speranze e paure

Racconta qui il tuo percorso con la cistite

Re: speranze e paure

Messaggioda Giuliak » gio dic 13, 2012 2:00 pm

Ore 14: - da questa mattina ho continuato a urinare ogni ora, anche meno. Non ce la faccio più e sono spaventata. Non si ferma!!! Che mi sta succedendo???? Il mio urologo non mi risponde a telefono e io non so che fare :-:::: A I U T O

Re: speranze e paure

Messaggioda Giuliak » gio dic 13, 2012 2:08 pm

Scusate ragazze ma mi è venuto un dubbio: non è che per caso D-Mannosio ha effetto diuretico? Perche questi sintomi di urinare troppo (a prescindere da una eventuale infezione batterica) frequentemente li ho comninciati ad avere da quando assumo D-Mannosio :humm:

Re: speranze e paure

Messaggioda Frens » gio dic 13, 2012 6:17 pm

ciao Giulia, dunque non è il mannosio a dare effetto diuretico, ma se lo prendi con molta acqua, allora si, ovviamente fai più pipì, ma da come descrivi la cosa non mi sembra tanto il caso. hai altri sintomi? ti era mai capitato? una tisana con la malva la potresti fare che se c'è infiammazione ti sfiamma un pò. hai gli stick per le urine?

Re: speranze e paure

Messaggioda Rosanna » ven dic 14, 2012 11:23 am

Giuliak ha scritto:Ho letto qualche storia di stenosi del giunto sul forum e qualcuna racconta che prima di essere operata aveva continue infezioni urinarie.

Ce le aveva prima come ha continuato ad averle dopo, altrimenti non si iscriveva a questo forum! Non era quella la causa.
Giuliak ha scritto:da quello che dici potrebbe essere il cuore? Devo preoccuparmi?

Può esser tutto come niente. Ora che hai questa visita vedremo che dirà il nefrologo.
Giuliak ha scritto:akuel nudo lubrificato. (puo andar bene?)

Sì.
Giuliak ha scritto:Ore 14: - da questa mattina ho continuato a urinare ogni ora, anche meno. Non ce la faccio più e sono spaventata. Non si ferma!!! Che mi sta succedendo???? Il mio urologo non mi risponde a telefono e io non so che fare :-:::: A I U T O

Ma il sintomo era solo la frequenza? Niente dolore? Perchè in questo caso non è cistite e quindi non c'è neanche bisogno di bere tanto e prender tisane.
Com'è andata poi la giornata, ho visto che non hai più aggiornato e spero sia un segno positivo.
Avrai già fatto la visita dal nefrologo?

Re: speranze e paure

Messaggioda Giuliak » ven dic 14, 2012 11:36 pm

Eccomi qui. :-gulp Dunque diciamo che col passare delle ore la frequenza minzionale si è piano piano ridotta tornando alla normalià. Anche se mi è rimasta una paura e un'angoscia addosso che non vi dico!!!! Ed è cosi che fa di solito. Dura per un po e poi smette. Come se mi avessero dato un potente diuretico. Diciamo che si, per lo piu è solo la frequenza, anche se all'inizio ero convinta fosse cistite perche avevo continuamente quella sensazione di dover fare pipi anche appena fatta, come quando ho infezione. Ma questa volta cosi non è stato dato che stamattina ho ritirato i risultati dell'urinocultura ed è negativa. :): Niente batteri. Ma allora che cosa è? Specifico che però ho una collezzione di urinoculture positive da e.coli. Per cui la stragrande maggioranza delle volte era cistite conclamata e ufficializzata (l’ultima un mesetto fa). Ma evidentemente ultimamente i sintomi delle due cose si somigliano molto. Ho anche pensato che forse con D-Mannosio da un lato ho reso i sintomi meno netti e piu sopportabili per cui o li confondo. Oppure D-Mannosio mi da effetto diuretico. Ma ne dubito. Io ho trovato tanto beneficio da D-Mannosio e per me è diventata la mia coperta di linus. Anche ieri,temendo una cistite , ne ho prese 5 durante il giorno. Probabilmente le cistiti che mi vengono sempre sono una cosa, e questo sintomo è tutt'altra cosa, sono due cose separate e diverse, o in qualche modo collegate(?!?!). :S: ..anche se, ripeto, li per li, somigliava molto per la sensazione costante di dover urinare che restava anche appena fatta. Però ogni volta che andavoin bagno la facevo e parecchia! Però non avvertivo bruciori ne dolori. Solo questa strana pulsazione che arriva da...dove? vagina? vescica? Booo!! Sensazione che avevo nei giorni prima e ancora avverto adesso ogni tanto. Per quanto riguarda il nefrologo mi han chiamato dall'ospedale per rimandare la visita a domani (sabato) pomeriggio ma ci ho parlato a telefono e se devo dirti la verità,Rosanna, già mi piace poco...Perchè? Perchè mi ha detto che se c'è un'ostruzione o una difficolta nel passaggio del giunto questo puo portare continue infezioni urinarie. (io non mi faccio toccare!! ) Poi ha aggiunto che cmq possiamo provare a tenerle a bada le infezioni urinarie, con..UDITE UDITE, antibiotici presi costantemente!!!!??????? GRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR.. :-... .Sai cosa? Quasi quasi non ci andrei proprio domani!!! O ci vado per vedere come reagisce di fronte ad D-Mannosio!!!!…. :humm: devo decidere!!!! Tanto sono tutti uguali e io sinceramente non mi fido piu di nessuno di loro!!!! Oggi sto un po meglio ma ho bevuto meno e ho smesso le tisane, almeno per un paio di gg, voglio vedere se magari puo essere la malva che su di me fa effetto diuretico. Ma sinceramente io ho piu l'impressione che se bevo un po di piu non riesco a smaltire i liquidi gradualmente durante il giorno, come dovrebbe succedere, ma li "scarico " tutti di colpo dopo una giornata passata magari a non farne quasi per nulla. Mi è capitato anche in passato(anche se forse piu distanziati tra loro questi episodi rispetto ad ora) ed è sempre quando bevo di piu. Come se giungesse in vescica tutta insieme e tutta di colpo!!! Potrebbe essere collegato al giunto difficoltoso? Se bevo meno però mi riviene la cistite, se bevo un po di piu è come se mi sparassero un potente diuretico in vena...Nn so come agire!! sono sconfortata, confusa, stanca e stufa ....per i sintomi, per le nottate passate sveglia a fare avanti e indietro a far pipi, e sopratutto per i medici che la fanno facile e pensano di risolvere con gli antibiotici, oppure martoriandoti da dentro con dilatazioni e interventi vari!!!. :-zzz Che geniacci eh?!!!! Mi hanno distrutta con gli antibiotici e sono ormai resistente a tutto....MAPERCHENONVENEANNATEAZAPPALATERRA???!!!!!!!!!!! Scusate lo sfogo ma quando ce vo ce vo!!!!! Rosanna che ne pensi? Che mi consigli? Intanto ho preso appuntamento col mio urologo per il 20 dicembre cosi magari concordiamo una scintigrafia o un'uro-tac di controllo e vediamo se riuscirò ad uscire dal tunnel, o quantomeno a capire che mi sta succedendo (perche ormai le penso tutte, sono arrivata anche a pensare ad unizio di insufficienza renale, anche se due sttimane fa ho fatto gli esami del sangue e la creatinemia era nella norma) Sentirò anche un cardiologo. Dal nefrologo ci vado lo stesso o lascio stare? :-tt

Re: speranze e paure

Messaggioda Giuliak » sab dic 15, 2012 7:13 pm

Avevo scritto tutto ma credo non lo abbia inviato ...Riscrivo :-::::
Dunque, sono stata dal nefrologo e diciamo che, da un lato mi ha tranquillizzata, nel senso che ha detto che la funzionalità renale è a posto! Dagli esami del sangue la funzionalità è ottima. Ma ha confermato che il mio rene, dopo quello che ha patito e con un giunto problematico, è un fattore predisponente per le infezioni urinarie. Se riesco a tenerle a bada sono salva. Gli ho mostrato D-Mannosio. Lo ha guardato come fosse uno dei tanti integratori sul mercato. Gli ho spiegato che mi faceva stare meglio e gli ho raccontato di quante donne sono guarite grazie al d-mannosio. Ha detto di averlo sentito nominare il d-mannosio e mi ha detto di continuare a provarci con D-Mannosio. Se poi dovessi continuare a star male si puo provare con altre soluzioni (non ho ben capito se farmacologiche o meno) ma ho specificato che non intendo prendere altri antibiotici e lui mi ha dato ragione ma è tutto legato alla speranza di riuscire a sconfiggere le cisiti con D-Mannosio. Perche dice che se poi col tempo le cistiti aumentassero portando anche pielonefriti allora si potrebbe considerare l'ipotesi di togliere il rene (TERRORE!!!) . :shock: Mi piacerebbe sapere il parere di Rosanna. Per quanto riguarda la poliuria lui dice che è tutto collegato con il mio rene "malato". Mi sembra di aver capito che la colpa sia dei tubuli renali che assorbono meno e filtrano molto, motivo per cui la mia urina è molto chiara. Ma ha aggiunto che questa cosa non comporta alcun danno alla funzionalità se non il solo fastidio di doversi svegliare la notte. BAh....Ha detto che probabilmente le continue cistiti avute in tutti questi anni mi hanno irritato la vescica motivo per cui sento i sintomi anche quando non ho infezione. Insomma, morale della favola: D-Mannosio SALVAMI TU!!!! Ora si che siete la mia utlima speranza. Non voglio perdere il rene. Ora combatterò con tutte le mie forze, seguirò i vostri consigli alla lettera e DEVO VINCERE!!! :pugile: Devo sconfiggere la bestiaccia e spero di essere tra le tante fortunate che ci sono riuscite. Ros che ne pensi della diagnosi fatta dal nefrologo?

Re: speranze e paure

Messaggioda Natina » dom dic 16, 2012 10:58 am

Io ti consiglio di andare da uno dei medici consigliati qui sul forum! Vedi quello più facilmente raggiungibile per te.
Aspettiamo anche Ros.

Re: speranze e paure

Messaggioda Rosanna » lun dic 17, 2012 2:43 pm

Giuliak ha scritto:Specifico che però ho una collezzione di urinoculture positive da e.coli. Per cui la stragrande maggioranza delle volte era cistite conclamata e ufficializzata

Il fatto che ci fossero batteri non vuol dire che fossero loro i responsabili dei tuoi disturbi e l'urinocoltura negativa attuale in presenza degli stessi sintomi che hai ad urinocoltura positiva te lo dimostra. Anche perchè, lo ripeto, un'infezione urinaria NON dà solo urgenza e frequenza, ma dolore, ...TANTO dolore!
Giuliak ha scritto:mi ha detto che se c'è un'ostruzione o una difficolta nel passaggio del giunto questo puo portare continue infezioni urinarie. (io non mi faccio toccare!! ) Poi ha aggiunto che cmq possiamo provare a tenerle a bada le infezioni urinarie, con..UDITE UDITE, antibiotici presi costantemente!!!!???????

Dalla padella alla brace!
Ci sei poi andata?
Giuliak ha scritto:Mi è capitato anche in passato(anche se forse piu distanziati tra loro questi episodi rispetto ad ora) ed è sempre quando bevo di piu. Come se giungesse in vescica tutta insieme e tutta di colpo!!!

Ma tu bevi poco alla volta e costantemente? Oppure bevi molto a intervalli?
Hai già fatto recentemente una cistografia?
Giuliak ha scritto: Perche dice che se poi col tempo le cistiti aumentassero portando anche pielonefriti allora si potrebbe considerare l'ipotesi di togliere il rene (TERRORE!!!) . :shock: Mi piacerebbe sapere il parere di Rosanna.

Ti ho già detto quel che penso a riguardo. Io non vedo come quel giunto "difettoso" possa creare cistiti senza infettarsi lui per primo.
Ma più che altro tu ti eri rivolta al nefrologo per questo problema di poliuria e nicturia, non per le infezioni che sai già come tenere a bada. La risposta te l'ha data, ora sai da cosa è causata tutta quella pipì e sai anche che non significa nulla di che.
Ora cerca di stare serena perchè sei tesa peggio di una corda di violino e questo non facilita di certo la guarigione.

Re: speranze e paure

Messaggioda Giuliak » lun dic 17, 2012 10:46 pm

Ciao Rosanna, :ciao: forse in preda alle ansie degli ultimi giorni sono stata un po confusa nel descrivere le mie problematiche e non mi sono spiegata bene. Da sette anni ho cistiti con bruciori allucinanti quando urino , la sensazione fastidiosissima di dover fare pipi anche se non è vero, dovevo stare seduta con le gambe strettissime perche avevo la sensazione che me la stavo facendo sotto ma ovviamente era solo una sensazione. E in tutti questi casi la cistite era certificata da urinocultura positiva da e.coli, carica superiore a 1.000.000. Altre volte (ma di meno) avevo dolore fortissimo al basso ventre, a volte sembrava un dolore simile ai dolori mestruali, altre volte era un peso fortissimo, una cosa mostruosa..non potevo nemmeno sedermi dal dolore e mi veniva anche da vomitare L'unica soluzione era chiamare la guardia medica che mi faceva una iniezione di dicloreum e il dolore passava. In questi casi, con questi sintomi , era l'enterocco a risultare dall'urinucultura. I sintomi degli ultimi giorni mi facevano pesnare alle cistiti solo per la continua necessita di andare a far pipi. Ma la differenza con le cistiti certificate era che la pipi la facevo , e tanta. Negli altri casi invece erano due gocce dolorissime .
Dal nefrologo ci sono andata, ti ho raccontato tutta la visita nel mio precedente post ma forse ho fatto qualche errore perche credo che tu non lo abbia visualizzato se mi fai questa domanda. Scusa , forse ho commesso qualche errore nell'invio. Anche se io lo vedo.Nel dubbio lo copio e lo incollo qui. :):
"Dunque, sono stata dal nefrologo e diciamo che, da un lato mi ha tranquillizzata, nel senso che ha detto che la funzionalità renale è a posto! Dagli esami del sangue la funzionalità è ottima. Ma ha confermato che il mio rene, dopo quello che ha patito e con un giunto problematico, è un fattore predisponente per le infezioni urinarie. Se riesco a tenerle a bada sono salva. Gli ho mostrato D-Mannosio. Lo ha guardato come fosse uno dei tanti integratori sul mercato. Gli ho spiegato che mi faceva stare meglio e gli ho raccontato di quante donne sono guarite grazie al d-mannosio. Ha detto di averlo sentito nominare il d-mannosio e mi ha detto di continuare a provarci con D-Mannosio. Se poi dovessi continuare a star male si puo provare con altre soluzioni (non ho ben capito se farmacologiche o meno) ma ho specificato che non intendo prendere altri antibiotici e lui mi ha dato ragione ma è tutto legato alla speranza di riuscire a sconfiggere le cisiti con D-Mannosio. Perche dice che se poi col tempo le cistiti aumentassero portando anche pielonefriti allora si potrebbe considerare l'ipotesi di togliere il rene (TERRORE!!!) . Mi piacerebbe sapere il parere di Rosanna. Per quanto riguarda la poliuria lui dice che è tutto collegato con il mio rene "malato". Mi sembra di aver capito che la colpa sia dei tubuli renali che assorbono meno e filtrano molto, motivo per cui la mia urina è molto chiara. Ma ha aggiunto che questa cosa non comporta alcun danno alla funzionalità se non il solo fastidio di doversi svegliare la notte. BAh....Ha detto che probabilmente le continue cistiti avute in tutti questi anni mi hanno irritato la vescica motivo per cui sento i sintomi anche quando non ho infezione. Insomma, morale della favola: D-Mannosio SALVAMI TU!!!! Ora si che siete la mia utlima speranza. Non voglio perdere il rene. Ora combatterò con tutte le mie forze, seguirò i vostri consigli alla lettera e DEVO VINCERE!!! Devo sconfiggere la bestiaccia e spero di essere tra le tante fortunate che ci sono riuscite. Ros che ne pensi della diagnosi fatta dal nefrologo? "
Per quanto riguarda la tua domanda sul mio modo di bere io bevo poco e costantemente. abitudine che mi è rimasta dagli anni pre-intervento, quando, se bevevo un bicchiere d'acqua in un solo colpo, mi venivano coliche renali pazzesche. Dei dolori mostruosi, Vedevo la morte con gli occhi..Da allora bevo a sorsetti e ho smepre la bottiglietta d'acqua con me.Cistografie non ne ho mai fatte. Di cosa si tratta? Dici che dovrei farla? Ho fatto solo cistoscopie, ma all'epoca dei miei interventi per il giunto ( uso il plurale perche ho fatto due interventi, una prima volta tentai quello in laparoscopia e poi , poiche continuavo a stare male, ho dovuto fare l'intervento a cielo aperto) in quelle occasioni mi hanno martoriata con cistoscopie per mettere e togliere lo stent. Io credo a te piu che al nefrologo , mi piace pensare che sia come dici tu perche la sola idea di arrivare ad una cosa drastica come togliere il rene mi spaventa. Sono andata dal nefrologo per questi sintomi di poliuria che ultimamente sono aumentati e anche per sentire un'altra opinione sulle cause delle mie cistiti, visto che sono sette anni che vado avanti a urotac, ecografie, risonanze, urografie etc senza arrivare mai ad una risposta chiara su queste continue infezioni urinarie che mi han tolto la voglia di vivere. E visto che anche il mio urologo non ha mai escluso completamente che la causa potesse essere anche il rallentameno /ostruzione (anche se però ha sempre detto: "penso di no, ma dobbiamo prendere in considerazione l'ipotesi").Poiche non avevo mai sentito un nefrologo e visto che in qualche parte del forum hai dichiarato una fiducia maggiore verso i nefrologi rispetto agli urologi, allora ho pensato: perche non sentire un suo parere? E forse ho fatto bene dato che , almeno sulla funzionalita renale , mi ha tranquillizzata. Per il resto non ha detto niente di piu niente di meno degli altri. La cura con D-Mannosio gliel'ho porposta io e lui si è limitato a dirmi di provare. Ora D-Mannosio e tutti gli altri accorgimenti che ho appreso sul forum sono la mia speranza. Perche fino a ieri , anche se era sbagliato, nei casi di emergenza e per scongiurare il pericolo pielonefrite ,avevo come arma , anche solo mentalmente ,l'antibiotico. Da oggi in poi mi troverò per la prima volta a lottare con la bestiaccia (semmai tornasse) senza l'arma dell'antibiotico (anche perchè, oltre a non doverlo piu prendere per i suoi effetti negativi , sono resistente a tutti quelli piu comuni) e questo non ti nascondo che mi spaventa un po.
Ad esempio, ti dico, il 29 dicembre il mio ragazzo vuole portarmi sul lago di Garda per un capodanno romantico con lui. 4 notti. Dovrei essere al settimo cielo ma sono terrorizzata. Penso al freddo che troverò li, al cambio di abitudini, con stipsi che si riacutizza (mi succede sempre) per non parlare del sesso. La paura è che io possa stare male li e che, non avendo antibiotici in pillole da portamri dietro per l'emergenza (se dovessi avere febbre , brivi di freddo e dolore al fianco...il nefrologo mi ha confermato quello che voi dite, se ho questi sintomi mi devo preoccupare) non saprei cosa fare. Io ovviamente poterò con me tutto il kit da voi suggerito ma essendo le prime fasi della mia lotta senza antibiotio comprenderai le mie ansie (credo sia capitato anche a tutte voi all'inizio) Intanto però sto continuando a prendera D-Mannosio (3 dosi al giorno), la crema D-Mannosio ai rapporti (anche a prescindere se ho un po di prurito) e al momento non ho grandi fastidi. Ma la vacanza di capodanno , per tutte le motivazioni di cui sopra, mi mette un po di ansia.
Hai ragione sul fatto che sono una corda di violino ma tutta questa storia mi ha creato parecchi disagi e paure. Sto mettendo a rischio anche il mio rapporto perche ogni volta cerco scuse per non fare l'amore con lui. Fortuna che è un uomo comprensivo e paziente e che capisce la mia problematica: Ma so anche che smettere di avere rapporti non è la soluzione a nulla. Però ora il mio cervello mi dice cosi e mi ha completamente messo a dormire ogni tipo di voglia. Ho l'ormone dormiente :zzz: russa anche :) Ma passerà...spero!!!credo molto in questo forum e in tutte le vostre dritte. Tante di voi sono guarite e spero un giorno di poter lasciare anche io la mia testimonianza di guarigione. Sarebbe meraviglioso :ciao:

Re: speranze e paure

Messaggioda frizzina » lun dic 17, 2012 11:00 pm

Giuliak ha scritto:4 notti.

bando alle ansie. calmati. non succede niente. portati il coccolo dietro (la boule elettrica, nei negozi ne trovi molte ora), se riesci, procurati le Calida (leggi la sezione "agevolazioni per gli iscritti), te le dovrebbero far arrivare in pochi giorni. portati tutto dietro.
continua con D-Mannosio, e aumenta le dosi se hai fastidi più pronunciati.(puoi arrivare anche a 8, in fase acuta).continua a bere la tisana malva/eq./gram..
hai letto la sezione "sos esercizi pavimento pelvico"? hai già provato con gli automassaggi?
devi iniziare a prendere confidenza col tuo corpo, altrimenti ritardi solo la guarigione. a prescindere dal problema renale, da alcuni sintomi che descrivi io non escluderei una contrattura del muscolo pelvico (il peso sovrapubico, i vari dolori). Hai misurato il ph urine? se no procurati gli stick per misurarlo (in farmacia se non hai possibilità di prendere quelli della ditta) se il ph è troppo basso puoi alzarlo aggiungendo bicarbonato.
per il tuo ragazzo, stai tranquilla...guarda Naty,per esempio..8 mesi di astinenza forzata, difficoltà e paura nel riprendere, ma non per questo la storia è finita. se ti ama davvero, vai tranquilla, che resterà con te. o se vuoi leggiti la storia di annablue...e di come ha imparato a prendersi cura di se stessa, nonostante la paura di ferire il suo compagno.
coraggio.

Re: speranze e paure

Messaggioda Cles » mar dic 18, 2012 10:43 am

Giuliak ha scritto:DEVO VINCERE!!! Devo sconfiggere la bestiaccia e spero di essere tra le tante fortunate che ci sono riuscite. io bevo poco e costantemente.


SI, se riesci a mantenere questo atteggiamento vincerai. Non importano le cadute, le ricadute, i dolori, se abbiamo fermo davanti a noi il nostro obiettivo nulla potrà distoglierci dal raggiungerlo! :pugile:

Giuliak ha scritto: Ad esempio, ti dico, il 29 dicembre il mio ragazzo vuole portarmi sul lago di Garda per un capodanno romantico con lui. 4 notti. Dovrei essere al settimo cielo ma sono terrorizzata. Penso al freddo che troverò li, al cambio di abitudini, con stipsi che si riacutizza (mi succede sempre) per non parlare del sesso. La paura è che io possa stare male li e che, non avendo antibiotici in pillole da portamri dietro per l'emergenza (se dovessi avere febbre , brivi di freddo e dolore al fianco...il nefrologo mi ha confermato quello che voi dite, se ho questi sintomi mi devo preoccupare) non saprei cosa fare. Io ovviamente poterò con me tutto il kit da voi suggerito ma essendo le prime fasi della mia lotta senza antibiotio comprenderai le mie ansie (credo sia capitato anche a tutte voi all'inizio) Intanto però sto continuando a prendera D-Mannosio (3 dosi al giorno), la crema D-Mannosio ai rapporti (anche a prescindere se ho un po di prurito) e al momento non ho grandi fastidi. :


Leggi qui: viewtopic.php?f=62&t=3108#p134536

Le tue ansie sono comprensibili ma stare a casa non ti farà stare meglio. Se ti armi contro il freddo e soprattutto contro la paura non c'è motivo per cui le tue condizioni debbano peggiorare. Hai la possibilità di goderti l'ultimo dell'anno con il tuo uomo, in un posto magnifico, non lasciare che la cistite ti rovini anche questo momento. Anzi, passando dei giorni diversi potrai per un po' distrarti e smetterla di preoccuparti della cistite. Rinunciare alle cose che ci piacciono non ci fa stare meglio, ci fa stare peggio.
Per il freddo, i rapporti, la stipsi e tutto il resto sai come comportarti per la prevenzione e la cura, quindi vai serena. Il lago di Garda non è un posto freddo, anzi, e 4 giorni non sono tanti.

Re: speranze e paure

Messaggioda Giuliak » mar dic 18, 2012 2:56 pm

Grazie ragazze, siete molto incoraggianti. Sono proprio contenta di essermi iscritta a questo forum. Ho appena ordinato calida :clap: Un'arma in piu per a mia lotta alla cistite. Speriamo vadano bene....Ho anche gli stick. A tal proposito volevo chiedervi: ma se faccio l'analisi in un bicchiere di carta va bene oppure deve essere necessariamente sterile per cui devo usare quelli venduti in farmacia?
Caspitina Cles, ho letto il tuo racconto di capodanno. Mi sono commossa.Sarà che utlimamente ho il lacrimone facile :-::::
Però mi hai dato una carica e una botta di ottimismo notevole. Grazie grazie grazie grazie!!!! :t

Re: speranze e paure

Messaggioda paola86 » mar dic 18, 2012 4:12 pm

Ciao Giulia.
Meglio che usi un contenitore sterile perchè rischi di falsare il risultato, secondo me. Le esperte sono d'accordo?
E ricordarti di lavare accuratamente i genitali esterni e di lasciar andare il primo getto di urina. E preferibile utilizzare l'urina del mattino.

Re: speranze e paure

Messaggioda SofiaF » mar dic 18, 2012 4:14 pm

Io uso sempre bicchieri di plastica, andrà bene?! Mi fate venire il dubbio..
Lavare accuratamente.. con acqua!!

Re: speranze e paure

Messaggioda frizzina » mar dic 18, 2012 4:19 pm

SofiaF ha scritto:Io uso sempre bicchieri di plastica,

bè, se ci pensi che in ospedale quando li fai lì per lì, almeno da me ti danno un contenitore tipo siringa, solo un pò più grande e devi fare la pipì nel bicchiere, e poi metterla nel contenitore.. dubito che in bicchieri di plastica/carta ci siano batteri tali da falsare un risultato, ma se vai in farmacia ci sono comunque i contenitori sterili, se ti fa sentire più sicura.
paola86 ha scritto:lavare accuratamente i genitali esterni

SofiaF ha scritto:Lavare accuratamente.. con acqua!!

si! acqua solo acqua! ricordalo! il detergente solo per l'ano, dopo la cacca!

Re: speranze e paure

Messaggioda paola86 » mar dic 18, 2012 4:25 pm

:--P Vero... ACQUA ACQUA ACQUA!
Apparte che non è un'urinocoltura quindi, in teoria, non è necessario usare un contenitore sterile!

Re: speranze e paure

Messaggioda SofiaF » mar dic 18, 2012 4:26 pm

Non l'ho mai fatta lì per lì, io pianifico anche le pipì!!! :D

Re: speranze e paure

Messaggioda Giuliak » mar dic 18, 2012 6:25 pm

Ma pensa te!!!! A me i medici mi han fatto sempre del "terrorismo" quando dovevo fare gli esami delle urine. :XX Mi han sempre detto che (per quelle di laboratorio) dovevo prendere il vasetto sterile, che doveo stare attentissima quando lo aprivo , che non dovevo far toccare il tappo sulle superfici e che non dovevo toccarlo con le mani. Che dovevo lavare le mani bene bene prima di fare l'operazione e che dovevo fare un lavaggio accurato degli organi genitali , asciugare, fare uscire le prime gocce e poi urinare nel vasetto sterile. Bah!!!! Vabbe, ad ogni modo nel dubbio compro i vasetti in farmacia. Oppure si potrebbe sterilizzare un bicchiere normale con acqua bollente! Poi però va buttato .......credo convenga quelli della farmacia :S:

Re: speranze e paure

Messaggioda frizzina » mar dic 18, 2012 6:33 pm

Giuliak ha scritto:credo convenga quelli della farmacia

ma si..non renderti la vita troppo complicata!
comunque lavarsi le mani si, e far uscire il primo getto di pipì e raccoglierne il "cuore", si,lavarsi e genitali si (ma solo con acqua..) tutto sommato le operazioni da fare sono quelle, ma non ha senso farne un terrorismo psicologico..

Re: speranze e paure

Messaggioda Frens » mar dic 18, 2012 6:38 pm

per fare uno stick va benissimo il bicchierino di plastica, io e Ros usavamo il supporto di plastica dell'uovo di pasqua :grin:
invece per quanto riguarda le analisi di laboratorio e l'urinocoltura, è meglio usare il contenitore sterile (io lo trovo aggratis nell'atrio antistante il punto prelievi della mia città), evitare di toccare la parte inferiore del tappo e cmq toccare il tappo il meno possibile, io mi sono sempre data una sciacquata con acqua prima, evitato di raccogliere il primo getto e stop.

viewtopic.php?f=9&t=676


PrecedenteProssimo

Torna a Storie di Cistite

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214