gine e i suoi 5 anni con la cistite

L'archivio delle storie personali

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda fittina70 » gio mar 25, 2010 5:56 pm

:ss :ss :ss Ritorna immediatamente a 25 e riprendilo gradualmente!!! Sai che possono venirti fastidi, palpitazioni, insonnia...Sta povera tiroide!! :help:
Io invece vado a fare la manovra del dito: la odio...speriamo almeno che serva! :S:
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda gine » gio mar 25, 2010 6:08 pm

hai ragione...non ho più pazienza.
cmq posso fare 50 ..che 25 credo proprio che per il mio fisico dddrogato sia troppo poco!
:))

buone manovre...e non scoraggiarti!

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda gine » mar mar 30, 2010 4:22 pm

ciao Ros,
eccomi di ritorno dalla visita da Pesce.
L'ho trovato molto serio e competente, senza fronzoli, meditativo direi...
mi ha trovato diversi trigger points in vagina, non all'ingresso ma nella parte del collo dell'utero e ahimè, anche lui ha trovato che la vescica così dolorante non in fase di post cistite non deponesse benissimo e sottenda ad una ipotesi di CI. Tuttavia il resto dei sintomi della CI secondo lui non ci sono ed è da vedere se non si tratti di un dolore infiammatorio di riflesso. Si è stupito che Garofalo non me li abbia trovati e devo ammettere mi sono stupita anche io. I punti che lui ha esplorato sono gli stessi eppure mentre con Pesce ho sentito dolore con Garofalo no. Deve essere una diversa modalità di pressione...
Adesso girerò con un baule di medicine. Detrusitol mattino e sera, lyrica nel pomeriggio, 3 D-Mannosio al giorno, ok per l'aloe come batteriostatico/antinfiammatorio/regolatoreintestinale, noan, punture di lyseen...senza considerare che ho ripreso l'eutirox e anche la cura di antra per la protezione dello stomaco.
Devo anche iniziare le terapie manuali e vedrò se inserirmi a bologna o se fare un 3-4 gg a roma appena sarà possibile liberarmi dall'ufficio. Mi ha detto tra l'altro che anche Garofalo è tra coloro che in effetti avrebbero potuto eseguire tale tipo di terapia (ha proprio detto che è tra il 3-4 capaci in Italia)...certo che la diversa diagnosi emessa non consente di andare lì e chiedergli di farle in base a quanto trovato da un collega!! (vedi che fortunata che sono? C'è chi potrebbe "lavorarmi" anche a 12 km ma è meglio se me ne faccio minimo 300 km!!).
Però è stato geniale quando, senza che gli chiedessi nulla, mi ha detto "in caso possiamo iniziare noi, poi vediamo come lei risponde e se dovesse andare meglio io lo chiamo e gli parlo di lei..."....fantastico no?
E' il primo che si mette nella disponibilità di una collaborazione!!
Ora attendo suo referto, che mi ha detto avrebbe mandato via mail.
Un abbraccio a tutte...

PS: Ros, ti avevo chiesto nei post precedenti cosa pensassi del PAR...ho trovato di cosa si tratti su internet ma ci tenevo ad avere una tua opinione perchè non ho capito se essendo positivo vuol dire che c'era qualcosa che non si è potuto vedere o se non vuol dire che necessariamente ci fosse...ovvero: significa che c'è un batterio ma non posso vederlo perchè schermato o c'è uno schermo e quindi non so se c'è un batterio?
grazie Ros, e scusa ...

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda Rosanna » mar mar 30, 2010 8:11 pm

gine ha scritto:I punti che lui ha esplorato sono gli stessi eppure mentre con Pesce ho sentito dolore con Garofalo no. Deve essere una diversa modalità di pressione...

Oppure potrebbe essere che in quei giorni non avessi la vescica infiammata negli stessi punti di oggi.
gine ha scritto:(vedi che fortunata che sono? C'è chi potrebbe "lavorarmi" anche a 12 km ma è meglio se me ne faccio minimo 300 km!!).

:muro:
gine ha scritto:PS: Ros, ti avevo chiesto nei post precedenti cosa pensassi del PAR

:humm:
Non ricordo più a che proposito me lo avevi chiesto. :oops: Mi ripeti la domanda completa?
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda fittina70 » mer mar 31, 2010 11:51 pm

Grazia mi sembra che ti sia trovata bene! Non preoccuparti per la CI vedrai che dopo le prime terapie capirai tu stessa dove hai dolore e quando. Ricordo che una delle prime cose che ho notato all'inizio della terapia, era quella di accorgermi di essere contratta. Prima di allora non mi ero mai accorta di esserlo!
Mi piacerebbe se venissi a Bologna, così potremmo incontrarci!
Un bacio e chiamami se hai voglia :love1:
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda fittina70 » mar apr 06, 2010 5:42 pm

Grazia come stai, come procede? Mi spiace che non ci siamo più sentite.. :love1:
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda gine » gio apr 08, 2010 12:19 pm

CIAO Vale!
come sto? non so, ogni giorno i sintomi cambiano e davvero non ci capisco più nulla. Ora ad esempio ho più dolori al retto che non alla vescica!
Sto facendo il Lyseen iniezioni (1 al mattino e 1 alla sera) ma anzichè decontrarmi mi sento ancora più contratta! Tipo che mi sento i muscoli delle spalle tirare (ci mancavano quelli!).
Mia sorella (è medico e purtroppo lavora all'estero) dice che non si capacita del perchè dopo tanto tempo di questi dolori "vari" alle pelvi nessuno mi abbia fatto fare delle ecografie scrupolosissime, o una Risonanza o una visita proctologica volti ad escludere altre eventuali cause. In effetti devo dire che l'unica eco me l'ha fatta Carone ma dire che ci ha impiegato 1 minuto è dire tanto...ha visto solo lo spessore del detrusore, peraltro a vescica vuota.
Il 1 aprile prima di partire per Madrid (a proposito, bellissima!!!) ero andata dal gine perchè avevo avuto tutta la notte bruciori in vagina e siccome dovevo partire ero un pò preoccupata. Lui ha detto che avevo fatto bene ad andare perchè si vedeva ad occhio nudo che c'era un'infezione batterica, mi ha fatto il tampone e mi ha prescritto il Meclon per 4 gg.
Io l'ho fatto per 5 e andava discretamente. Appena sospeso eccomi da capo a dodici!
Ieri sera vado a ritirare il batteriologico ed è tutto negativo (miceti assenti, flora batterica aurea assente, gardnerella assente)!!! Ma come è possibile? Perdite gialle, bruciori e prurito ed è tutto negativo?? Non sono affatto convinta. Io sento proprio i fastidi classici di una infiammazione da infezione (tenuto conto che il fattore meccanico è ahimè a zero!!!)
E da ieri ho anche dei dolori forti verso l'ano e sul lato destro (tipo verso l'ovaia)...Tra l'altro ho notato che se sto in piedi sto meglio e da seduta peggioro notevolmente.
Insomma, il mio stato d'animo è : Uffa!!.
Ho scritto anche a Pesce tutto questo ma non ho capito che tipo di vaginite pensa che sia.
Ad ogni modo mi ha detto che cercherà di farmi anticipare una visita a Bologna. Per me è più comodo il sabato ma mi piacerebbe molto incontrarci!
:))

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda Stefania 69 » gio apr 08, 2010 12:37 pm

Per la vaginite potresti comunque provare le applicazioni di yogurt o fermenti vaginali, adesso che hai finito il meclon.
Hanno risolto a parecchie, oppure lo stai gia facendo?

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda Frens » gio apr 08, 2010 1:41 pm

ciao Gine..per il bruciore concordo con Stefania..anche a me è capitato..anzi capitava regolarmente ad ogni antibiotico...e giù a prendere meclon per 10 gg, in genere faceva, ma il mese dopo ero punto a capo.
feci anche dei tamponi ma non avevo niente di niente.
prova con lo yogurt o con gli ovuli vaginali..e magari anche con il miphil gel, che è un gel vaginale che acidifica la vagina e facilita l'attecchimento dei lattobacilli

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda sere24 » gio apr 08, 2010 1:53 pm

verissimo quanto detto dalle altre!Io l'ultima volta in preda al prurito che non passava ho messo la ginocanesten che non è servita a nulla.poi ho iniziato yougurt e lactornom e mi è passato tutto. :D

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda StregaNoite » gio apr 08, 2010 3:27 pm


Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda fittina70 » sab apr 10, 2010 10:49 am

Grazia scusa ma hai fatto il tampone appena finito il meclon o prima?
Se l'hai fatto dopo probabilmente era negativo perchè l'antibiotico falsa i risultati.
Comunque dalla tua descrizione mi sembra di vedere come stavo io 4 anni fa... secondo me è tutta colpa della contrattura, vedrai che col tempo starai meglio.
Io a Bo ci sono sia il 23 che il 24 aprile, spero davvero d'incontrarti di persona!! :love1:
«Per arrivare all'alba, non c'è altra via che la notte.»
(K. Gibran)

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda Rosanna » dom apr 11, 2010 11:44 am

L'infezione vaginale crea dolore perchè scatena infiammazione. Non è l'infezione in sè a dare bruciori, ma proprio l'infiammazione e questa può essere data non solo dalla presenza di batteri o funghi, ma anche (e spesso) da irritazione da farmaci (meclon ed altri antimicotici compresi), da detergenti, o da assorbenti, infiammazione neurogena, vestibolite.
Per capirci di più non so se avevi letto questi articoli, ma dagli nuovamente una lettura:
http://cistite.info/joomla/index.php/mi ... toecronico
http://cistite.info/joomla/index.php/mv ... vulvodinia

MAI, MAI, MAI fare terapie antimicotiche senza avere in mano l'esito del tampone!!
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda gine » lun apr 12, 2010 11:09 am

ciao!
grazie a tutte per i consigli! avevo scritto un post l'altro giorno ma non so dove sia finito!

vale il tampone l'ho fatto prima del meclon ed erano mesi che non prendevo nè antibiotici nè ovuli o simili.
il ginecologo ha detto che era evidente ad occhio nudo che l'infezione era batterica e perciò mi ha prescritto il meclon proprio per tamponare.
di fatto non è che stia meglio.
anzi, mi sono accorta che ci sono due o tre punti sul collo dell'utero che a toccarli fanno un male pungente che mi ricorda quello delle afte buccali. E' come se ci fossero delle piaghette che solo a strisciarle si infiammano rapidamente tanto da riuscire a scatenare una cistite. Credo però che il problema sia esterno alla vescica e che siano proprio questi "punti" che, svegliati, vadano a "solleticare" le fasce esterne della vescica irritando tutta la zona conseguentemente.
Non so se sono riuscita a spiegarmi!
Tu stavi proprio così? e dopo quanto tempo hanno iniziato a fare effetto le terapie manuali? devono essere dolorosissime all'inizio!!!!
:O.O:

Sono al quinto giorno di iniezioni di lyseen (2 al dì) e non sento alcun beneficio.
Anzi, il male di schiena (sacrociccegeo) è peggiorato notevolmente...e se sono contratta nei trigger point nemmeno riesco a capirlo.
Ormai sto meglio in piedi che seduta. Rapporti zero.
Diciamo che vivicchio.
Che incubo!

Nel frattempo ho avuto anche il ciclo e per la prima volta è stato decisamente doloroso...la parte destra (per chi si fosso messo in ascolto adesso io è da tempo che avverto maggior dolore sul "versante" destro della vescica) è decisamente peggiorata e fa molto più male...per questo vorrei fare al più presto una ecografia più dettagliata (fino ad oggi ho fatto solo quella con Carone ma dire che c'è stato più di un minuto di orologio è dire tanto!).
Pesce mi ha dato il nome di un certo Dr. Sarnelli e ho visto che lavora all'Osp. Martini di TO.
E' un radiologo (non gine o uro) ma sostiene che sia meglio così.
Spero riesca a fissare un appuntamento rapidamente.

Rosanna, non so se il mio dolore è nocicettivo o neuropatico...
Di notte non si placa, anzi...il bruciore lo sento anche di più durante la notte e con gli antiinfiammatori un pò sembra calmarsi...Pesce dice che sono i trigger points che danno questo tipo di dolore. Spero tanto che con le terapie manuali migliori!

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda Rosanna » lun apr 12, 2010 12:16 pm

Beh, se è nocicettivo allora è meno grave. Ma il ginecologo cosa dice di queste "piaghette"che senti sul collo dell'utero? Lui ha visto qualcosa o no?
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda gine » mar apr 13, 2010 2:27 pm

Speriamo!
cmq l'ultima volta che sono andata dal gine è stata la scorsa settimana per fare il tampone. Non mi ha visitata, non ne aveva il tempo, ha solo fatto il prelievo. Non so cosa abbia visto per essere così sicuro che ci fosse una infezione, generalmente non ha mai trovato nulla ma è anche vero che ho fatto solo delle visite e mai colposcopie o esami un pò più approfonditi.
Stasera ho appuntamento alla clinica Cellini (indicata da rosanna71). La ginecologa di cui parla nella sua storia è in maternità e quindi non c'è per un bel pò ma andrò da qualcuno della stessa equipe.
E' prevista visita ed eco.
Ti saprò dire.

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda Rosanna » mar apr 13, 2010 3:47 pm

Perfetto! Facci sapere!
Non sono un medico e ciò che condivido con voi è solo il frutto degli studi fatti come malata di cistite cronica alla disperata ricerca di una soluzione. Tutti i miei consigli devono essere intesi come tali, seguiti sotto la propria responsabilità e valutati col proprio medico curante, al quale nessuno senza gli stessi titoli ed autorizzazioni può legalmente sostituirsi.

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda gine » gio apr 15, 2010 10:11 am

AIUTO!
ros, avevo scritto una risposta lunghissima ma poi ho fatto "salva" anzichè "invia" e ora non so dove sia andata a finire!!
dove posso recuperare le "bozze"?

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda admin » gio apr 15, 2010 10:28 am

Non ti preoccupare! Sei hai cliccato su SALVA eppoi su SI allora il tuo messaggio è salvato nelle tue bozze!

Basta che tu vada in Pannello di controllo utente->Panoramica->Gestione bozze e trovi tutte le bozze salvate.

Se invece avevi risposto NO... non c'è nulla da fare!

Re: gine e i suoi 5 anni con la cistite

Messaggioda gine » gio apr 15, 2010 10:55 am

GRAZIA ADMIN!
FATTO...ET VOILA'!

ciao rosanna,
allora...la ginecologa mi è piaciuta molto. Anche lei ha detto che è del tutto evidente che c'è una infezione e mi ha detto che i tamponi fatti e non analizzati subito non sono attendibili. Nel mio caso lo avevo fatto prima delle festività pasquali e infatti ho avuto i risultati tardi proprio perchè mi avevano detto che il laboratorio era chiuso (che fortuna eh?).
Quindi mi ha detto di ripeterlo in ospedale (ho appuntamento domani...che è venerdì ahimè! spero che questo non sia di nuovo sintomo che non verrà analizzato subito!!) e poi iniziare una terapia di ovuli di flagyl subito dopo il prelievo.
Mi ha trovato i trigger points e mi ha detto che c'è anche lì una ostetrica-osteopata che fa la riabilitazione manuale!! Mi ha sconsigliato di farla in corso di infiammazione e di attendere di ripristinare una migliore condizione della mia "topolina" prima di andare a operare delle pressioni...
Io andrò comunque da Pesce per le prime volte di sicuro, voglio sentire le mani di uno esperto e poi eventualmente adare da altri.
Temo però che sarò costretta a vedere di trovare qualcosa più vicino (questa osteetrica o carmagnola) perchè le notizie sul fronte papà sono pessime.
Ormai è un mese che sta da mia sorella a parigi e dagli esami è venuto fuori che ha una amieloidosi e deve intervenire rapidamente altrimenti rischia di compromettere organi vitali. Al momento in poco piùà di due mesi gli ha bloccato gambe e mani. Inizierà la prima terapia in ospedale da mia sorella ma poi farà base da me a torino perchè non può assolutamente tornare a roma e affrontare viaggi (sarà fortemente immunodepresso).
Perciò avrò i miei a casa (e vi assicuro che non è la reggia di caserta!) per i prossimi mesi....mia madre non sarà sempre da me perchè ha molte cose da fare a roma e quindi dovrò occuparmi di mio padre a tempo pieno, questo rende complicatissimo prevedere spostamenti a bologna o roma (tantopiù che ora non avrei nemmeno la motivazione di andare a trovare i miei!!!).
Insomma è un periodo abbastanza orrendo. Ma non voglio farmi travolgere dai pensieri e vorrei trovare la forza di affrontare le cose una per volta.
Ti terrò aggiornata sugli esiti del tampone e il resto.
Grazie dell'ascolto...


PrecedenteProssimo

Torna a Archivio

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 20 ospiti


ATTENZIONE! Cistite.info propone contenuti a solo scopo informativo e divulgativo. Spiegando le patologie uro-genitali in modo comprensibile a tutti, con attenzione e rigore, in accordo con le conoscenze attuali, validate e riconosciute ufficialmente.
Le informazioni riportate in questo sito in nessun caso vogliono e possono costituire la formulazione di una diagnosi medica o sostituire una visita specialistica. I consigli riportati sono il frutto di un costante confronto tra donne affette da patologie urogenitali, che in nessun caso vogliono e possono sostituire la prescrizione di un trattamento o il rapporto diretto con il proprio medico curante. Si raccomanda pertanto di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata


CISTITE.INFO aps Onlus - Associazione costituita ai sensi del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997 n.460 - CF: 94130950218 - p.IVA: 02906520214