la storia di zuzu

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » mar mag 10, 2022 6:13 pm

Oggi giornata no, di un periodo no. Ma in questo momento non ho voglia di parlarne, magari vi aggiorno nei prossimi giorni, però avevo bisogno di dirlo.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda iaia1717 » mer mag 11, 2022 7:08 am

:potpot:

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » ven mag 13, 2022 12:35 pm

Eccomi, oggi va un po' meglio e voglio aggiornarvi. La settimana scorsa ho avuto improvvisamente un forte aumento dei sintomi: Dolore al coccige e bruciore alle stelle. Ho provato a stare seduta tutto il giorno sullo scaldino acceso, ma non mi è servito a molto. Ovviamente dopo l' apice dei fastidi, hanno iniziato a diminuire un po', ma sono arrivata comunque alla seduta con l' osteopata martedì con i fastidi. L' ho ragguagliato sulla situazione e lui mi ha detto che non vedendo miglioramenti dopo 4 sedute, mi dava un' altra seduta ancora, ma poi dovremo fermarci con questi tentativi, e dovremmo fare la manovra interna per rimettere in asse il coccige(vi ricordo che mi aveva fatto fare la lastra e si vedeva che era inclinato, probabilmente a causa della caduta dalla sedia fatta l' anno scorso). Devo dire che non l' ho presa bene .... Sinceramente speravo che con i trattamenti da lui, la situazione dolore al coccige e bruciori vulvari potessero migliorare almeno un po'. Poi c'è anche il discorso difficoltà nella defecazione. Io inizialmente avevo dato la colpa al laroxyl, come effetto indesiderato, ma la prima volta che lo presi anni fa, non mi aveva dato questo problema. Ora mi sto organizzando per fare mammografia, ecografia al seno e rifare la visita ginecologica di controllo annuale e poi vorrei tornare dalla fisioterpista, perchè secondo me sono di nuovo contratta.
In questi giorni che stavo male, ho iniziato a svegliarmi la notte per fare pipi e questo mi ha molto spaventata. L' unica cosa che ho cambiato è che ho iniziato a prendere il drenante. Purtroppo mi sono molto gonfiata e vorrei almeno cercare di vedermi un po' meglio. Secondo me i dolori al coccige e la dififcoltà ad andare in bagno sono legati ad una contrattura anale che non ho mai avuto prima, ma credo che rimettere in asse il coccige sia un aiuto al tutto. Dopo il trattamento di martedì, va meglio la pipì e lo svuotamento cacca, ma i dolorini e il bruciore ci sono sempre un po'. Mi sono sentita come se la pelle prendese fuoco e sono andata in ansia di brutto. Ho riniziato a riprendermi un po' dopo che sono crollata in un pianto lungo, avevo proprio bisogno di piangere. I rapporti per ora non ne ho, non ne ho voglia e mi sembra di essere sempre di corsa, di non trovare il tempo di fermarmi e riposarmi.
E poi c'è il tast dolente del lavoro, che mi fa salire lo stress a 1000 e mia madre chep tornata ad accollarsi con i suoi problemi. A volte vorrei vivere su un' isola deserta, lontana da tutti.
Ho scritto di getto, sarò un po' sconcluisionato questo mio resoconto, ma per ora è lo specchio di come sto in questo momento.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda Asiotta » sab mag 14, 2022 9:21 am

Ciao Zuzu, mi dispiace molto sentirti così.. Ormai, essendo una veterana del forum, sai anche tu che forse questo peggioramento magari è dovuto proprio allo stress che si è acuito e quindi involontariamente ti ha portato a contrarre il pavimento pelvico, con il risultato di avere nuovamente sintomi..
zuzu ha scritto:dovremmo fare la manovra interna per rimettere in asse il coccige
facci sapere come va.. Anche io ho il coccige che spinge leggermente in avanti, ma non me la sento di andare a toccarlo, magari per te può essere la svolta ;)
zuzu ha scritto:In questi giorni che stavo male, ho iniziato a svegliarmi la notte per fare pipi e questo mi ha molto spaventata
ci può stare, se sei un pelo più contratta, è uno dei sintomi principali.. Ma non fissarti eccessivamente... Dormi con lo scaldino?
zuzu ha scritto:avevo proprio bisogno di piangere.
brava, vedi che sfogarsi aiuta e poi si riesce ad essere più lucidi :love1:
Lascia passare queste giornate buie, vedrai che come sono arrivate, se ne andranno, senza ombra di dubbio... E una buona seduta dal fisioterapista non può certo far male, anzi ;)
Non lasciarti abbattere dalla "stronza", come sei stata bene altre volte, tornerai a splendere anche ora :flower:

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » mer mag 18, 2022 12:14 pm

Asiotta tu hai ragione su tutto. Ma quando mi capitano questi momenti(che per fortuna non sono molto frequenti) di incertezze e incombenze varie vado in tilt in un modo che mi accorgo di stare male, ma non riesco a reagire. So che devo toccare il fondo, perchè poi dopo risalirò, ma è come se mi trovassi sospesa ad un centimetro dal basso e non riuscissi a toccarlo.
Ho faticato anche a piangere, ma esserci riuscita mi ha sicuramente aiutata, perchè poi ho piano piano ripreso a respirare.

No, non ho provato e non lo faccio mai, di dormire con lo scaldino perchè io non trovo giovamento da questo strumento. Solo il giorno che avevo i dolori al coccige e il bruciore a 1000 ci sono stata seduta sopra tutto il giorno, ma non ho notato miglioramenti(però ci ho provato). Il giorno dopo è andata meglio, ma sono anche stata distratta da altro, e ho sono stata tutto il giorno in piedi, a differenza della routine quotidiana dove sto sempre seduta.
Devo dire che invece sento che si abbassano i fastidi con la respirazione diaframmatica. Ma dura il tempo di espirare, poi torno come prima.

Ora va un po' meglio come umore, anche se ho sempre le mie incertezze che mi stressano, ma ho preso appuntamento per fare mammografia e eco mammaria, in modo che appena ho le risposte prenoto la visita dalla ginecologa. L'osteopata ce l'ho il 14 giugno per l'ultimo tentativo di manovra esterna, vediamo che mi dice. Io mentalmente mi sto preparando una serie di domande che voglio fargli.

Insomma si lavora, anche se con fatica, per tornare a stare meglio.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda Asiotta » ven mag 20, 2022 7:47 am

Coraggio cara, tu sai meglio di chiunque altro cosa è giusto per te :flower:

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » gio giu 16, 2022 11:24 am

Aggiornamento: rispetto all' altra volta che ho scritto, il destino a deciso per me che dovevo ribaltare l' idea di controlli che mi ero programmata.
Avevo preso appuntamento per andare a fare mammografia ed ecografia mammaria, per poi andare dalla ginecologa a fare un controllo completo, ma quando sono arrivata dal tecnico, controllando la mammografia dell' anno precedente ha visto che erano passati solo 10 mesi e per una questione di sicurezza di protocolli, non me l' ha voluta rifare perché troppo presto. Per cui a quel punto non mi ha fatto nemmeno l'eco, suggerendomi di tornare almeno dopo 1 anno preciso e fare tutto insieme. Per cui queste cose e ginecologa rimandata.
Allora sono riandata dalla fisio per un controllo e un parere. Mi ha trovato poche contratture lievi, mi ha detto 2 sedute di ripresa e poi stop. Ma dato che io da sempre lamento e vengono evidenziate anche nei controlli da Galizia fastidi e sensibilità ad uretra e parauretrali, mi ha consigliato un controllo da un urologo per assicurarci che non ci fosse altro, e che i fastidi che ho fossero riconducibili solo alla VV. Ok, Galizia è urologo, ma parere ESCLUSIVAMENTE MIO, lui questo campo non lo considera, verifica solo il discorso vulvodinia. Così vado da un' urologa che mi ha consigliato lei, dato che io non ho nomi di riferimento, e mi fa visita, eco e urodinamica completa. Esito del tutto: ho un lieve ipertono, scarsa capacità contenitiva e spingo con il torchio. Lei è stata molto carina, disponibili e chiara in tutte le visite, e ora vi scrivo il resoconto del tutto in sintesi: la mia vescica va riallenata a distendersi, in modo da imparare a rilassarsi e aumentare la capacità contenitiva. La situazione attuale provoca un' infiammazione della parte finale dell' uretra che mi da i bruciori che io sento. Per ora devo prendere per 3 mesi un miorilassante specifico e fa riabilitazione del PP. Dopo 1 mese devo farle sapere come va, ma continuare almeno 3 mesi, perchè il farmaco ha bisogno di tempo per fare effetto. Dopo 3 mesi, magari torno da lei a fare solo una flussometria e se va tutto bene, proseguire con il farmaco per un totale di 4-6 mesi e nel tempo fare 2 sedute di riabilitazione ogni 6 mesi. Se purtroppo non migliora la situazione, allora dovrò prendere un' altro tipo di farmaco(non ricordo i dettagli), ma questo sarebbe per tutta la vita. Ma questa seconda ipotesi è più indicata per una persona di 70 anni, non per una della mia età, per cui vuole evitare. Poi ci sarebbero anche degli interventi, ma era solo per parlare, non penso che nè io nè lei prenderemmo questa ipotesi in considerazione.
Nel frattempo ho fatto un' altra seduta dall' osteopata e mi ha spiegato che per ora lavoriamo per allentare le tensioni esterne intorno al mio coccige, per farlo tornare a respirare e togliere la sensazione di dolore che ho, poi vedremo il resto.
Sinceramente spero che questa sia la strada che mi porti verso una luce definitiva.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda LisaBetta » sab giu 18, 2022 10:44 am

Ciao Zu! :ciao:

zuzu ha scritto:Esito del tutto: ho un lieve ipertono, scarsa capacità contenitiva e spingo con il torchio

zuzu ha scritto:La situazione attuale provoca un' infiammazione della parte finale dell' uretra che mi da i bruciori che io sento.

E' normale che la vescica ne risenta, perchè se i muscoli non sono elastici come dovrebbero, rimane strizzata e perde la sua capacità di contenimento.
Idem il bruciore uretrale, che è proprio tipico della contrattura.

zuzu ha scritto:Sinceramente spero che questa sia la strada che mi porti verso una luce definitiva.

Se non ho interpretato male, tutto conferma il quadro di contrattura, perciò non stai tralasciando nulla oltre a quello che già fai e sapevi.
A parer mio, non stai sbagliando niente, vedi comunque come va con questo farmaco, ma non tralasciare mai di lavorare su tutto il resto, perchè l'idea di doverlo assumere per tutta la vita non è certo allettante.
Forza!!! :pugile:

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » mar lug 12, 2022 4:51 pm

ho fatto una ricerca e non ho trovato nulla qui, ma provo comunque a chiedere. Avete mai provato i probiotici Vitalongum? Ne ho sentito parlare bene su un gruppo FB per la vulvodinia. Dato che ho notato che i miei bruciori all' uretra partono quando il mio intestino va in blocco totale per qualche giorno, e che la cosa si ripercuote di brutto sui rapporti in quei giorni, ho pensato di aiutarmi con probiotici per l' intestino e avevo sentito parlare bene di questi. Quindi cercavo un parere.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda LisaBetta » mar lug 12, 2022 5:48 pm

Ciao Zu, io personalmente li ho sentiti ma non li conosco, potresti provarli, se non hanno un costo esorbitante. La reazione potrebbe essere anche soggettiva.
:ciao:

Re: la storia di zuzu

Messaggioda Albarossa » dom lug 17, 2022 2:51 pm

Ciao Zuzu, io non sento più il bisogno di assumere fermenti per bocca da quando assumo ogni giorno 120-125 gr di Kefir con un cucchiaio di semi di lino Linusan.
Assumo anche una bustina di Movicol la sera e così ho ritrovato la regolarità.
Se un giorno smetterò di assumere neuromodulatori, il Movicol lo butterò alle ortiche, ma il kefir resterà una buona abitudine.
Vedi tu... :ciao:

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » mer lug 20, 2022 4:14 pm

Grazie del suggerimento Alba, i semi di lino Linusan li avevo provati, la prima volta che ne hai parlato qui, ma con scarsi risultati su di me.
Comunque parlando con la fisio, mi ha consigliato di fare un test della disbiosi intestinale per vedere quali fermenti mi possono essere più utili, invece di prendere ceppi a caso. Sabato della prossima settimana vado a farlo e vediamo che esce.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda signo » mer lug 20, 2022 5:28 pm

Ma che test sarebbe? Ha un fondamento scientifico? Dove lo faresti? Quanto costa?

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » gio lug 21, 2022 5:44 pm

Disbiosi test indicano e scatolo sulle urine. Lo fanno i centri di analisi grandi, non è passato dal sistema sanitario. il centro che ho contattato io, lo fa e costa 80 euro. Vediamo cosa esce

Re: la storia di zuzu

Messaggioda Albarossa » gio lug 21, 2022 5:51 pm

Zuzu, io ho fatto il BIOMAPLAN, analisi completa della flora intestinale. Si manda un campione di feci all’università di Padova. È risultato che avevo uno squilibrio per la presenza di troppo lattobacilli, perché ne assumevo (Xflor, Nutriflor, CrispAct) 20 gg sl mese da 3 anni.
Perciò mi è stato detto di smettere e di assumere piuttosto il kefir, che aiuta molto la flora intestinale ed è ricco di calcio.
Il BIOMAPLAN è un servizio che offrono alcune farmacie, mandano sempre a Padova il campione da analizzare. Mi è stata anche fatta una scheda dei cibi irritanti e di quelli ok.
Mi pare di averlo pagato circa 180 euro.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » ven lug 22, 2022 5:02 pm

Grazie Alba, terrò a mente anche questo. Io non ho problemi con l' intestino, nel senso che non prendo fermenti da tanto, ma da un po' di tempo, non ricordo se coincide con l' aver ripreso il laroxyl, ho il problema delle feci caprine che si alternano a feci normali nei giorni e la difficoltà ad espellere, come se fossero bloccate alla fine, ma lo stimolo c'è. E da sempre mi riscontrano molta aria nella pancia. In effetti non sono mai stata una che elimina molta aria di norma. Ora farò il disbiosi test, poi vediamo come va e valuterò anche il BIOMAPLAN.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda LisaBetta » sab lug 23, 2022 9:39 am

Zu, ma mangi abbastanza fibre e bevi sufficiente acqua? Domanda stupida, lo so, ma dovuta.
:ciao:

Re: la storia di zuzu

Messaggioda zuzu » lun lug 25, 2022 3:25 pm

assolutamente non stupida :-) Si mangio frutta a tutti i pasti(sono pigra, e la mangio solo se me la sciacquano e capano), e si mangio verdure. Almeno l' insalata soprattutto, ma anche altre verdure di stagione. E bevo tantissimo, questa è stata sempre una mia caratteristica. Ma la sensazione che ho è che qualcosa è cambiato in me, negli ultimi periodi, per questo voglio fare qualche controllo.

Re: la storia di zuzu

Messaggioda LisaBetta » lun lug 25, 2022 6:51 pm

Cerca di capire se c'è qualche verdura che ti intoppa, detto alla romana.
Per esempio a me l'insalata fa un po' da tappo.
Ahhhh, che discorsi gradevolissimi.
:risatona:

Re: la storia di zuzu

Messaggioda Maria00 » lun lug 25, 2022 9:16 pm

Anche a me! Però di meno se la annego nell'aceto.
LisaBetta ha scritto:Ahhhh, che discorsi gradevolissimi.

È sempre un piacere :grin:


Precedente

Torna a Storie di Vulvodinia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Albarossa e 2 ospiti


ATTENZIONE! Cistite.info propone contenuti a solo scopo informativo e divulgativo. Spiegando le patologie uro-genitali in modo comprensibile a tutti, con attenzione e rigore, in accordo con le conoscenze attuali, validate e riconosciute ufficialmente.
Le informazioni riportate in questo sito in nessun caso vogliono e possono costituire la formulazione di una diagnosi medica o sostituire una visita specialistica. I consigli riportati sono il frutto di un costante confronto tra donne affette da patologie urogenitali, che in nessun caso vogliono e possono sostituire la prescrizione di un trattamento o il rapporto diretto con il proprio medico curante. Si raccomanda pertanto di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata


CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214