La mia storia.

L'archivio delle storie personali

La mia storia.

Messaggioda Veronique85 » mer gen 24, 2018 8:46 am

Ciao a tutte mi chiamo Veronica ho 32 anni e sono di Roma.Sono emozionata per essere finalmente riuscita a scrivere in questo forum che ho iniziato a conoscere nel 2013.Il mio primo episodio di cistite o meglio di probabile cistite risale a quando avevo circa 12 anni.E quindi ovviamente non avevo ancora rapporti sessuali.Allora mia madre mi diede una bustina di 'Monuril' e tutto si risolse in breve tempo.Poi bene per anni e anni anche con il ragazzo con cui persi la verginità andò tutto bene per tutto il periodo della nostra storia,circa 1 un anno e mezzo.Poi la storia con questo ragazzo fini e iniziai un'altra relazione.E dopo neanche un mese ebbi un'episodio di forti bruciori e dolori vaginali.Andai da una ginecologa che mi visito e mi fece un pap test.Risultò una brutta infezione ma non ricordo di preciso cosa fosse.Mi fece curare con antibiotici e ovuli e tutto passo in breve tempo.Questo accadeva nel 2008.Tutto bene fino al 2013.Nel frattempo la storia con quella persona Fini e nel 2011 incontrai un altro ragazzo con il quale ebbi un figlio a gennaio 2012.Tutto bene anche durante la gravidanza.Nel giugno 2013 appunto finisce la storia con il padre di mio figlio e inizio una nuova storia.A luglio scopro di essere di nuovo incinta ma interrompo la gravidanza a inizio settembre.Dopo pochi giorni riprendo ad avere rapporti e a metà settembre ho un attacco di cistite fortissimo che mi porta dolori e bruciori allucinanti.Prendo per 2 giorni Monuril e sembra passare ma dopo qualche giorno ho un altro attacco forte.Questa volta mi metto a riposo e non prendo nessun medicinale e il tutto passa da solo.Nei mesi successivi fino a gennaio 2014 non sto benissimo in quanto ci sono dei giorni in cui ho bruciori seppur lievi e giorni in cui invece non ho nulla.A febbraio del 2014 ho una candida e prendo Diflucan per una settimana.Dopo 10 giorni mi decido a fare urinocultura e tamponi vaginali e risulta tutto negativo.Nel 2015 inizio una convivenza che dura fino ad aprile 2017.E in questi 2 anni di rapporti frequenti mai avuto problemi.Sempre ad aprile 2017 inizio una nuova storia in cui i rapporti sono molto più focosi rispetto alla precedente e a giugno ho un episodio di cistite.Questa volta faccio subito urinocoltura e risultano un mix di colonie batterie con una carica di 200.000 UFC/ml.Vengo curata con ciproxin 1000 per 7 giorni.Guarisco e tutto ok fino a fine ottobre quando mi sveglio per un fortissimo attacco di cistite.Faccio di nuovo urinocoltura e stavolta risulta 1.000.000 ufc/ml di proteus spp.Di nuovo cura con Coproxicin per 8 giorni.Guarisco ma stavolta sento di non stare del Tutto bene.Ho sempre fastidio e a volte sento come qualcosa che tira da dentro o che spinge verso il basso.Inoltre spesso ho la sensazione che la vescica non si svuoti bene e avverto proprio un peso vescicale.Ho fatto i tamponi vaginali e sono in attesa dei risultati.Ho letto molte storie sul forum riguardo la vulvodinia e in molti sintomi mi riconosco.Ma purtroppo non ho la possibilità economica di farmi visitare da un esperto come il dott Pesce ad esempio.Sono disperata non so cosa fare.Spero che possiate darmi dei consigli.

Re: La mia storia.

Messaggioda Laulaura » mer gen 24, 2018 11:42 am

Ciao e benvenuta sul forum! :welcome:
Bisogna cercare dii spezzare assolutamente il circolo vizioso in cui sei caduta in questi anni ma prima di tutto sarebbe bene inquadrare la tua situazione in modo più chiaro. Ti chiedo quindi di rispondere al questionario per le nuove iscritte, vedrai che troveremo insieme una soluzione, a presto! :ciao:

Re: La mia storia.

Messaggioda Veronique85 » mer gen 31, 2018 7:23 am

Ciao Laura,grazie di aver letto la mia storia e di avermi risposto.Ecco il questionario che mi avevi chiesto di compilare:1)Quali sono i tuoi sintomi principali?Dove sono localizzati di preciso?Con che frequenza si manifestano?Bruciore vulvare,accompagno qualche volta da prurito.Sensazione di pesantezza sul pube,come se ci fosse qualcosa che tira.A volte urgenza menzionale e tenesmo vescicale.Ci sono a giorni alterni.E non sempre tutti insieme.Sono tuttavia rari in giorni in cui sto bene,cioè senza proprio nessun sintomo.2)Tra 1 attacco e l'altro stai bene o hai comunque fastidi?Quali?Ho comunque i fastidi elencati nella domanda precedente.3)Hai individuato qualche causa scatenante in particolare?Si,rapporti sessuali e quando vado di corpo.Soprattutto se ho la diarrea.4)Hai un esame urine ed urinocoltura recente?Cosa riportano?Si.L'ultima urinocoltura riportava flora batterica non significante.L'ultimo esame delle urine riporta la presenza di rari leucociti.E la presenza di alcuni urati.Per il resto tutto nella norma.5)Hai a casa gli stick urine per monitorare la situazione? No..6)Quante volte al giorno fai pipì e quanto bevi?Faccio pipì circa 7/8 volte al giorno.Bevo 1 litro e mezzo circa.7)Il flusso della pipì è stentato e doppio oppure un getto unico e abbondante?Devi spingere per urinare o l'urina esce spontaneamente?Il getto è quasi sempre unico.Ma quasi mai abbondante.Devo spingere quasi sempre soprattutto verso la fine.8)Durante i rapporti hai dolore e/o la penetrazione è difficoltosa?La penetrazione è sempre difficoltà e ho dolore abbastanza spesso.Soprattutto in certe posizioni.9)Soffri anche di candida?Quali sono i sintomi che hai durante l'attaccante di candida?Ne ho sofferto 2 volte.La prima volta il sintomo principale era il prurito accompagnato da perdite bianche e grumose.La seconda volta i sintomi erano prurito e bruciori senza perdite.10)Cistiti e candide sono state sempre accertate rispettivamente da urinocoltura e tamponi vaginali?Le ultime due cistiti sono state accertate dall'urinocoltura.L'ultima candida risultava dal pap test.11)Hai un tampone vaginale recente con indicazioni del ph e dei lattobacilli?No.12)Hai bruciore quando usi jeans,quando indossi biancheria sintetica o quando usi gli assorbenti?Da quando ho avuto l'attacco di cistite a luglio mi creano bruciore sia i jeans che la biancheria sintetica.Gli assorbenti mi hanno sempre dato fastidio.Da quando indosso quelli di cotone va molto meglio.13)Che metodo contraccettivo usi?Per 3 mesi da agosto a ottobre ho usato la pillola.Da quando ho smesso uso il preservativo ma non sempre.14)Utizzi lubrificante durante i rapporti?Si lo uso sempre altrimenti la penetrazione è impossibile.Da novembre uso il Kendra.15)Hai notato se le cistiti ti compaiono dalle 24 alle 72 ore dopo il rapporto?L'ultima è comparsa dopo qualche ora dal rapporto.Le altre non ricordo.16)Utilizzi detergente intimo?Solo quando vado di corpo oppure ho il ciclo.17)L'intestino come va?Riesci a scaricarti tutti i giorni?Vado tutti i giorni,anche più volte al giorno.Ultimamente ho quasi sempre bruciore all'ano.18)Riesci a riconoscere il muscolo pubococcogeo e a contrarlo/rilassarlo?Penso di riuscire a riconoscerlo.Riesco a contrarlo a rilassarlo mi viene molto difficile.19)Hai mai provato a fare qualche auto massaggio?No.20)Il calore ti aiuta?Si.21)Hai letto gli articoli in homepage sulla contrattura e vulvodinia?Ti riconosci in qualche sintomo?Si li ho letti.Si mi riconosco in qualche sintomo.22)Stai seguendo qualche accorgimento fra quelli che suggeriamo?Quali?Si.Quasi tutti tranne gli auto massaggi e i kr perché non ho capito come farli.23)di quale altre patologie soffri?Sindrome del colon irritabile.24)che sport pratichi ?Nessuno.

Re: La mia storia.

Messaggioda Veronique85 » mer gen 31, 2018 9:03 pm

Buonasera a tutte!Speravo che qualcuna di voi mi rispondesse oggi perché non essendo ancora associata posso scrivere solo di mercoledì e così avrei potuto parlare senza dover aspettare un'altra settimana. :help: Comunque a breve mi assocerò così avrò la possibilità di scrivere 3 volte a settimana!Nel frattempo un saluto a tutte voi!! :baci:

Re: La mia storia.

Messaggioda Laulaura » mer gen 31, 2018 9:44 pm

Ciao Veronique! Voi siete tante e noi in poche e facciamo il possibile! Allora, ragioniamo un po' insieme sulle tue risposte.
Veronique85 ha scritto:Hai individuato qualche causa scatenante in particolare?Si,rapporti sessuali e quando vado di corpo.Soprattutto se ho la diarrea.

Se non lo hai già fatto ti invito a leggere la sezione relativa alla cistite post-coitale, è molto utile per capire alcuni meccanismi che a volte ci sfuggono. Inoltre ti consiglio di fare post-rapporto un piccolo massaggio, per ora solo esterno, e poi, non appena imparerai, anche quello interno. Per quel che riguarda il massaggio esterno si tratta di fare piccole pressioni e cerchietti in tutta la zona esterna, pube ed inguine compreso. L'automassaggio esterno è chiaramente spiegato nel video di Laura69 che trovi sul forum usando la funzione cerca. Ti consiglio inoltre di vedere anche il video di Frizzina sullo stretching per poter fare qualche esercizio nel quotidiano. Sempre nel post-rapporto puoi applicare calore tramite scaldino, termoforo, borsa dell'acqua calda.
Per la situazione intestinale invece cosa fai? Fermenti? Altri prodotti? È fondamentale avere un alvo regolare.
Veronique85 ha scritto:Il getto è quasi sempre unico.Ma quasi mai abbondante.Devo spingere quasi sempre soprattutto verso la fine.

Ecco, questo potrebbe essere indice di contrattura e spingere è un comportamento sbagliato. Cerca piuttosto di rilassare tramite respiri profondi.
Veronique85 ha scritto:La penetrazione è sempre difficoltà e ho dolore abbastanza spesso.Soprattutto in certe posizioni.

I rapporti sono sempre desiderati? Sei adeguatamente lubrificata? È fondamentale non solo l'uso del lubrificante ma anche desiderare i rapporti e fermarsi se qualcosa non va, insistere se si ha dolore non ha senso.
Piuttosto ci si ferma o si insiste sui preliminari.
Veronique85 ha scritto:Riesci a riconoscere il muscolo pubococcogeo e a contrarlo/rilassarlo?Penso di riuscire a riconoscerlo.Riesco a contrarlo a rilassarlo mi viene molto difficile

Ti capisco, se per anni abbiamo fatto assumere ai muscoli una posizione sbagliata si farà fatica a rieducarli. Leggi le sezioni del forum relative a kegel reverse e respirazione diaframmatica, sono due strumenti fondamentali e soprattutto gratuiti per riportare i muscoli in quella che dovrebbe essere la loro normale posizione.

Veronique85 ha scritto:Bruciore vulvare,accompagno qualche volta da prurito.Sensazione di pesantezza sul pube,come se ci fosse qualcosa che tira.A volte urgenza menzionale e tenesmo vescicale.Ci sono a giorni alterni.E non sempre tutti insieme.Sono tuttavia rari in giorni in cui sto bene,cioè senza proprio nessun sintomo.

Ti invito a leggere questi due articoli con tutto ciò che ad essi è correlato:
contrattura pelvica
vulvodinia
E poi leggi anche le nozioni base , tutto questo ti aiuterà a chiarirti le idee, guarda bene anche le figure ed osservati: più impariamo a conoscerci meno sfumati ci sembreranno i sintomi.
Vedo inoltre che sei di Roma, hai dato un'occhiata agli specialisti consigliati?
Bene, credo di averti detto tutto, almeno per ora! Per tutti i dubbi noi siamo qui, a presto! :ciao:

Re: La mia storia.

Messaggioda Veronique85 » mer gen 31, 2018 10:37 pm

Ciao Laura!! :): Innanzitutto grazie per avermi risposto.Leggerò tutto quello che mi hai consigliato anche se diverse cose già le avevo lette.Nel frattempo sto prendendo il D-Mannosio.L'ho acquistato su un sito di integratori americano si chia Pipingrock.com sono compresse ciascuna delle quali ha un dosaggio di 710 mg.Ne sto prendendo 4 al giorno.Poi assumere fermenti lattici tutti i giorni.Localmente applico Kendra come lubrificante e al bisogno.Ho acquistato anche Vea Olio recentemente ma al secondo giorno di utilizzo mi ha creato bruciore e fastidio.Il 6 febbraio avrò i risultati dei tamponi vaginali che ho effettuato.A presto allora! :ciao:

Re: La mia storia.

Messaggioda Laulaura » mer gen 31, 2018 11:08 pm

Ti consiglio di dare un'occhiata alla linea dimann nata appositamente per le nostre esigenze.
Leggi anche la sezione relativa ai lubrificanti e, se qualche prodotto ti dà fastidio, al momento mettilo da parte, lo puoi riprovare più in là!

Re: La mia storia.

Messaggioda signo » sab feb 03, 2018 7:45 am

:welcome: anche da parte mia Veronique!
Veronique85 ha scritto:Poi assumo fermenti lattici tutti i giorni
Quali? Per le nostre problematiche consigliamo Nutriflor o xflor, trovi tutto sul sito di NaturaDiretta.com. Quando esci cerca di coprire sempre bene la zona pelvica, puoi anche usare i cerotti autoriscaldanti thermacare oppure indossare le culotte della Calida, trovi tutto con la funzione CERCA in alto a destra. Abolisci il detergente intimo, usalo solo per la zona anale. Nella sezione "igiene ed abbigliamento" trovi tante testimonianze di chi usa solo acqua ormai da anni, anche durante il mestruo.
Ora attendiamo l'esito del tampone vaginale e poi vedremo se e come procedere.
Laulaura ha scritto:Vedo inoltre che sei di Roma, hai dato un'occhiata agli specialisti consigliati?
Non hai risposto a questa domanda di Laura: hai preso in considerazione l'idea di rivolgerti in primis ad una fisioterapista?

Re: La mia storia.

Messaggioda Veronique85 » mer feb 07, 2018 3:17 pm

Ciao Signo grazie anche a te per avermi risposto!Allora ho ritirato oggi i tamponi e il risultato è il seguente.La ricerca di Micoplasma genitalium,M.Hominis,Ureaplasma Urealyticum ha dato esito:Positivo per U. Parvum.Negativo invece a Chlamydia tracomatis,Candida,Garderenella,strepcocco beta-emolitico di gruppo B,Nesseriae Gonorrea.Nel frattempo sto continuando a prendere il mannosio 4 dosi al giorno da 710 mg.E i fermenti lattici X-flor.Per quanto riguarda la domanda di Laura sul fatto di consultare uno specialista visto che sono di Roma avevo spiegato nella mia storia che purtroppo sto in difficoltà economiche importanti e quindi non me lo posso permettere. :roll: Aspetto qualche parere con ansia!

Re: La mia storia.

Messaggioda flo67 » gio feb 08, 2018 1:25 pm

Ciao Veronique
Veronique85 ha scritto:Positivo per U. Parvum

Fa parte della normale flora finché non supera certe concentrazioni. Il discorso è sempre lo stesso però: ripristinare l'equilibrio per combattere ogni patogeno.
Nel tampone erano riportate anche le indicazioni dei lattobacilli e del ph vaginale per caso?
Leggendoti anche io vedo delle componenti di contrattura al pavimento pelvico. Che fare? Se adesso non puoi andare da uno specialista ricordati che puoi fare TANTISSIMO in autonomia a livello del rilassamento.
Credo che ti abbiano già linkato i vari argomenti, comunque la prima cosa che devi fare è imparare a capire come è fatto il nostro pavimento pelvico e lavorare per combattere l'ipertono: kegel reverse, respirazione diaframmatica, stretching, calore, automassaggi interni ed esterni.
Intanto inizia, poi noi ti aiuteremo e ti accompagneremo durante il cammino. Coraggio, non sei sola :ciao:

Re: La mia storia.

Messaggioda Veronique85 » mer feb 14, 2018 4:47 am

Ciao a tutte!Dopo aver letto il messaggio di Flo ho messo in pratica tutti i suggerimenti perché anche io credo che potrebbe essere contrattura del pavimento perlvico.Sono stata anche dal mio medico di base che ovviamente mi ha prescritto un antibiotico:ambramicina per 5 giorni.Sicuramente non lo farò perché dopo aver letto un bel po' di storie su questo forum ho capito che non è la strada giusta.Pero vorrei saperne di più su questo ureaplasma parvum perché qui sul forum non ho trovato molto purtroppo.Voi co. Mi consigliate di muovermi?Grazie a chiunque risponderà! :ciao:

Re: La mia storia.

Messaggioda Laulaura » mer feb 14, 2018 2:39 pm

Veronique85 ha scritto:Allora ho ritirato oggi i tamponi e il risultato è il seguente.La ricerca di Micoplasma genitalium,M.Hominis,Ureaplasma Urealyticum ha dato esito:Positivo per U. Parvum.Negativo invece a Chlamydia tracomatis,Candida,Garderenella,strepcocco beta-emolitico di gruppo B,Nesseriae Gonorrea

I dati utili per noi sono pH e lattobacilli: sono riportati sul tampone? Come ti ha già detto Flo non si tratta di combattere il patogeno di turno ma di ripristinare le naturali difese locali (pH acido e lattobacilli) senza usare antibiotici il cui utilizzo è, in questi casi, spesso inefficace e dannoso. Il pH è facilmente misurabile anche in casa con gli appositi stick vaginali.
Dai un'occhiata qui dove è spiegato tutto benissimo.
Facci sapere qualcosa sui valori che ti abbiamo chiesto, ti aspettiamo!

Re: La mia storia.

Messaggioda Veronique85 » mer feb 14, 2018 10:15 pm

Ciao Laura,sui tamponi che ho fatto non è indicato ne il ph ne il numero di lattobacilli.Domani ordinerò gli stick per misurare il ph e cercherò un laboratorio che misuri anche i lattobacilli per ripetere i tamponi!Il dottore mi ha detto che in realtà 'ureaplasma è molto più pericoloso per l'uomo che per la donna e mi ha consigliato di non avere rapporti con il mio compagno fino al termine della cura.Quindi non è così giusto?Secondo voi posso continuare ad avere rapporti?Comunque quando avrò i dati che vi servono per capire come muoversi (ph e lattobacilli) vi aggiornerò!Grazie per la risposta Laura e per l'aiuto che dai a tutte sempre!A presto! :ciao:

Re: La mia storia.

Messaggioda Laulaura » ven feb 16, 2018 7:13 pm

Veronique85 ha scritto:Secondo voi posso continuare ad avere rapporti?

Ti rimando a questo articolo di Rosanna che parla di ureoplasma urealiticum ma i cui principi possono essere applicati anche al parvum.
Come ti ha già detto Flo, l'ureoplasma p. è un commensale, cioè "abita" normalmente all'interno della vagina, quello che succede a volte in caso di "squilibrio" della normale flora batterica è che si comporti da "opportunista" e che ne possa aumentare la quantità quindi basterà ristabilire il normale equilibrio perché ritorni a comportarsi da ospite educato (spiegato ai minimi termini): ecco perché ci servono pH e lattobacilli, con questi dati potrai capire da te se fare qualcosa ed eventualmente cosa.
Veronique85 ha scritto:avevo spiegato nella mia storia che purtroppo sto in difficoltà economiche importanti e quindi non me lo posso permettere

Ritorno su questo punto per dirti di dare comunque un'occhiata agli specialisti consigliati e che in prima battuta puoi consultare una fisioterapista esperta che ha di sicuro un costo più accessibile rispetto ad un medico. In ogni caso fai tutto quello che puoi fare in autonomia, ti aiuterà molto.

Re: La mia storia.

Messaggioda signo » sab feb 17, 2018 7:38 am

Potresti fare un controllo dalla fisioterapista Roberta Filippi, pensaci. Inoltre associandoti alla nostra Onlus (al costo di 4 euro l'anno) potresti beneficiare dello sconto soci, sia dalla Filippi, sia sul sito di NaturaDiretta.com. :ciao:



Torna a Archivio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214