La storia di Maria Chiara

L'archivio delle storie personali

La storia di Maria Chiara

Messaggioda MariaChiara » gio nov 04, 2010 5:46 pm

Ciao ragazze,
mi chiamo Maria Chiara e come voi ho trovato questo forum disperata dopo l'ennesima cistite. Però su google ho scritto direttamente "forum al femminile cistite" perchè ero convinta che la saggezza femminile potesse aiutarmi più di tutti i medici che avevo visto e, infatti, risulta essere proprio così viste tutte le storie di guarigioni che ho letto :D . Ho trovato subito la storia di Rosanna e questo forum.

Ho appena compiuto 19 anni e da quattro soffro di cistite. Ho avuto la mia prima cistite a 14 anni, terribile, di quelle fortissime già dal primo giorno con tanto di perdite di sangue nelle urine. Il mio pediatra mi prescrisse la classica cura di Monuril per due giorni, e tutto passò com'era venuto. Non nella mia vescica però: da quel momento sono iniziate le recidive. L'inverno successivo fu terribile, una cistite dietro l'altra intramezzate da episodi di candida. Dalle analisi delle urine risultava un infezione da escherichia coli. Mi prescrivevano antibiotici per l'una e la crema antimicotica gino-canesten per l'altra. Alla fine trovai una dottoressa che mi tenne in cura per alcuni mesi e che mi prescrisse la tristemente nota cura di 6 mesi di antibiotici alternati al Monuril. Mi fidai: se tornava la candida prendevo la crema, cistiti mentre prendevo l'antibiotico non ne avevo... Sospesa la cura cistite. Ovviamente! Nel frattempo avevo fatto un test per verificare se avessi un residuo di urina nella vescica dopo la minzione. Risultò positivo, ma la dottoressa andò avanti con la sua cura. Devo ammettere che quell'esame non mi ha mai convinto: bevvi un litro e mezzo d'acqua, o forse più, ma il dottore era in ritardo, quindi dovetti trattenere molto più del previsto e, entrata nello studio, non riuscivo più a urinare tanto la vescica era indolenzita! Non so se a voi capita, non so se è normale, ma se trattengo troppo poi non riesco a fare tutta la pipì in un colpo, sono come indolenzita.
Terminata la cura dalla dottoressa le cistiti si ripresentavano, cambiai dottore, e feci un'altra volta una cura a lungo termine di antibiotici e antimicotici (ora non mi ricordo di preciso per quanto). Anche quella volta non ho risolto niente. Devo ammettere che sono una persona che tendenzialmente beve poco, e so che non è una cosa positiva quando si soffre di cistite, ma adesso ho paura a sforzarmi di bere di più, e vi spiego il perchè. Lo scorso maggio, consapevole che avrei fatto bene a bere di più, decisi di cominciare a portarmi dietro una bottiglietta d'acqua da mezzo litro in modo da berne tre al giorno, per arrivare almeno a un litro e mezzo d'acqua al giorno. Morale della favola? Dopo due giorni cistite.
Devo dire che rispetto a molte ragazza di cui ho letto la storia qui sul forum sono fortunata, nel senso che generlmente ho quattro cistiti l'anno, ma non sono normali lo stesso! La maggior parte delle mie amiche non sa neanche cosa sia una cistite, e anche se non mi capita spessissimo sono stufa di convivere con questo problema!
La scorsa settimana ho avuto l'ultima cistite, molto probabilmente a causa dell'arrivo dei primi freddi. Sono andata da un medico nuovo, visto che mi sono trasferita fuori città per studiare, e mi ha prescritto...ciproxin 1000!! Ho pensato che non fosse il caso di prendere un antibiotico a dosaggio così forte visto che soffro anche di candida, e alla fine ho risolto con cinque giorni di ciproxin 250. Ho preso anche dei fermenti lattici per cercare di salvaguardare la flora batterica e ora sembro stare bene. Grazie al forum ho risolto quest'ultimo attacco di cistite quasi completamente grazie al bicarbonato di sodio: non avevo niente che potesse farmi stare meglio, dovevo aspettare il turno di ambulatorio per andare dal medico, così ho preso per tre giorni un cucchiaino di bds al giorno sciolto in un bicchiere d'acqua, due volte al giorno, e in effetti la cosa mi faceva stare meglio. Non so se ho fatto bene o no...

Sono determinata ad affrontare questo problema di petto e guarire dalla cistite con voi: ho intenzione di fare un ordine da De Angelis il prima possibile e iniziare la cura con il Mannosio. Per quanto riguarda la posologia, ho trovato le informazioni che mi servono nel topic dedicato. Siccome vorrei fare un ordine unico, che cura mi consigliate? Sicuramente prenderò anche la crema D-Mannosio! Dovrei affiancare al mannosio anche dei fermenti lattici? Quali mi consigliate? E il succo di noni?
Vorrei anche fare delle lavande per sterilizzare ogni possibile serbatoio di incubazione di batteri. Ho trovato le modalità sempre tra i vari topic, ma quale mi consigliate?
Infine ho letto che molte di voi dicono, quando hanno un episodio di cistite, "il lunedì avevo tot escherichia, il giovedì ero scesa a tot e domenica ero sterile...." come fate? ci sono degli stick che danno queste informazioni oltre a quelli che dicono se c'è un infezione in corso e qual è il Ph delle urine? Sono importanti? Mi consigliate di comprarli?
Forse l'ultima parte è un pò OT, non so ancora bene come funziona, se è così ditemelo e lo taglio e lo sposto da un'altra parte.
Grazie per aver reso la guarigione una speranza realistica! :)
Maria Chiara

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda MariaChiara » gio nov 04, 2010 6:26 pm

Ah, dimenticavo una cosa fondamentale. A otto mesi ho avuto un'infezione alle vie urinarie seria, mi ricoverarono, ma al momento non so di preciso di quale batterio (o altro) si trattasse. Magari faccio una piccola ricerca tra gli esami dell'epoca ;)

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda Frens » gio nov 04, 2010 6:27 pm

ciao e benvenuta nel forum.
certo che ti consigliamo D-Mannosio! visto che cmq le spesi di spedizione costano, io ti consiglio di ordinare 8 scatole e una confezione di crema D-Mannosio per provarla.
il noni è sicuramente ottimo non solo per il discorso cistite, se usi il motore di ricerca capirai.
certo che devi fare i fermenti lattici, e fai riferimento alla sezione appropriata per vedere i consigliati.
ti consiglio di dare una letta anche alla sezione candida..ora da quel punto di vista come stai?
non ricordo di aver letto di urinocolture che man mano si negativizzavano con la scala che dicevi tu, ma la mia memoria fa spesso cilecca. cmq si riesce a vedere se è in corso una infiammazione, infezione o entrambe, utilizzando gli stick (usa la funzione cerca) e ovviamente nel corso della terapia con D-Mannosio se si facessero delle urinocolture, penso proprio che succeda come tu descrivi.
e infine ti devo sgridare :ss :mrgreen: le lavande è sempre molto meglio evitarle, e non devi affatto sterilizzare come hai detto (anche perchè la sterilità è praticamente impossibile e quello che ci si avvicina è assolutamente dannoso), quello che devi fare è introdurre i lattobacilli buoni in vagina, o con dello yogurt, o con degli ovul appositi, o con entrambi. trovi tutto usando la funzione cerca, e quando vuoi siamo qui ;)

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda Sarasa » gio nov 04, 2010 6:42 pm

ciao e benvenuta nel forum maria chiara! :flower:

spulciati bene il forum, troverai un sacco di notizie interessanti e utili :D

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda MariaChiara » gio nov 04, 2010 6:54 pm

Ciao Frens, grazie per il benvenuto e la risposta.
Dal punto di vista candida fortunatamente sono circa due anni che non ho recidive, ma ne sono così spaventata che cerco sempre di fare attenzione. In pratica negli ultimi anni ho avuto delle cistiti non seguite per fortuna dalla candida. L'unico fastidio simile è un bruciore all'uretra che si protae per qualche giorno dopo la guarigione dalla cistite, che mi fa sempre pensare a una candida ma che, mi pare di capire, è dovuto ai batteri che la vescica espelle e che si accumulano sull'uretra. Infatti il bruciore migliora molto dopo i lavaggi (non più di uno al giorno), con Saugella: so che sconsigliate i detergenti intimi ma con questo mi trovo davvero bene, non mi ha mia dato problemi e lo uso da una vita.
Diciamo quindi che i fermenti mi servirebbero per riequilibrare la situazione generale, non in particolare per la candida, che non ho da tempo, ma se possono dare una mano a prevenirla lo stesso, meglio. Mi consigli i fermenti vaginali quindi piuttosto che quelli orali?
Per lavande intendevo anche l'applicazione locale di fermenti, mi sono espressa male :) .Ho letto che alcune fanno dei lavaggi con il mannosio e con il bds, tu li sconsigli? Te lo chiedo perchè ho letto in un post sulla cistite da luna di miele che i microtraumi che si formano possono favorire la proliferazione dei batteri (che dunque si trovano già in vagina, giusto? e io li vorrei eliminare :D )

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda sere24 » gio nov 04, 2010 8:06 pm

Ciao MariaChiara,frens è stata completa.Ti do intanto il mio :welcome:

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda Frens » gio nov 04, 2010 8:10 pm

se lo sconsigliamo c'è un motivo, tra l'altro tutte quelle che lo hanno eliminato, me compresa, hanno trovato miglioramenti. perchè non provare per una settimana e poi dirci come ti sei trovata?
tra parentesi ho scoperto da poco che saugella ha un inci veramente brutto..io ho comprato il detergente alla calendula fitocose per ano e per il mio ragazzo (che di convertirsi all'acqua non vuole saperne), molto meglio.
se leggerai con più attenzione, vedrai che le lavande vanno fatte solo in casi davvero estremi, e visto che ora stai bene, io non le fare affatto.
per fermenti ok sia per bocca che in vagina.
i batteri in genere (e ho cercato di fartelo capire anche prima) non vanno "eliminati" ma sei tu che devi ripristinare le condizioni affinchè ci sia un equilibrio tra flora residente e patogena a favore della prima ovviamente. a meno che non ci siano situazioni limite (es candida molto forte che non se ne vuole andare con le terapie consigliate protratte a lungo, cariche alte di coli in vagina che non se ne vanno con le solite terapie consigliate)

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda clio77 » gio nov 04, 2010 8:14 pm

ciao!
Non si fanno mai terapie senza fare prima un tampone. La lavanda al mannosio è utile in caso di infezione da E. coli;
normalmente vanno benissimo le applicazioni di yogurt;
evita tassativamente il detergente!!!!!! :ss Perché porti via le sostanze riparatrici e antibatteriche della vulva, e questo vale anche per la tutela dell'uretra!
Ti consiglio anch'io un bell'ordine di ausiulium succo di noini, crema D-Mannosio e fermenti orali, nonché di strisce reattive: Rosanna si è adoperata tanto per farci avere questa opportunità di avere tutto assieme a minor costo, sei fortunata anche perché è così da pochissimo, quindi approfitta! E spulciati bene il forum

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda Stefania 69 » ven nov 05, 2010 12:31 pm

:welcome:

Benvenuta anche da parte mia.
Approfitta di questo momento di remissione per cominciare a ripristinare tutto:
-D-Mannosio
-Fermenti orali e vaginali. Sono importantissimi per ripristinare la flora batterica che dopo tuti questi anni di anti-tutto sara' totalmente debilitata (la sua assenza apre la strada a qualsiasi patogeno circoli in giro)
-Magari un po' di lattoferrina per scongiurare definitivamente la candida, ma asettiamo la conferma di Strega
-abolisci detergenti e usa solo acqua tranne dopo aver defecato e solo per l'ano.
-lubrificante (di quelli consigliati) per i rapporti, se ne hai
- leggi bene la sezione delle nozioni di base degli annunci importanti, tutte questi argomenti sono sviluppati.

Per ogni dubbio siamo qui, e naturalmente siamo qui anche per leggere i tuoi aggiornamenti e i tuoi prossimi progressi :):

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda TANIA » ven nov 05, 2010 3:54 pm

:welcome:

che dire di più.....

Buona guarigione!

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda Viv. » sab nov 06, 2010 7:53 pm

:welcome: :welcome:

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda MariaChiara » mar nov 09, 2010 6:34 pm

Ho scoperto da cosa è stata causata l'infezione alle vie urinarie che ho avuto a sette mesi: Pseudomonas cepacia. L'infezione durò per mesi, poi sono stata bene fino all'adolescenza; la prima cistite in assoluto era causata da E.Coli. Non so se può esserci un nesso tra un'infezione così importante quando ero così piccola e la cistite recidivante di cui soffro ora, comunque ve lo dico per completezza.

Ho deciso di iniziare la cura in questo modo:

-3 dosi di D-Mannosio al giorno per un mese (è troppo poco?) da aumentare a 4/5 in caso di ricadute;
-fermenti vaginali: normogil per venti giorni, uno al giorno (va bene?); nei mesi successivi uno al giorno nei cinque giorni successivi al ciclo;
-nel mio caso (ultimo epicodio di candida due anni fa) è il caso di affiancare anche fermenti quali candidep e simili?
-crema D-Mannosio
-non ho ancora deciso quali fermenti orali iniziare.

Ho anche un altro problema: l'emoglobina perennemente bassa. Ho letto che la lattoferrina è più efficace del Ferrograd (che dopo un pò mi causa diarrea e sono costretta a sospendere e non riesco mai a risollevare i valori come dovrei.) A questo punto potrei prendere Xflor che contiene sia 100 mg di lattoferrina che fermenti lattici vari per prendere due piccioni (emoglobina e fermenti orali) con una fava?
Per avere risultati con la lattoferrina è necessario prenderla per lunghi periodi, ma posso prendere altrettanto a lungo anche i fermenti? oppure dopo un pò devo sospendere i fermenti e continuare solo lattoferrina? (e quindi eliminare xflor?)
Ho ordinato anche gli stick per le urine per monitorare la situazione.

P.s. Studio Biotecnologie. Vi garantisco che appena facciamo laboratorio farò soffrire immensamente l'E.Coli, La Klebisiella, la Pseudomonas e quant'altro. :ss :ss :ss (almeno quanto loro fanno soffrire noi!). :twisted:

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda Viv. » gio nov 11, 2010 1:38 am

MariaChiara ha scritto:3 dosi di D-Mannosio al giorno per un mese (è troppo poco?)

Dipende da come va. Di certo un mese è il minimo.
MariaChiara ha scritto: da aumentare a 4/5 in caso di ricadute;

Anche di più!!!

MariaChiara ha scritto:-nel mio caso (ultimo epicodio di candida due anni fa) è il caso di affiancare anche fermenti quali candidep e simili?

La lattoferrina ti aiuta in molte cose.
MariaChiara ha scritto:-non ho ancora deciso quali fermenti orali iniziare.

Potresti cominciare con VSL3, per poi passare a Nutriflor. Fai cicli e alterna i vari tipi.

MariaChiara ha scritto:A questo punto potrei prendere Xflor che contiene sia 100 mg di lattoferrina che fermenti lattici vari per prendere due piccioni (emoglobina e fermenti orali) con una fava?

x-FLOR è piuttosto costoso e più adatto a cicli di mantenimento. Per cominciare vai con la lattoferrina e i fermenti a dosi ben più elevate di quelle che troveresti in X-flor.
MariaChiara ha scritto:P.s. Studio Biotecnologie. Vi garantisco che appena facciamo laboratorio farò soffrire immensamente l'E.Coli, La Klebisiella, la Pseudomonas e quant'altro. :ss :ss :ss (almeno quanto loro fanno soffrire noi!). :twisted:

:o :o
Non dire mai più queste cattiverie!! Io sono un ecologa!!

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda clio77 » gio nov 11, 2010 3:11 am

:o :o quoto tutto il post di Viv :):

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda Viv. » gio nov 11, 2010 3:14 pm

Ovviamente stavo scherzando! Però non serve riversare tanto astio sui batteri...

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda clio77 » gio nov 11, 2010 9:37 pm

sono animali anche loro, o quasi :mrgreen:

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda sweetlady80 » ven nov 12, 2010 12:34 am

:welcome: anche da parte mia!
segui i consigli che ti hanno dato le altre e ne trarrai giovamento :coool:
Anch'io da biologa quoto Viv!non saranno poi così inutili questi batteri :lol:

Re: La storia di Maria Chiara

Messaggioda Rosanna » ven nov 12, 2010 10:26 pm

Secondo me x-flor nel tuo caso potrebbe essere ideale e più che sufficiente.



Torna a Archivio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214