Presento la mia esperienza con la cistite

L'archivio delle storie personali

Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda simo76 » dom feb 06, 2011 8:52 am

Mi chiamo Simona e ho 34 anni. Leggendo in questi giorni le vostre storie mi sono un po' vergognata perchè tutte voi avete anni di cistite alla spalle io invece ho appena conosciuto questa brutta bestia, ma ho deciso di scrivere comunque. Il 4 gennaio (un mese fa) mi sveglio al mattino con dei dolori vescicali che io scambio per dolori mestruali (anche se non è periodo), vado in bagno ed esce pochissima pipì. Penso che è molto strano ma non do importanza alla cosa. Faccio colazione e mi viene uno stimolo improvviso, quasi uno spasmo (che nei giorni precedenti mi è già capitato di sentire), ritorno in bagno e con la pipì c'è un bel po' di sangue. Vado subito in pronto socc. perchè il mio papà è stato operato un anno fa di tumore vescicale iniziato precisamente così, sono praticamente in lacrime. Lì mi fanno gli esami del sangue e mi trovano i bianchi alti e anche i neutrofili nell'urina ci sono 500 leucociti, 100 proteine, alcuni chetoni. Diagnosi: cistite emorragica. Io mi stupisco molto perchè non ho avuto assolutamente bruciore solo questo stimolo più frequente. Mi danno il ciproxin, e visti i precedenti di mio padre mi prescivono ecografia addome completo, citologico e urinocoltura. Prendo il ciproxin e con grande sorpresa i miei sintomi aumentano: lo stimolo è sempre più frequente, in più compare come un solletico in vescica: non tutti i giorni, ma molto spesso. Arriva l'esito della coltura: escherichia coli 50000 colonie non sensibile al ciproxin. L'urologo dice che la carica è bassa ma la reputa poco attendibile perchè era l'urina del pronto soccorso perciò non la prima del mattino e già molto diluita perciò mi prescrive neufuradantin anche se secondo lui sarebbero più indicato l'ugmentin ma non posso prenderlo perchè allergica. Risultati zero. Il solletico in vescica si trasforma in un vero e proprio dolore che mi prende soprattutto la sera e quando mi corico esplode tanto da non lasciarmi dormire, lo stimolo è ancora frequente. Tante notti riesco ad addormentarmi verso le 3 o le 4. Di giorno sono uno straccio. Bruciore sempre assente. Faccio eco: tutto ok. Il citologico urinario è per fortuna negativo ma i miei problemi non sono risolti. Vado anche dal ginecologo: visita ok, mi fa il pap test Ok e mi dice di prendere in erboristeria i fagioli azuki rossi, farli cuocere in pentola a pressione, e bere il brodo vomitevole che ne esce perchè sostiene sia il più potente antiinfiammatoria naturale che esiste in quanto lui sospetta una trigonite (ma senza bruciore dico io?). Bevo questa schifezza ogni giorno senza il minimo giovamento. Ora aspetto il risultato della secondo urinocoltura perchè l'urologo è convinto che il neofuradantin non abbia giovato (eppure risultava sensibile!). Ora ho deciso di iniziare con il mannosio e vedere come va. Intanto navigando ho letto molto sulla cistite interstiziale, ma non credo sia il mio caso perchè mi sembra di aver capito che viene dopo molti episodi di cistite batterica e non è questo il mio caso. Insomma nonostante la storia della mia cistite sia moooolto recente, sono stata molto prolissa, ma volevo spiegarvi bene la situazione.

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda sweetluel » dom feb 06, 2011 10:44 am

benvenuta:)

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Rosanna » dom feb 06, 2011 2:48 pm

Vediamo cosa rileverà la prossima urinocoltura.
Ma se sia ciproxin, che neufuradantin non hanno risolto sono convinta che il problema non siano assolutamente i batteri (anche se ci fossero).
Poi sai, la diagnosi di trigonite lascia il tempo che trova. Ogni infiammazione vescicale comporta l'infiammazione del trigono. Tutte le cistoscopie fatte dopo una serie di cistiti rivelano trigonite, ma questa è solo un sintomo, non può essere considerata una diagnosi.
La cistite interstiziale può arrivare anche da un giorno all'altro, all'improvviso. Chiaro che è più probabile che si instauri dopo ripetute infezioni, ma il fatto che compaiano i fastidi all'improvviso non può escludere la CI.
Con questo non voglio assolutamente dire che tu ce l'abbia. Ho voluto solo fare una dovuta precisazione per chi legge. Ad ogni modo la CI prevede sintomi ben precisi che non mi pare proprio di vedere nel tuo caso.
Prova ora con D-Mannosio e facci sapere come va.

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Stefania 69 » dom feb 06, 2011 3:19 pm

Benvenuta :welcome:

Mentre aspetti l'esito degli esami, approfittane per approfondire la lettura di tutti gli altri accorgimenti che consigliamo al contorno di D-Mannosio; leggi anche il sito oltre al forum, cosi' potrai vedere se ti riconosci in qualcuna delle patologie principali descritte da Rosanna. :book:

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Rossella86 » dom feb 06, 2011 4:34 pm

:welcome:
Diciamo che anche se era il tuo primo caso di cistite, l'hai avuto bello forte per essere il primo...
Forza :potpot:
Segui tutti i consigli del forum..

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda clio77 » dom feb 06, 2011 4:57 pm

attendiamo l'esito :potpot:

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda simo76 » dom feb 06, 2011 5:29 pm

Rosanna ha scritto:Vediamo cosa rileverà la prossima urinocoltura.
Ma se sia ciproxin, che neufuradantin non hanno risolto sono convinta che il problema non siano assolutamente i batteri (anche se ci fossero).
Poi sai, la diagnosi di trigonite lascia il tempo che trova. Ogni infiammazione vescicale comporta l'infiammazione del trigono. Tutte le cistoscopie fatte dopo una serie di cistiti rivelano trigonite, ma questa è solo un sintomo, non può essere considerata una diagnosi.
La cistite interstiziale può arrivare anche da un giorno all'altro, all'improvviso. Chiaro che è più probabile che si instauri dopo ripetute infezioni, ma il fatto che compaiano i fastidi all'improvviso non può escludere la CI.
Con questo non voglio assolutamente dire che tu ce l'abbia. Ho voluto solo fare una dovuta precisazione per chi legge. Ad ogni modo la CI prevede sintomi ben precisi che non mi pare proprio di vedere nel tuo caso.
Prova ora con D-Mannosio e facci sapere come va.


Anche a me sembra molto strana come cistite, ma allora, cosa può essere? Ho letto anche dove si parla di contrattura...potrebbe essere secondo te? Però il sangue, i leucociti nelle urine, i globuli bianchi e i nuetrofili aumentati... va be... forse è meglio se non ci penso più tanto altrimenti mi fonde il cervello e mi sa che i sintomi aumentano!

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Rosanna » dom feb 06, 2011 5:51 pm

Aspettiamo l'esito dell'urinocoltura...

PS: cita solo la parte del post al quale rispondi, non tutto il post, altrimenti sovraccarichiamo troppo il forum.
:please: :thanks:

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda sweetlady80 » lun feb 07, 2011 4:49 pm

:welcome:
attendiamo l'esito!per intanto buona lettura :book:

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Sarasa » mar feb 08, 2011 4:25 pm

benvenuta :welcome: :flower:

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda simo76 » mar feb 08, 2011 9:59 pm

Ritirato urinocoltura e, come Rosanna aveva previsto, negativa. In compenso oggi lo stimolo è frequentissimo. Seduta poi lo è ancora di più, per non parlare di quando viaggio in auto :S: saranno le vibrazioni, non lo so... ma è veramente fastioso. Domani ho la visita dall'urologo che mi ha già anticipato al telefono che se la situazione non migliorava pensava ad una cistoscopia... tremo solo all'idea! Va be... oggi sono proprio demoralizzata. Se non ci sono batteri... allora cosa può essere che mi da questo stimolo? :cry:

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda clio77 » mar feb 08, 2011 10:18 pm

contrattura. altamente probabile :book:

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Stefania 69 » mer feb 09, 2011 12:05 pm

:book: :book: :book:

e soprattutto :book:
;)

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda simo76 » gio feb 10, 2011 1:57 pm

Ieri visita (anzi no, consulto perchè non mi ha visitata) dall'urologo e sono più confusa di prima. Allora: eco negativa, citologico negativo, urinocoltura negativa. Però io continuo ad avere stimolo frequentissimo soprattutto quando sono seduta. Il dolore tipo puntura di spillo che sentivo in vescica invece sembra scomparso. Lui sostiene di non essere ancora tranquillo al 100% perchè: 1)è vero che le cistiti emorragiche sono frequenti nelle donne, ma in genere portano bruciore, spesso anche febbre, il mio unico sintomo era l'urgenza. 2) è vero che nella prima urinocoltura hanno trovato escherichia coli ma con carica batterica bassa (50000).3) soprattutto con l'antibiotico non ho avuto miglioramenti per quanto riguarda lo stimolo anzi, il dolore che sentivo in vescica non l'avevo il giorno in cui c'è stato il sangue, ma è venuto dopo. Mi ha detto che potrebbe essere un'infiammazione della vescica (trigonite) come strascico della cistite (se c'è stata realmente), ma è altamente improbabile che la prima cistite della mia vita lasci strascichi così evidenti e per così tanto tempo (un mese ormai). Esclude anche la contrattura perchè non arriva dopo una misera cistite. Per tutti questi motivi mi ha già prenotato una cistoscopia semplice (senza prelievo di tessuto) per il 24 febbraio. Secondo lui potrebbe essere un polipo che all'ecografia non si vede e che a volte sfugge anche al citologico, visti poi i trascorsi di mio papà (vescica asportata un anno e mezzo fa per carcinoma)e meglio andare sul sicuro. Inutile dire che sono uscita di lì quasi con le lacrime agli occhio, anzi togliamo pure il quasi. Preciso che vado da questo urologo perchè è un caro amico di quando ero ragazzina, so che è valido anche se è più che altro un urologo-oncologo, ma non so quanto sia specializzato nei problemi più prettamente femminili. Io vivo vicino a Torino e ho sentito parlare bene del dottor Carone. Secondo voi potrebbe essere utile per il mio caso? Insomma, sono preoccupata e confusa. Ovviamente accetto suggerementi, consigli...scusate la lungaggine!

Edit: Ho cancellato la tua ultima domanda perche' ne abbiamo parlato tante volte, ti invito a fare una ricerca sul forum, troverai facilmente la risposta che cerchi

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Viv. » gio feb 10, 2011 2:27 pm

Ciao Simo, fossi in te lascierei perder questo urologo e andrei da uno dei medici consigliati e lascerei perdere la cistoscopia che è un esame piuttosto invasivo. La Inoltre le deduzioni che fa questo medico mi fanno pensare che di contrattura e di patologie del nervo pudendo capisca ben poco. Ciò non toglie che possa essere un bravo urologo per altri tipi di patologie.
Leggi qui: http://cistite.info/joomla/index.php/il ... ome-agisce e leggi più che puoi in generale perché hai le idee un po' confuse.

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda simo76 » gio feb 10, 2011 3:23 pm

Grazie per avermi postato l'articolo. Lì leggo: ...il d-mannosio è un'importante componente della stessa mucosa vescicale, va a ricostruire lo strato protettivo laddove sia stato distrutto dalle molteplici infiammazioni...
questo però conferma un po' la tesi del mio urologo: è vero che le continue cistiti possono distruggere la mucosa vescicale, ma non una sola cistite e poi, senza bruciore...
Ho letto anche tantissime volte storie, ma purtroppo tutte avete in comune anni di cistiti ricorrenti e nella quasi totalità dei casi mi sembra di aver capito che i primi episodi sono passati tranquillamente e senza lasciare strascichi con l'antibiotico, i guai sono arrivati dopo, quando la cistite ha cominciato a diventare una costante della vostra vita. Tutte le vostre testimonianze sommate a ciò che mi ha detto ieri l'urologo mi mandano in paranoia totale... e dire che non sono mai stata un'ipocondriaca, ma è ovvio che l'esperienza di mio papà mi ha sicuramente segnata. Andrò ancora a leggere altre storie... sperando di trovare analogie o qualcosa a cui appigliarmi. Per quanto riguarda la cistoscopia sono veramente combattuta... se il mio papà non l'avesse fatta ora non sarebbe più qui e invece per fortuna sta benone (ovvio che una vescica ricostruita non è come la propria), ma la pelle l'ha salvata e direi anche al pelo. Non so... non vorrei avere rimpianti in futuro! So che sembro catastrofista, ma non so proprio più cosa pensare!

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda sweetlady80 » gio feb 10, 2011 3:37 pm

:potpot: tranquilla Simo, non essere pessimista!
Anch'io ti consiglio di evitare la cistoscopia per l'invasività,
non è detto che la contrattura venga dopo episodi ripetuti, io indagherei comunque in quel senso presso un medico esperto tipo Pesce o Croci o uno degli altri consigliati, così avrai la diagnosi corretta senza andare a destra e a sinistra

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Innamorata86 » gio feb 10, 2011 3:54 pm

Ciao io quoto Viv e Clio, fossi in te farei una visita per neuropatia del pudendo, dato che hai parlato di sesazione di puntura di spilli alla vescica (sensazione puntoria è un sintomo delle infiammazioni nervose).
Abbandona l'urologo che mi sa che nemmeno lui s apiù che pesci pigliare e provaa fare una visita da un urologo esperto anche di neuropatie e contratture (un esempio è Pesce a Bologna o Roma).
la contrattura non si avverte ma spesso se è in uretra infiamma e la si scambia erroneamente per cistite, ora non so fino a che punto può essere perchè cmq tu hai avuto anche sangue ma come dice anche Rosanna non è solo una questione di escherichia coli... prova il mannosio e vedi come va... Aldilà di questi sintomi e frequente minzione non hai altri sintomi? Cme bruciori o dolori spontanei rossori localizzati??

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda simo76 » gio feb 10, 2011 4:05 pm

Altri grossi sintomi non ne ho, diciamo che dopo aver fatto la pipì di sera mi corico e sento un bruciorino diffuso sia ai genitali esterni che in vagina ma dura veramente poco, diciamo 5 minuti e poi passa e non tutte le sere. Distesa c'è più affluenza di sangue, potrebbe essere per questo? I viaggi in auto poi sono un incubo devo stare sempre contratta perchè ho l'impressione che mi scappi, questo mi succede spesso anche quando sono seduta. Il 4 marzo devo accompagnare la mia piccolina a fare una gara di sincronizzata a Civitavecchia e mi aspettano 8 ore di viaggio...mi chiedo come farò! :S:

Re: Presento la mia esperienza con la cistite

Messaggioda Innamorata86 » gio feb 10, 2011 4:12 pm

Questi brucorini localizzati non me la contano giusta!! Ti dico con la vulvodinia ci sono, magari tu sei un caso che ti sta colpendo più dal punto di vista urinario, non credo c'entri l'afflusso di sangue.
Nel frattempo prova a lavarti solo con acqua non mettere jeans roba sintetica lì sulla zona ecc... vedi come va...e prova a fare la visita. Magari è solo una forma lieve che ti colpisce così e in breve tempo passa :):

Scusa la domanda indiscreta ma... quando hai rapporti è tutto ok??


Prossimo

Torna a Archivio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214