pensare che forse D-Mannosio sta funzionando da solo! Ma non esultiamo troppo.
Stamani per non farmi mancare niente mi sveglio con giramenti di testa e nausea che mi hanno mollato nel pomeriggio. Da stamani ad oggi ho defecato 3 volte e le feci erano normali non diarrea!
Sono un po’ demoralizzata!
Non si può mai tirare un sospiro di solievo! Il mio sogno di diventare mamma si allontana sempre più come le mie forze!
Ho lottato sino ad ora, ma sento che la depressione mi stà abbracciando!
Domani farò un altra urinocoltura e esame delle urine.
Scusate lo sfogo!
Grazie!

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda Natina » mar ott 30, 2012 8:45 pm

Bene per il tono muscolare :coool:
Guarda Angelo, la klebsiella è sensibile ad D-Mannosio e anche se la carica è alta si può sconfiggere, molte di noi hanno eliminato un milione di e.coli con solo D-Mannosio.. tu stessa infatti hai notato il miglioramento..
continua così puoi arrivare ad assumere anche 8 dosi al giorno fai un lavaggio costante della vescica svuotandola ogni 2 ore.. e facci sapere!
Forza!

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda Laura69 » mer ott 31, 2012 12:16 am

Angelo, come ti ha detto Naty, in fase acuta aumenta le dosi!
Sono poche quelle che stai prendendo.
Non importa se qualche assunzione non è lontano dai pasti.
Facci sapere come procede!
:potpot:

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda angelo77 » dom nov 04, 2012 1:42 pm

Ciao ragazze,volevo dirvi che stamani ho avuto un'altra ricaduta seppur più leggera delle altre è la quarta in 2 settimane da quando ho avuto la mia primissima cistite!
Oggi aumenterò di nuovo a 4/5 dosi al dì.
Non ho mai superato le 4. Voi tutte consigliate di prenderne più di 5, anche se lo schema di attacco ne consiglia 4/5. Inoltre leggevo che oltre un certo numero tipo 7 potrebbero essere inutili.
E’ 2 settimane che ho dolori che partono dai fianchi sino all’inguine, mal di stomaco e mal di schiena.
Il mio intestino non è molto regolare del tipo evacuo a giorni alterni. Ora stò assumnedo acidophilus long life milk free, perché ho finito il nutriflor.
Su consiglio della Spano inserisco mezza compressa si normogin a giorni alterni, ed ho ricominciato il castor equi. Per quanto riguarda i massaggi li ho sospesi perché mi sento infiammata, credo sia la vescica e non molto la vagina.
La Spano mi ha rassicurata dicendomi che non è un ritorno della malattia e che le infezioni capitano perché abbiano ancora le difese basse. Anche se non capisco, visto che sono anni che prendo fermenti lattici e stò attentissima al cibo.
Sono veramente depressa, inoltre questi dolori mi spaventano.
Sono stanca, ho lottato fino ad ora e comincio a pensare che non è servito a molto! Se penso ai soldi spesi, alla fatica,alle lacrime versate, ai viaggi in treno per curarmi, ha lavorare orari assurdi per poter curarmi, non cela faccio più! Inoltre penso che anche mio marito non si meriti tutto questo!
Scusate, sò che molte di voi stanno peggio di me, infatti cerco sempre di non esprimere molto i miei sentimenti perché mi dispiace pesare su chi stà peggio! Nella mia vita e infanzia ho sofferto molto, ma questa è un'altra storia!
Buona domenica a tutte!

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda Bianchetta76 » dom nov 04, 2012 9:16 pm

Ciao Angelo,
io sono stata a maggio dalla Spano e a tuttora ancora non ho potuto iniziare le sedute per colpa della candida! :( Soffri spesso di mal di schiena?... te lo chiedo perchè io ci sto passando! Già quest'inverno ho avuto una sciatlagia per più di un mese buono, poi passata da sola, ora è di nuovo un mese che è tornata, ho fatto la risonanza ed ho scoperto di avere un'ernia compresa tra la quinta vertebra lombare e la prima sacrale! In questi gg avverto i tuoi stessi sintomi! soprattutto urgenza minzionale! ma senza bruciore quando faccio pipì! Come ben sai tutti i nervi in quella zona sono collegati per cui potrebbe darsi che dipendano da qualche infiammazione dovuta alla schiena che comprime qualche nervo.

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda SofiaF » lun nov 05, 2012 11:08 am

Ciao angelo, 4 dosi al giorno durante una recidiva sono davvero molto poche. Non è vero che 7 dosi sono inutili, anzi.. prendine almeno 7/8 al giorno, sciolte nella tisana calda e arriva a bere nell'arco della giornata almeno 2lt / 2.5 di liquidi. Monitora la situazione con gli stick della prima urina del mattino, applica calore e se necessario alcalinizza. Il mannosio non va scalato da un giorno all'altro, chi ha avuto un attacco ha aspettato qualche settimana prima di tornare a tre dosi al giorno, ti consiglio di leggere le storie di laura69 e federicae.

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda angelo77 » mar nov 06, 2012 10:29 pm

Ciao,
rispondo e poi vi aggiorno sulla mia situazione.
A SofiaF: cercherò di aumentare le dosi. Forse ho scalato subito le dosi a 3 quando sono stata un pò meglio. Per quanto riguarda i liquidi bevo anche 3 litri al giorno tra tisane e acqua. Forse però non bevo in maniera costante, durante la giornata. Stò leggendo le storie che mi hai consigliato!
Grazie.
A Bianchetta 76: mi spiace che tu non abbia potuto iniziare la terapia con la Spano. Vedrai che riuscirai a sconfiggere la candida. Segui i consigli del forum, a me sono serviti per avere tutti i tamponi negativi. Nonostante la vv, prima della terapia con la Spano applicavo normogin tutte le sere e mettevo crema lubrificante durante la giornata(utilizzavo intinorm della pegaso) e mi sono trovata molto bene. Assumevo anche fermenti lattici per bocca. Niente mutande la notte e solo acqua per il bidet. Inoltre stavo attenta ai cibi contenenti ossalati. Ormai anche tu conoscerai bene i consigli del forum. Per quanto riguarda il mio mal di schiena non ne soffro quasi mai, forse può essere dovuto al fatto che la mia vita è diventata sedentaria o all’ infezione in corso. Poi con questa infezione avrò tutto infiammato. Comunque ho anche mal di collo, se non passa farò accertamenti.
Vi aggiorno ieri ho ritirato urine e urinocoltura e tampone vaginale.

Urine

Colore giallo paglierino
Aspetto opalescente
Ph 6
Peso specifico 1005
Proteine assenti
Glucosio assente
Acetone assente
Emoglobina assente
Urobilina assente
Pigmenti biliari assenti
Nitriti assenti

Esame microscopico sedimento urinario

Emazi 2-3 per campo
Leucociti 10-12 per campo
Cilindri assenti
Cellule delle alte vie assenti
Cellule delle basse vie varie
Flora batterica presente
Altri costituenti assenti
URINOCOLTURA per ricerca germi comuni: POSITIVA
CARICA MICROBICA : circa 1.000.000/ml
GERME ISOLATO: Klesbisella pneumoiae

Calcolando che questi esami li ho fatti dopo 1 settimana di D-Mannosio noto che la carica batterica da sup a 1.000.000/ml è passata a circa 1.000.000/ml. Non è scesa di molto però meglio che niente.
Cosa ne pensate?
Per il tampone vaginale, vi racconto la storia: decido di farmelo da sola visto che lo avevo in casa.
Lo porto al laboratorio privato insieme alle urine e chiedo come consigliano qui sul forum di fare il ph e conta flora batterica non patogena.
Vado dopo 1 settimana a ritirare le urine e la segretaria chiama la dottoressa che esegue le analisi, la quale mi dice che non è stato possibile misurare il ph e la conta della flora batterica non patogena perché non hanno mai avuto una richiesta simile e quindi non sono attrezzati. E’ difficile stabilire quanti lattobacilli ci sono perché dipende in che punto della vagina è stato prelevato il secreto, cioè non è possibile prelevarlo in maniera uniforme. Mi hanno chiesto a cosa mi serviva saperlo.
Io le ho risposto che mi serviva per sapere quanti erano i lattobacilli che difendevano la mia vagina per farla restare lontana da eventuali infezioni . La dottoressa mi guarda e mi dice giusta osservazione.
Comunque ha analizzato il tampone e mi dice che è negativo per miceti, enterobatteri , stafilococchi, streptococchi, neisseria gonorrhoeae, trichomonas vaginalis.
Poi ha aggiunto in mia presenza scarsa presenza di lattobacilli.(non so se vero)
Per non sbagliare visto che mancano pochi giorni al ciclo ieri sera ho inserito 1 compressa di normogin.
Chiamo la Spano per aggiornarla sulla urinocoltura e insiste per l’antibiotico perchè è una carica sempre molto alta, quindi mi avrebbe prescritto amplital 500 per 7 giorni. Secondo lei tutti i dolori che vi dicevo potrebbero essere dovuti all’infezione che ha colpito i nervi.
Che faccio!
Ho pensato di aumentare le dosi di D-Mannosio come mi consigliate e faccio urinocoltura tutte le settimane e vediamo.
Stamani avevo dolori di pancia che poi sono passati.
Il mio morale è sotto i piedi, mi faccio schifo da sola!
Mi dite come fate a trovare la forza per continuare a lottare, perché io non riesco a trovare un motivo per continuare a lottare. Anche ora sono qui sulla poltrona a scrivere e guardando mio marito che sta lavorando sul pc mi fa pena e mi sento in colpa, mi vengono le lacrime agli occhi pensando a tutta la situazione. In più ho paura di non riuscire ad avere figli e la nostra casa è così vuota! E’ come se fossi già vecchia, non vedo futuro , è come se la mia vita fosse finita a questo punto. Ho perso proprio la speranza e anche se ce la metto tutta per risollevarmi non trovo proprio la forza.


Grazie a tutte!

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda Laura69 » mer nov 07, 2012 1:19 am

angelo77 ha scritto:Mi dite come fate a trovare la forza per continuare a lottare, perché io non riesco a trovare un motivo per continuare a lottare.

Solo qui ce ne sono parecchi di motivi.
E direi che li hai messi anche bene in ordine: il primo sei tu angelo. La forza devi trovarla per te stessa, per non sentirti più uno schifo ma una donna come tutte le altre. Lo sei. Il secondo è tuo marito... mi sembra di capire che tieni a lui ed al vostro rapporto. Il terzo sono i vostri progetti. Non è troppo tardi per realizzarli. C'è ancora tempo.
Non sei affatto vecchia e il tuo futuro è nelle tue mani ma devi volerlo. Fortemente volerlo perché se non lo vuoi tu non arriverai in nessun posto. nessuno potrà aiutarti.
Abbiamo solo le nostre gambe ed è con quelle che dobbiamo trovare la forza di camminare.
La speranza la trovi leggendo le storie di tante persone che come te sono arrivate qui senza averla e che giorno dopo giorno e passo dopo passo l'hanno ritrovata.
Forza!
:potpot:

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda angelo77 » dom nov 11, 2012 12:17 pm

Ciao,
dopo una settimana che stò assumendo 5 dosi di D-Mannosio, a volte 4 per questioni di tempo e assenza di w.c. più 5 giorni di normogin.
Sono stata abbastanza bene, ieri mattina ho fatto stick non della prima urina ma della seconda urina del mattino dopo colazione, i leucociti se ho letto bene erano negativi, sangue seconda casella, nitriti negativi, ph 5. Stamani di nuovo bruciore e fastidio al termine della minzione,premetto che era due giorni che il mio intestino era in sciopero, stamani ho assunto semi di psillio e sono andata, feci dure e scusate puzzolenti. Inoltre deve arrivarmi il ciclo,avrebbe dovuto arrivarmi o giovedì o venerdì.
Lo stick sicuramente non era giusto. Forse devo cambiare fermenti lattici. Che scatole! Con tutti i fermenti che ho assunto sino ad ora dovrei avere le difese immunitarie a mille, evidentemente non è così. Farò un altra urnocoltura!

Re: VESTIBOLITE E INFEZIONI

Messaggioda SofiaF » lun nov 12, 2012 12:08 pm

Perdonami ma proprio non capisco cosa tu voglia dire su stick e fermenti. Perchè lo stick era sbagliato? Ti ricordo che affinchè i nitriti siano correttamente valorizzati devono essere passate almeno quattro ore dall'ultima urina, ancor meglio farli con la prima del mattino.
Per regolarizzare l'intestino hai provato con magnesio o noni?


Prossimo

Torna a Archivio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214